keystone-sda.ch / STF (JULIEN DE ROSA)
In Francia ripartono le attività industriali e commerciali.
+12
FRANCIA
11.05.2020 - 16:000

«Se il virus riprende la sua folle corsa saremo costretti a richiudere»

Anche la Francia riparte dopo 55 giorni di lockdown. Il ministro Véran invita tutti a fare molta attenzione

PARIGI - Dopo 55 lunghi giorni trascorsi in lockdown anche la Francia ha avviato, questa mattina, la sua graduale ripartenza verso la nuova normalità.

Attività commerciali e industriali sono aperte, così come le scuole materne ed elementari che vogliono farlo. Si possono frequentare liberamente altre persone (in gruppi di massimo dieci unità) ed è possibile allontanarsi fino a 100 chilometri da casa. Le porte che invece sono rimaste chiuse sono quelle di bar, ristoranti e scuole superiori, che dovranno attendere il mese di giugno. A patto che non si verifichino nuovi picchi di contagio.

La situazione è attentamente monitorata, come ricordato questa mattina ai microfoni di BFMTV-RMC dal ministro degli Affari Sociali e della Sanità francese Olivier Véran. Il tasso di contagio (R0) in Francia, ha detto, è stimato in questo momento attorno allo 0,6. 

«Sappiamo che con l'allentamento del lockdown ci sarà un aumento di questo valore R0. Ciò che vogliamo è che resti al di sotto di 1, in modo che l'epidemia prosegua nel suo declino». E nel caso contrario, l'ipotesi di una nuova chiusura è tutt'altro che scartata.

«Se il virus dovesse riprendere la sua folle corsa saremo costretti a imporre nuovamente delle misure di confinamento», ha detto Véran invitando la cittadinanza a essere responsabile. «Le condizioni attuali ci permettono di allentare questo lockdown generale, ma dobbiamo fare molta attenzione».

La situazione in Francia

In Francia si contano 176'970 casi di contagio da coronavirus dall'inizio dell'emergenza, dei quali 94'373 ancora attivi. I decessi sono finora 26'380.

keystone-sda.ch / STF (JULIEN DE ROSA)
Guarda tutte le 16 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Davor Safin 3 mesi fa su fb
Questo mondo sta impazzendo 🤣🤣🤦‍♂️
Gabriele Bertaggia 3 mesi fa su fb
Portare la gente alla delinquenza per sopravvivere invece é una cosa molto sensata...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 22:22:21 | 91.208.130.87