BELLINZONADemocrazia partecipativa, una prima in Ticino

26.04.22 - 15:59
La Città di Bellinzona ha deciso di aderire al forum cittadino “demoscan”. Il progetto è stato presentato oggi.
Ti Press
Democrazia partecipativa, una prima in Ticino
La Città di Bellinzona ha deciso di aderire al forum cittadino “demoscan”. Il progetto è stato presentato oggi.
Un numero selezionato di cittadini sarà chiamato a esprimersi su un tema in votazione a livello federale il prossimo 27 novembre.

BELLINZONA - La Città di Bellinzona e l’Università di Ginevra hanno dato il via a una collaborazione per sperimentare – per la prima volta nella Svizzera italiana – il forum cittadino “demoscan”, «allo scopo di testare l'efficacia e l'utilità di queste tipologie di esercizi di democrazia diretta, ma anche di esplorare nuove vie per incoraggiare la partecipazione dei cittadini alla vita politica». Il progetto s’ispira a quanto esiste in Oregon (USA) da una dozzina di anni e che è già stato sperimentato con successo in Svizzera romanda (a Sion nel 2019, e nel Canton Ginevra nel 2021).

Il funzionamento - Si tratta di un progetto pilota è organizzato da un gruppo di ricerca dell'Università di Ginevra sotto la direzione del prof. Nenad Stojanović, in collaborazione con la Città di Bellinzona, ed è finanziato dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica. Il compito dei partecipanti è esaminare criticamente gli argomenti presentati dai favorevoli e dai contrari nel contesto di una votazione popolare e scrivere un breve rapporto che sarà inviato a tutti i votanti per aiutarli a formare la loro opinione sul tema. Il forum cittadino di Bellinzona si occuperà di analizzare uno dei temi in votazione federale il 27 novembre 2022 (ad esempio un referendum o un’iniziativa popolare). Qualora non dovesse esserci alcun oggetto su cui votare il 27 novembre, il forum sarà rinviato in occasione della votazione federale successiva prevista per il 13 marzo 2023.

Su 2'000 cittadini ne verranno scelti 22 - Nei prossimi giorni 2'000 cittadini bellinzonesi dai 16 anni d’età che sono stati estratti a sorte riceveranno per posta la lettera in cui viene presentato “demoscan”. Essi hanno la possibilità di iscriversi al forum cittadino: tra tutti coloro che annunceranno il proprio interesse verranno poi scelte 22 persone durante il sorteggio finale previsto l’8 giugno durante un appuntamento pubblico a Palazzo civico. Il sorteggio finale sarà di tipo “stratificato”, si baserà cioè sul caso tenendo però in considerazione alcuni criteri di rappresentatività (ad esempio per garantire la parità di genere). Per incentivare la partecipazione civica di persone che non sono già attive in politica, chi è in carica o in passato è stato eletto in un gremio a livello comunale, cantonale o federale, così come coloro che fanno parte di organi direttivi dei partiti, non possono fare parte del forum.

L’esercizio vero e proprio di discussione dei temi sarà effettuato nel mese di settembre 2022, quando il gruppo di 22 cittadini si riunirà per due fine settimana (in totale quattro giorni). 

NOTIZIE PIÙ LETTE