Keystone
STATI UNITI
12.05.2020 - 07:560

Musk sfida la California: «Tesla riparte. Sono pronto a farmi arrestare»

Continua il braccio di ferro tra il patron di Tesla e il Governo californiano in merito al lockdown.

Dopo aver minacciato di spostare la produzione in Texas, Musk ora ha deciso che le attività del gruppo debbano riprendere nonostante i divieti.

LOS ANGELES - Il patron di Tesla Elon Musk alza l'asticella della sfida contro il governo della California e si dice pronto a essere arrestato pur di far ripartire le attività del gruppo, bloccate dal lockdown in vigore per combattere la diffusione del contagio del coronavirus.

«Tesla riprende la sua produzione nello stabilimento di Fremont», ha twittato il fondatore di Tesla le cui attività sono ferme dal 23 marzo. Musk nel weekend aveva minacciato di spostare la produzione in Texas.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mag 2 mesi fa su tio
Perché annunciarlo prima e perché non lo fa e basta? Una volta che ci si pone la domanda corretta, non si necessita neanche di avere una risposta per capire le vere intenzioni di qualcuno. Meditate gente, meditate.
miba 2 mesi fa su tio
Macchè arrestare...con tutti i soldi che ha può permettersi tutti gli avvocati che vuole. Questa è solo un'altra trovata di marketing e niente più
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-03 12:04:53 | 91.208.130.89