keystone-sda.ch / STF (MAXIM SHIPENKOV)
Multa per la moglie di Alexei Navalny, fermata durante le manifestazioni di ieri.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Topi infetti, boom di casi di leptospirosi a New York
Una persona è deceduta. Nel 2021 le chiamate per segnalare le infestazioni sono aumentate del 20%
BRASILE
7 ore
Bolsonaro accusato di crimini contro l'umanità
Sono pesanti le accuse rivolte dalla Commissione parlamentare d'inchiesta al presidente brasiliano.
STATI UNITI
9 ore
I repubblicani bloccano (di nuovo) il Freedom to Vote Act
Il provvedimento, fortemente voluto dai democratici, è stato respinto dal Senato per un voto.
UNIONE EUROPEA
9 ore
A Navalny il premio Sakharov: «Putin lo liberi»
Il Parlamento europeo ha assegnato all'oppositore russo il riconoscimento per la libertà di pensiero.
AFGHANISTAN
9 ore
Giovane pallavolista decapitata dai Talebani
La giocatrice della nazionale giovanile afghana è stata assassinata a inizio ottobre. Si chiamava Mahjabin Hakimi.
STATI UNITI
11 ore
Ora Bannon rischia grosso
La sua testimonianza è ritenuta fondamentale per risalire ai veri responsabili dell'assalto a Capitol Hill.
Regno Unito
11 ore
Mentre ballano, vengono aggredite con degli aghi e drogate
Il movimento "girls night in" ha lanciato due petizioni per rendere i locali più sicuri e ha organizzato un boicottaggio
STATI UNITI
11 ore
«Colpevole» della strage di Parkland: «Devo conviverci ogni giorno»
Il giovane, appena 23enne, rischia la pena di morte
Lettonia
13 ore
La Lettonia torna in lockdown, è il primo Paese in Europa
Nelle ultime tre settimane contagi e ospedalizzazioni sono raddoppiati e i decessi sono saliti da 4 a 23
RUSSIA
01.02.2021 - 11:590

Una multa per la moglie di Navalny

Sono oltre 5400 i fermati nelle manifestazioni di domenica in tutta la Russia.

L'oppositore è una «canaglia politica», ha detto Dmitry Medvedev.

MOSCA - Yulia Navalnaya, la moglie di Alexei Navalny, è stata multata oggi per 20'000 rubli (circa 235 franchi) per aver preso parte ieri alle manifestazioni non autorizzate a sostegno del marito. Lo riporta il canale indipendente Dozhd dal tribunale Shcherbinsky di Mosca, dove si è tenuta l'udienza in seguito al fermo di ieri.

Sono almeno 5414 le persone fermate ieri secondo l'ong Ovd-Info sul suo sito Internet. L'ong ha notizia di 1802 persone fermate a Mosca e 1205 a San Pietroburgo. 

 

Il Cremlino giustifica la polizia - Il Cremlino ritiene che nelle manifestazioni di protesta a sostegno dell'oppositore in carcere Alexei Navalny la polizia abbia agito «in modo duro ma nell'ambito della legge».

«Ciascuna di queste azioni - ha dichiarato il portavoce di Putin, Dmitri Peskov - deve essere considerata separatamente. Non vi è una tendenza generale qui. Come tendenza generale se ne può prendere solo una, e cioè che alle azioni provocatorie la polizia ha reagito in modo duro ma nell'ambito della legge». Lo riporta l'agenzia Interfax.

Un numero abbastanza alto di teppisti e di provocatori hanno dimostrato, in misura maggiore o minore, un comportamento aggressivo nei confronti degli agenti delle forze dell'ordine. Pertanto la polizia naturalmente agisce e adotta le misure" necessarie: ha detto Peskov, ripreso dalla tv Dozhd. Il portavoce del Cremlino ha aggiunto che «con i teppisti e i provocatori non può esserci dialogo» e «la legge deve essere applicata con tutta la sua severità».

La Procura generale e l'annullamento della sospensione della pena - L'ufficio del Procuratore generale della Russia ha detto che la richiesta del Sistema Penitenziario Federale di commutare la condanna di Alexei Navalny da pena sospesa a reale è giustificata a causa delle violazioni commesse e che sosterrà questa posizione in tribunale.

«Il comportamento illegale di Alexei Navalny è alla base della richiesta alla corte di annullare la condizionale e tale richiesta è stata riconosciuta come legale e ragionevole», recita il servizio stampa dell'ufficio, citato da RIA Novosti. L'udienza si terrà domani e Navalny rischia 3 anni e 6 mesi di carcere.

«Navalny è una canaglia politica» - Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitry Medvedev, ha descritto l'oppositore Alexei Navalny come una «canaglia politica», i cui tentativi di arrivare al potere stanno diventando sempre più «cinici e spregiudicati».

«Avevo questa opinione prima e la penso ancora così. Credo che Navalny sia una canaglia politica, una persona che impiega tattiche sconsiderate per arrivare al potere al fine di raggiungere i propri obiettivi», ha detto Medvedev. «A questo proposito, le azioni di Navalny sono diventate molto più ciniche e spregiudicate di quanto non fossero solo pochi anni fa», ha aggiunto, citato dalla Tass.

Medvedev sostiene poi che Twitter suggerisce il profilo di Alexei Navalny ai suoi nuovi utenti russi. «È capitato a un mio amico di recente, era il primo profilo consigliato», ha detto in un'intervista ripresa dalla Tass. «Penso che questa sia una posizione assolutamente politicizzata e assolutamente cinica, e per di più, questo corrisponde all'ingerenza negli affari interni di un altro Paese», ha sottolineato Medvedev.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-21 07:25:40 | 91.208.130.85