AFP
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
57 min
Perché il caso di Gabby Petito ha lasciato tutta l'America con il fiato sospeso
Fra teorie e ipotesi su TikTok e Instagram, la storia della 22enne scomparsa ha catalizzato la curiosità di una nazione
REGNO UNITO
1 ora
Sì, lo "squartatore dello Yorkshire" è morto a causa del Covid-19
Peter Sutcliffe aveva rifiutato le misure anti-contagio e anche le terapie, una volta ricoverato
Italia
3 ore
Le mafie stanno sfruttando l'emergenza Covid per arricchirsi
L'Antimafia lancia un appello ai governi: «Bisogna far fronte comune e trattare questa emergenza come quella sanitaria»
STATI UNITI
3 ore
Un muro di automobili per fermare i migranti
L'idea è arrivata dal Governatore dello Stato, Greg Abbott
LOMBARDIA
3 ore
Un Re africano in visita a Milano
È quanto avvenuto ieri con l'arrivo di Re David Tchiffy, presidente dell'Associazione Unione dei Regni d’Africa
GERMANIA
5 ore
Se non sei vaccinato e finisci in quarantena, il datore non deve pagarti
In Germania sarà così dal 1 novembre, conferma il Governo. Il motivo è che «esiste un vaccino che funziona»
STATI UNITI
5 ore
«Il 70% del mondo vaccinato, per questo doniamo 1 miliardo di dosi»
La promessa degli Stati Uniti, ai margini dell'assemblea dell'Onu
AFGHANISTAN
6 ore
I talebani: «Fateci parlare alle Nazioni Unite»
Suhail Shaheen avrà il ruolo di esporre il punto di vista talebano nello scenario internazionale
Francia
6 ore
A tutto gas esilarante sugli Champs-Élysées, investe cinque persone
Il sindaco dell'VIII arrondissement chiede di rivedere il codice della strada con divieto di consumo del gas alla guida
FOTO
SPAGNA
7 ore
La colata alta 12 metri inghiotte tutto: «Vediamo le case sparire davanti ai nostri occhi»
In diversi comuni di la Palma è una corsa contro il tempo per salvare il salvabile dalle abitazioni, ormai condannate
LE FOTO
AUSTRALIA
8 ore
A Melbourne trema la terra, e anche la società
Giornata calda a Melbourne: prima, una scossa di terremoto di magnitudo 5.8, poi, le proteste in piazza
STATI UNITI
10 ore
Trump fa causa alla nipote, e al New York Times
Nel mirino dell'ex Presidente il reportage sulla sua situazione finanziaria, pubblicato nel 2018
STATI UNITI
12 ore
La triste conferma: il corpo ritrovato è quello di Gabby Petito
L'FBI ha confermato che si tratta della 22enne, e anche che si presume si tratti «di omicidio»
MONDO
17 ore
Vaccini, «pesano più i profitti o le vite umane?»
L'accusa ai leader della farmaceutica da parte di Amnesty International, che ha pubblicato un rapporto a riguardo
GERMANIA
20 ore
Presunta presa d'ostaggi su un autobus: un arresto
Durante l'operazione è stato chiuso un tratto dell'autostrada A9
SPAGNA
22 ore
La lava del Cumbre Vieja nelle strade di Todoque
«Non si può fare niente» ha ammesso il presidente delle Canarie Ángel Víctor Torres
DANIMARCA
10.09.2021 - 13:210
Aggiornamento : 15:52

In Danimarca non ci sono più restrizioni contro il coronavirus

Domani è previsto un maxi-concerto con 50'000 persone: «Tornando a ballare, ho quasi dimenticato il virus»

Occhio però al futuro: non è escluso un ritorno delle misure, se la situazione dovesse precipitare

COPENAGHEN - Chi è che sta andando contromano? La Danimarca o il resto dell'Europa?

È una domanda che giunge spontanea, per molti, quando si osserva la netta differenza nella strada imboccata dal paese scandinavo, rispetto alla maggioranza degli altri Stati. Mentre in generale la situazione è tesa, tra obblighi vaccinali, estensioni del certificato vaccinale e misure che si fanno sempre più rigide, Copenaghen invece sta salutando tutte le restrizioni.

Nel paese scandinavo, in cui la pandemia è considerata «sotto controllo», sono infatti scadute oggi alcune delle ultime misure che erano state attuate per contenere il Covid. Si torna quindi a godere di un'ampia libertà, con uffici in fermento, locali pieni di persone senza mascherina e concerti con decine di migliaia di spettatori, aperti a tutti.

Domani, un concerto tutto esaurito a Copenhagen accoglierà 50'000 persone, una prima in Europa. Un qualcosa di impensabile, fino a poco tempo fa.

Vaccino, un'ottima campagna
«Siamo sicuramente all'avanguardia, non abbiamo restrizioni, grazie ai buoni risultati della vaccinazione» ha detto all'agenzia stampa AFP Ulrik Orum-Petersen, un promotore dell'organizzatore di eventi Live Nation. La campagna di vaccinazione della Danimarca è effettivamente andata bene, ed è stata rapida, con il 73% dei 5,8 milioni di abitanti completamente vaccinati, dato che sale ad un impressionante 96% per le persone dai 65 anni in su.

«Stare in mezzo alla folla e cantare mi ha quasi fatto dimenticare il Covid e tutto quello che abbiamo passato in questi ultimi mesi», ha raccontato una partecipante, 26enne, che ha vissuto dal vivo un concerto di qualche giorno fa, con 15mila presenti.

Oltre a ciò, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il paese scandinavo ha potuto beneficiare del rispetto pubblico delle linee guida del governo: «Hanno fatto molto affidamento sulla responsabilità degli individui e le comunità» ha comunicato la responsabile delle emergenze, Catherine Smallwood.

«Virus sotto controllo»
L'epidemiologo Lone Simonsen, dell'Università di Roskilde, sostiene che il «virus non sia più quindi una minaccia per la società, grazie al vaccino». Con circa 500 casi giornalieri di Covid e un tasso di riproduzione di 0,7, anche le autorità danesi dicono di avere il virus «sotto controllo».

Tuttavia, l'Oms considera ancora critica la situazione globale e ha invitato i danesi alla prudenza: «Ogni paese deve rimanere vigile se e quando la situazione epidemiologica cambia», ha avvertito Smallwood.

In tal senso, la Danimarca ha ricordato a che rimangono in vigore le restrizioni all'ingresso: obbligo di green pass per entrare nel Paese e mascherine obbligatorie negli aeroporti.

Misure, non è un addio
Il Ministro della salute Magnus Heunicke ha comunque affermato più volte che il governo non esiterà a reimporre rapidamente le restrizioni, se necessario. Simonsen ha detto che i vaccini hanno finora fornito l'immunità anche dalle varianti, «ma se dovessero apparire varianti di fuga (resistenti al vaccino), dovremo ripensare la nostra strategia».

Per questo, le autorità hanno insistito sul fatto che il ritorno alla vita normale deve essere accompagnato da severe misure igieniche e dall'isolamento delle persone contagiate.

Per non rischiare un calo dell'immunità, intanto, le autorità sanitarie hanno già lanciato la campagna per una terza dose, al momento per le persone più vulnerabili.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Um999 1 sett fa su tio
Io so solo una cosa, influenze, malattie stagionali etc. non esistono più vi è solo il COVID e le relative mutazioni. Io qualche domanda e forse anche qualcuna in più me la farei.
Blobloblo 1 sett fa su tio
Si è più impazziti qua da noi dove in certi posti si chiede il certificato Covid ai bambini e ai ragazzi per andare a scuola!! Ma vi rendete conto dove siamo arrivati??? Poi scusate, guardate ogni tanto i grafici che mettono proprio assieme alle notizie sul Covid? Qualcuno mi sa spiegare le famose ondate??? La prima ok, ma le altre??? Fanno ridere!!! Se abbiamo superato la prima, completamente impreparati, senza che il sistema sanitario andasse in collasso, mi spiegate come farebbe ad andare in collasso adesso??? Chiedo per un amico! 😂😂😂
SteveC 1 sett fa su tio
… sono tutti impazziti, si, soprattutto quelli che vogliono mantenere le restrizioni
Trasp 1 sett fa su tio
Speriamo li vada bene. Sarebbe un ottimo esempio da seguire.
Bibo 1 sett fa su tio
Anche in Israele e Islanda avevano tolto tutte le restrizioni, salvo poi rimetterle dopo poco tempo per l'innalzamento dei casi perché tutti pensavano che il virus fosse ormai sconfitto e hanno dimenticato anche le più ovvie precauzioni. Fare l'altalena mi sa che è peggio e più pericoloso di mantenere le minime restrizioni più a lungo.
Trasp 1 sett fa su tio
@Bibo In Israele sono ad appena 60% di vaccinati.
rexlex 1 sett fa su tio
@Bibo In Israele hanno tolto le restrizioni nell'illusoria convinzione che il vaccino fungesse da super-scudo. tutte fandonie.
Bibo 1 sett fa su tio
@rexlex È ovvio anche ai sassi che la sola vaccinazione, seppur molto importante, non basta, evidentemente per i geni israeliani non era così...
Bibo 1 sett fa su tio
@Trasp Sì lo so, ma appunto avevano tolto tutte le restrizioni nell'illusione che avessero sconfitto il virus solo con le vaccinazioni, dopo poche settimane hanno dovuto rimetterne di più severe.
M70 1 sett fa su tio
no comment..sono tutti impazziti
Leonardo-P 1 sett fa su tio
@M70 Ah ecco, loro sono impazziti o voi nazivax che fareste impallidire pure Goebbels?
gigios 1 sett fa su tio
@Leonardo-P Paragone imbarazzante🤦🏻‍♂️🤦🏻‍♂️
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 19:57:32 | 91.208.130.87