Keystone
Un test a Denver
MONDO
13.06.2020 - 09:010

Le autorità sanitarie statunitensi mettono in guardia: «La pandemia non è finita»

In America Latina l'attenzione degli analisti rimane puntata sul Brasile.

WASHINGTON - «La pandemia non è finita. Nelle prossime settimane potremmo vedere un aumento dei casi negli Stati Uniti, mentre gli Stati stanno riaprendo»: ad ammetterlo, invitando gli americani alla cautela, è stato Jay Butler, il vicedirettore per le malattie infettive dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) americani.

Butler ha lanciato un nuovo invito al rispetto delle regole di distanziamento sociale e all'uso delle mascherine. Proprio all'indomani dell'annuncio di Trump dell'avvio dei propri comizi elettorali, che attrarranno ovviamente molte persone.

I Cdc hanno anche aggiornato le previsioni sulle morti legate al Covi-19 entro il 4 luglio, quando il totale dovrebbe raggiungere quota 130'000. Gli stati in cui si prevedono più decessi sono Arizona, Arkansas, Hawaii, North Carolina, Utah, e Vermont.

Gli ultimissimi dati confermano una temuta tendenza: Florida e Texas hanno registrato negli ultimi 7 giorni il più alto numero di contagi da inizio pandemia. Butler ha sottolineato l'importanza di essere «super-preparati» per l' autunno: «Non sappiamo cosa succederà , ma dobbiamo mettere tutto il nostro impegno per essere pronti a nuove sfide».

I decessi legati al coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati 839. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, che parla di 2,04 milioni di casi complessivi e 114'669 decessi totali.

Il Brasile supera il Regno Unito per numero di morti - Nelle ultime 24 ore, il Brasile ha aggiornato a 41'828 il numero di decessi dall'inizio della pandemia di Covid-19, superando così il Regno Unito per numero di vittime. Secondo dati del Ministero della salute di Brasilia, da ieri i morti sono stati 909 e i nuovi contagi 25'982, per un totale di 828'810 casi registrati.

Oltre 425mila decessi nel mondo - Ha superato quota 425mila (425'869) il numero di decessi legati al coronavirus in tutto il mondo, secondo i dati dell'università americana Johns Hopkins. I casi totali di contagio sono quasi 7 milioni e 630mila. Il paese più colpito al mondo restano gli Stati Uniti, con circa 115mila morti e oltre 2 milioni di casi.

In America Latina 1,5 milioni di contagi - Non mostra cedimenti la pandemia di Covid-19 in America Latina: nelle ultime 24 ore i contagi sono aumentati di altri 49'019 casi raggiungendo quota 1'556'169, mentre il totale generale dei morti è arrivato a 75'661 (+2'115). È quanto emerge oggi da una elaborazione statistica realizzata dall'ANSA sulla base dei dati di 34 nazioni e territori latinoamericani. Gli occhi degli analisti continuano a essere puntati sul Brasile (v. sopra). Seguono Perù (220'749 contagi e 6'308 decessi), Cile (160'846 e 2'870), Messico (133'974 e 15'944), Ecuador (45'778 e 3'828), Colombia (46'858 e 1'545) e Argentina (27'373 e 772).
 
 


 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-23 20:46:38 | 91.208.130.86