Immobili
Veicoli
AFP
+1
MAROCCO
03.02.2022 - 12:170

Il Marocco con il fiato sospeso per un bambino finito in un pozzo

Il piccolo Rayan, caduto martedì in una fossa profonda 60 metri, al momento starebbe bene. I soccorsi sono al lavoro

CHEFCHAOUEN - Soccorsi mobilitatisi in forze e un'attenzione mediatica nazionale per un incidente, avvenuto in Marocco, e che porta alla memoria la tragedia italiana del piccolo Alfredino in quel di Fiumicino, diversi anni fa.

Siamo a Tamorot - nella provincia di Chefchaouen - e dalla serata di martedì, sul fondo di una fossa idrica profonda 60 metri, ci è finito un bimbo di 5 anni di nome Rayan.

Al momento, riportano i media marocchini, il piccolo sarebbe in buone condizioni - con solo alcune escoriazioni al capo - e starebbe ricevendo nutrienti, acqua e ossigeno attraverso dei tubi. 

La strategia di salvataggio adottata dalla protezione civile marocchina è quella di scavare il più possibile attorno al pozzo, cercando di creare una nuova galleria d'accesso per soccorrerlo, facendo al contempo attenzione a non travolgerlo o causare frane.

Due tentativi di raggiungerlo, calando un uomo nel pozzo, sono falliti a causa della carenza di ossigeno e la strettezza dell'intercapedine.

 

AFP
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-26 17:10:01 | 91.208.130.87