Immobili
Veicoli

ITALIAIl green pass italiano valido «anche per i turisti extra Ue»

05.05.21 - 17:55
Lo ha confermato oggi il ministro per il turismo Massimo Garavaglia
Keystone (archivio)
Il green pass italiano valido «anche per i turisti extra Ue»
Lo ha confermato oggi il ministro per il turismo Massimo Garavaglia
Il certificato entrerà in vigore dal 15 maggio e potrà essere ottenuto sulla base di una delle seguenti condizioni: essere completamente vaccinati contro il Covid; essere guariti dal virus o aver effettuato un tampone negativo nelle 48 ore precedenti al viaggio.

ROMA - Il green pass italiano, annunciato ieri dal "premier" italiano Mario Draghi in attesa di quello europeo - che arriverà solo a giugno -, sarà valido per tutti, compresi i turisti provenienti da paesi che non fanno parte dell'Ue. Lo ha confermato oggi il ministro del turismo italiano Massimo Garavaglia.

«Il lasciapassare italiano varrà per tutti, anche per i turisti extra Ue. Accelera e anticipa le norme europee e farà ripartire le prenotazioni europee», ha detto ai microfoni di SkyTG 24 il ministro italiano, sottolineando che i turisti che arrivano dal Regno Unito e dagli Stati Uniti costituiscono oltre il 30% degli arrivi in Italia. E che si tratta di «stranieri che spendono molto».

«Basterà un semplice pezzo di carta che certifica che rispetti le regole e questo sarà fondamentale per il turismo straniero. Draghi è stato chiarissimo ieri». Il presidente del Consiglio italiano, al termine della ministeriale sul Turismo del G20 di ieri, si era soffermato non a caso sulla necessità di «offrire regole chiare e semplici» ai turisti per garantirne un soggiorno sicuro.

Come funziona?
Il certificato italiano entrerà in vigore dal 15 maggio e consentirà a ogni turista di entrare in Italia e spostarsi tra le Regioni, senza alcun obbligo di quarantena, a patto di soddisfare una delle tre condizioni previste: aver ricevuto entrambe le dosi di un vaccino anti-Covid fra quelli omologati nella vicina Penisola (Moderna, Pfizer, Astrazeneca o Johnson&Johnson); essere risultati negativi a un tampone (rapido o molecolare) effettuato nelle 48 ore che hanno preceduto il viaggio o aver contratto il coronavirus ed esserne guariti. A seconda della casistica in cui si rientra sono previsti diversi termini di validità: 48 ore per il certificato ottenuto per un tampone negativo e sei mesi negli altri due casi.

COMMENTI
 
Tato50 1 anno fa su tio
A Napoli è già in stampa ;-)
Lore61 1 anno fa su tio
Hahaha... XD.. Come ai tempi con le magliette con disegnato la cintura di sicurezza XD. ;-)
Tato50 1 anno fa su tio
Sono unici ;-)))
Gimmi 1 anno fa su tio
Era ora!
F/A-19 1 anno fa su tio
Dai che ancora un po’ di polli che si vaccina e poi siamo apposto....
seo56 1 anno fa su tio
Bene al 15 maggio alle 09.00 riservato per spesa, shopping e pranzo in Italia!
Swissabroad 1 anno fa su tio
La camomilla Bonomelli mi raccomando. Al Bennet che costa meno.
ChB 1 anno fa su tio
Quindi, se uno vuole andare in vacanza in Italia e non vuole far da cavia a 'ste sperimentazioni, deve farsi un test ogni 48 ore? a spese di chi?
M70 1 anno fa su tio
che schifo..ora non si preoccupano più della pandemia ma solo del borsellino...aspettiamo luglio e poi vedremo la catastrofe!
ChB 1 anno fa su tio
L'unica catastrofe è dove far da cavie a questa sperimentazione di massa ... delirio puro
Swissabroad 1 anno fa su tio
Non mi sembra che i nostri turisti d'oltralpe abbiano provocato una catastrofe in Ticino. Che differenza ci sarebbe ?
Lore61 1 anno fa su tio
Catastrofe... Hihihi... XD... Pentiti e confessa i tuoi peccati fin che sei in tempo, tutto questo è il castigo divino si abbatte sulla terra e la fine del mondo è imminente!
Duca72 1 anno fa su tio
Finalmente qualcuno si muove!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO