Keystone
REGNO UNITO
04.03.2021 - 13:380

«Monopolio» nell'App Store? Apple di nuovo nei guai

Un'indagine è stata aperta dall'autorità di antitrust britannica

LONDRA - Nuovi guai in vista per Apple, che dovrà affrontare un'altra indagine antitrust per quanto concerne l'App Store di iOS, questa volta nel Regno Unito.

Il regolatore britannico della concorrenza (Competition and Markets Authority, CMA) ha infatti annunciato oggi l'apertura di un'indagine a seguito di una serie di reclami da parte di diversi sviluppatori che hanno denunciato delle «condizioni sleali» nell'utilizzo dell'App Store.

L'indagine permetterà alla CMA di valutare un'eventuale «posizione dominante» di Apple «in relazione alla distribuzione di applicazioni sui dispositivi Apple nel Regno Unito».

Oltre a ciò, verrà valutato se Apple impone «termini e condizioni sleali o anticoncorrenziali» agli sviluppatori che utilizzano l'App Store, una possibilità che implica che gli utenti finali hanno poi «meno scelta» o sono costretti a pagare prezzi più elevati per le applicazioni.

«Questo è solo l'inizio dell'indagine e nessuna decisione è stata ancora presa sulla possibilità che Apple stia infrangendo la legge», ha concluso la nota.

Apple, in risposta alla notizia, ha rilasciato una dichiarazione dalla quale traspare una certa fiducia. «L'App Store è una grande opportunità di business per gli sviluppatori di tutto il mondo. Solo nel Regno Unito, l'economia delle app per iOS sostiene centinaia di migliaia di posti di lavoro, e ogni sviluppatore con una grande idea è in grado di raggiungere i clienti Apple in tutto il mondo», si legge nella nota.

«L'App Store è un motore di successo per gli sviluppatori di app in parte grazie ai rigorosi standard che abbiamo in vigore - applicati in modo equo e paritario a tutti gli sviluppatori - per proteggere i clienti dal malware e per impedire la raccolta dilagante di dati senza il loro consenso. Non vediamo l'ora di lavorare con la CMA per spiegare come le nostre linee guida per la privacy, la sicurezza e il contenuto hanno reso l'App Store un mercato affidabile sia per i consumatori che per gli sviluppatori».

Un'indagine antitrust nei confronti di Apple sul caso delle commissioni dell'App Store, lo ricordiamo, è in corso anche nell'Unione europea. In generale, le politiche relative all'App Store di Apple hanno da tempo attirato le lamentele degli sviluppatori di app, in particolare per l'elevata commissione che riceve Apple nell'ambito della transazioni.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-21 10:27:20 | 91.208.130.86