Keystone (archivio)
Cani in vendita al mercato di Yulin, tristemente famoso per il suo festival.
CINA
09.04.2020 - 17:170

Svolta a Pechino: cani e gatti non potranno più essere mangiati

La loro carne è stata esclusa dall'elenco degli animali commestibili del ministero dell'Agricoltura

PECHINO - Non più bestiame ma animali da compagnia. È la decisione storica di Pechino, che ha escluso per la prima volta la carne di cani e gatti - consumata da una minoranza della popolazione cinese - dall'elenco degli animali commestibili.

Il testo, pubblicato dal ministero dell'Agricoltura e degli Affari rurali cinese, segue il divieto scattato lo scorso febbraio relativo al commercio e al consumo di animali selvatici, ritenuto alla fonte dell'esplosione della pandemia da coronavirus.

Una settimana fa, Shenzhen è stata la prima città a introdurre il divieto al consumo di cani e gatti, che entrerà effettivamente in vigore a livello locale il prossimo mese di maggio.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-04 15:45:58 | 91.208.130.89