Immobili
Veicoli

SVIZZERALa polemica in tv: "Picchiare le donne fa parte della libertà religiosa"

24.04.10 - 12:15
È considerato il radicale islamico più pericoloso in Svizzera. Nicolas Blancho, presidente del Consiglio centrale islamico svizzero, ieri sera con le sue dichiarazioni ha infiammato gli studi televisivi della DRS
La polemica in tv: "Picchiare le donne fa parte della libertà religiosa"
È considerato il radicale islamico più pericoloso in Svizzera. Nicolas Blancho, presidente del Consiglio centrale islamico svizzero, ieri sera con le sue dichiarazioni ha infiammato gli studi televisivi della DRS

ZURIGO - Attimi di tensione ieri sera durante il dibattito politico "Arena" in onda sulla SF. In studio era invitato Nicolas Blancho, convertito all’islam e presidente del Consiglio centrale islamico svizzero (CCIS). Uno che è stato definito "il radicale islamico più pericoloso in Svizzera". Un uomo che ha ricevuto parecchie critiche e che è stato recentemente al centro di polemiche in quanto uno degli obiettivi a lungo termine del CCIS (Islamischen Zentralrat Schweiz, IZRS) è la creazione di scuole coraniche grazie alle quali sarebbe possibile risolvere alcuni problemi cui i bambini musulmani sono confrontati nelle scuole pubbliche, come - per esempio - le lezioni di nuoto miste.

Ma torniamo alla serata di ieri sera, che ha infiammato gli animi come non mai. Nicolas Blancho, davanti a una vasta platea televisiva, ha dichiarato che "picchiare una donna fa parte dei diritti dell'uomo". Una frase che ha fatto sbiancare in viso l'altro ospite presente in studio: il consigliere nazionale Oskar Freysinger. Blancho ha ribadito più volte che il Consiglio centrale islamico svizzero, rispetta appieno la legge svizzera, senza tuttavia fornire particolari esempi di rispetto.

Dichiarazioni che hanno fatto intervenire pure il consigliere nazionale PPD Gerhard Pfister, seduto tra il pubblico, il quale ha invitato Blancho a scusarsi pubblicamente e a prendere le distanze da quanto dichiarato poco prima, in quanto in contrasto con i valori del diritto svizzero. "Il Corano come sistema politico-religioso non è compatibile con la Costituzione e il diritto svizzero, non c'è interpretazione alcuna come vuol invece far credere Blancho" hanno ribadito gli oppositori.
Sia il pipidino Gerhard Pfister, che l'esponente Udc Oskar Freysinger, hanno invitato più volte Blancho a chiedere scusa. "Prenda le distanze dalla lapidazione e dalla circoncisione degli organi sessuali delle donne, e da altre cose simili" urlavano i due politici contro il presidente del Consiglio centrale islamico svizzero. Lui è stato zitto per un po', era visibilmente in imbarazzo e se n'è uscito con la frase "Picchiare le donne fa parte della libertà religiosa" ("Frauen schlagen gehört unter die Glaubensfreiheit").
"Non devo fornire nessuna giustificazione - ha detto - perché non ho commesso nessun reato. Ognuno è libero di credere a quello che vuole, purché si rispetti la legge".
 RED
NOTIZIE PIÙ LETTE