Gianluca Di Meo
+9
ITALIA
28.03.2020 - 22:050
Aggiornamento : 22:21

«Rispettate i divieti, io corro sul balcone»

Gianluca Di Meo sfida il coronavirus dal terrazzo di casa. Foto e video dalla sua avventura.

«Sono un runner anche io. Ma non mi lamento per i divieti. Servono a salvare la nostra vita».

CODEVIGO (PADOVA) - «Mi sono svegliato alle 4 e ho cominciato a correre». "Non può, deve stare a casa" penserete, ma Gianluca Di Meo, runner bolognese, si è prefissato di percorrere 100 chilometri sul balcone di casa. E corre anche mentre racconta la sua "avventura" al telefono a Tio/20minuti. Dopo 15 ore aveva toccato gli 85 chilometri (9'590 giri).

Gianluca abita a Codevigo, in Veneto, dove si è trasferito due anni fa raggiungendo la moglie. Lui, bolognese, è un runner professionista. Nel 2017 ha vinto la 150 chilometri di Rovaniemi. E oggi, visto il divieto di uscire, ha sfruttato il suo balcone lungo 8  metri. «A me piace correre lunghe distanze e ho voluto estremizzare la cosa - ci spiega -. Volevo dimostrare a me stesso che nonostante i divieti che ci vengono giustamente imposti, possiamo fare qualsiasi cosa con i piccoli spazi che abbiamo».

Il 45enne è partito con l'idea di fare una maratona, ma «poi ho deciso di proseguire fino al numero tondo, i 100 chilometri». La corsa, per sua stessa ammissione, è la sua vita, ma su un balcone non è molto semplice. «Sono otto metri. Non si riesce a prendere velocità, perché subito ti ritrovi davanti al muro. Devi andare piano, per non frenare troppo, altrimenti i polpacci diventano di marmo».

L'obiettivo non è il tempo, ma «divertirmi e godermi una bella giornata». Gianluca e sua moglie abitano a due chilometri dal mare: «Oggi faceva caldo, un tempo bellissimo. Mia moglie mi ha sostenuto per tutta la giornata. Ha anche fatto qualche giro con me. Lei sa cosa mi serve senza che io debba dirglielo».

Oltre alla sua compagna, Gianluca ha attirato l'attenzione del quartiere e dei passanti. La sua "avventura" è stata raccontata dal Corriere di Bologna. «La gente si chiedeva cosa stessi facendo. Ero qui stamattina e poi ancora nel pomeriggio e quando ha fatto buio. I vicini di casa con i bambini fanno il tifo, mi sostengono. Anche un'altra decina di persone».

Gianluca Di Meo, con questa "impresa", vuole anche mandare un messaggio: «Ai runner che si lamentano perché non possono uscire, dico che ci sono cose molto più importanti in questo momento. Qui in Emilia Romagna, anzi, abbiamo anche la fortuna di poter uscire nei 200 metri sotto casa, per concessione del presidente della Regione. In realtà non servirebbero i divieti, se solo ci fosse un po' di buon senso».

La situazione italiana - L'Italia ha superato oggi la soglia di 10'000 vittime, con 10'023 morti. I contagi hanno raggiunto quota 92'472 (compresi guariti e vittime). Le persone che hanno superato il virus sono 12'384.

Gianluca Di Meo
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 02:50:22 | 91.208.130.89