Immobili
Veicoli

CANTONENuovo aumento dei premi: «Che ne pensa Berna?»

02.06.20 - 19:04
Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri sull'ipotizzato rincaro delle casse malati per il 2021.
Tipress
Nuovo aumento dei premi: «Che ne pensa Berna?»
Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri sull'ipotizzato rincaro delle casse malati per il 2021.
Il bilancio dei costi in questi primi sei mesi dell'anno è positivo per gli assicuratori. «Aumentare il costo dei premi sarebbe insostenibile per molte economie domestiche».

BELLINZONA - Il tema delle casse malati e dell'aumento dei premi conseguente all'epidemia di coronavirus finisce in un'interpellanza al Consiglio federale firmata dal deputato ticinese della Lega Lorenzo Quadri. «È assodato che una pandemia - ricorda il Consigliere nazionale - genera dei costi sanitari, tuttavia, in contemporanea a essa, si è assistito, negli scorsi due mesi, a una riduzione sensibile dell’attività della medicina generale sia per il settore stazionario che per quello ambulatoriale».

Quadri ricorda che gli ospedali hanno registrato deficit e gli studi medici sono stati quasi fermi, mentre si è assistito, al «difficilmente spiegabile» fenomeno della diminuzione degli ictus e degli infarti, con conseguente riduzione dei ricoveri in cure intense, notoriamente costosi. «Gli esperti - sottolinea il deputato leghista - confermano che nei primi sei mesi dell’anno il bilancio tra i minori costi della medicina "normale" e quelli causati dal Covid-19 tornerà certamente a vantaggio degli assicuratori malattia. L’andamento della seconda parte dell’anno è ovviamente ignoto, ma non sarà possibile recuperare tutti gli interventi (compresi quelli elettivi) che non sono stati effettuati nella prima».

Le casse malati si troveranno quindi a «spendere meno di quanto avevano preventivato» per l’anno 2020. Inoltre, gli stessi assicuratori malattia «hanno promesso che i costi generati dalla pandemia Covid-19 sarebbero stati coperti utilizzando le riserve in esubero, quindi senza incidenza sui premi». Poiché la pandemia sta già generando, oltre all’allarme sanitario, «una pesante crisi economica con conseguente disoccupazione e povertà», secondo Quadri un aumento dei premi di cassa malati sarebbe «insostenibile per molte economie domestiche».

Per questo motivo il deputato leghista vuole una risposta chiara dal Consiglio federale alle seguenti domande:

Il Consiglio federale intende assicurarsi che le casse malati mantengano la promessa di coprire i costi generati dalla pandemia con le riserve in esubero?

Come reagirebbe il Governo davanti a un tentativo degli assicuratori malattia di aumentare i premi 2021 col pretesto del coronavirus?

Per contenere i contagi si propone un maggiore utilizzo dei tamponi. È intenzione del Consiglio federale attivarsi presso gli assicuratori malattia affinché i costi dei tamponi - onde evitare che i cittadini non si sottopongano agli esami per non dover contribuire alla spesa - vengano interamente coperti dalle casse malati, utilizzando sempre le riserve in esubero?

COMMENTI
 
sassiluca 2 anni fa su tio
In più questa volta hanno anche la scusa del covid
gluvi 2 anni fa su tio
meglio le interpellanze di Quadri ,che il bel tacer di DE Rosa
roma 2 anni fa su tio
...avanti con la cassa malati unica.
Canis Majoris 2 anni fa su tio
Dovremmo tutti in massa non pagare più un centesimo a queste cavolo di casse! Ogni cassa ha una marea di personale dirigente che costa una botta... miliardi di riserve... ma che vadano a f.....
Marta 2 anni fa su tio
bisognerebbe mettersi tutti d'accordo e smetterla di pagare i premi alle casse malati... e poi vedere di nascosto l'effetto che fa
SSG 2 anni fa su tio
per poi piangere quando si ha bisogno… e guardare l'effetto che fa! Anzi basta già guardare in altre nazioni
Um999 2 anni fa su tio
Siii dai ancora un aumento cosa volete che faccia? Oltre che già messi a 90° cosa ci fanno fare la posizione dei 180°.
seo56 2 anni fa su tio
Mi auguro di no
clerm 2 anni fa su tio
Beh Marco17, il "politicante più inutile della Svizzera" ha comunque posto delle legittime domande alle quali siamo tutti interessati alla risposta, te compreso. A meno che a te non tocchi il fatto che già oggi e senza pensare a eventuali aumenti dovuti a chissà quale causa (di regola le casse malati se la trovano ogni anno direi!), i premi di cassa malati incidano non poco sulle nostre spese.
marco17 2 anni fa su tio
Aumento o no, non sono le interpellanze di Q. (che sa fare solo quello) che cambieranno qualcosa. L'unica soluzione è un'assicurazione solidale, ossia premi in funzione del reddito, mentre ora un milardario e un disoccupato pagano lo stesso premio. Il resto sono chiacchiere per gente come Q.
Fufabi 2 anni fa su tio
Perché pagare diversamente quando si riceve lo stesso servizio?
Mattiatr 2 anni fa su tio
Per avere una soluzione bisogna conoscere il problema. Te sapresti dirmi qual'è? Non accetto: ''paghiamo troppo'', ''non è giusto'' o altro. Prima di sparare soluzioni a caso non sarebbe male sapere a quanto ammonta la spesa sanitaria per cantone, quali settori sono più onerosi, come è dimensionato il sistema per la popolazione o come vengono gestiti i finanziamenti. Non essendoci una chiara informazione a riguardo sarebbe sufficiente creare delle categorie di spesa nel settore sanitario, analizzare tutti i dati ottenuti e poi dopo farsi un'idea. Inoltre basta con sta storia del disoccupato e del milionario visto che il primo riceve soldi dallo stato e il secondo li da.
Blobloblo 2 anni fa su tio
Perché ti aumenta il premio anche se non vai dal dottore? O meglio, perché aumenta il premio anche se non usufruisco di quel servizio???
marco17 2 anni fa su tio
Perché è come un'imposta e perché e come un servizio pubblico. E le imposte in un sistema di giustizia sociale sono proporzionali alle capacità economiche del contribuente. E un servizio pubblico lo pagano anche coloro che non ne usufruiscono: anche chi non ha figli contribuisce con le sue imposte alle spese scolastiche.
marco17 2 anni fa su tio
Pur di mettersi in mostra, il politicante più inutile della Svizzera fa interpellanze su ipotesi. Penoso e ridicolo.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO