Tipress
MENDRISIO
29.05.2020 - 15:350
Aggiornamento : 17:00

Pronto soccorso pediatrico aperto sei ore in meno: «A che gioco giochiamo?»

I tre granconsiglieri PPD del Mendrisiotto interpellano il governo sulla paventata diminuzione d'orario all'OBV

Secondo la direzione dell'ospedale, che ha preso la decisione, essa sarebbe stata confermata anche dal DSS. Fonio: «Abbiamo qualche dubbio al riguardo».

MENDRISIO - La paventata decisione di diminuire l'orario di apertura del Pronto soccorso pediatrico all'Ospedale Beata Vergine (OBV) di Mendrisio non è andata giù ai tre granconsiglieri PPD della regione. Maurizio Agustoni, Giorgio Fonio e Luca Pagani - tramite un'interpellanza urgente - hanno infatti chiesto lumi al Governo in merito a una «manovra» che intende «tagliare l’offerta sanitaria nel Mendrisiotto».

I tre deputati partono ricordando che prima dell'emergenza Covid-19 il pronto soccorso era aperto sette giorni alla settimana dalle 7 alle 23 e che durante la pandemia il servizio era stato addirittura esteso a 24 ore su 24. «Con il lento rientro alla normalità - precisano i tre granconsiglieri momò - ci potevamo attendere un ritorno alla precedente fascia orario». Ma così pare non essere. «La direzione dell’OBV ha comunicato alle collaboratrici e ai collaboratori dell’ospedale che il pronto soccorso pediatrico sarebbe stato aperto unicamente dalle 10 alle 20». Ovvero sei ore in meno al giorno rispetto alla situazione pre-Covid-19. «In percentuale una riduzione del 37.5% sull'orario di apertura». Ma non è finita qui. Perché, secondo i vertici dell'OBV, questa scelta sarebbe stata orchestrata con il beneplacito del DSS. «Su questo ultimo punto - precisano Agustoni, Fonio e Pagani - ci permettiamo di esprimere qualche dubbio» vista anche «la sensibilità nei confronti del Mendrisiotto» dimostrata da Raffaele De Rosa durante il dibattito sui conti dell’EOC.

Poi, i tre deputati, promettono battaglia. «È bene chiarire che questi tentativi ci troveranno sempre vigili e contrari, perché in discussione c’è un bene prezioso e insostituibile come la salute delle cittadine e dei cittadini del Mendrisiotto». 

Per questi motivi, Agustoni, Fonio e Pagani hanno deciso di porre al Consiglio di Stato le seguenti cinque, fondamentali, domande:

- È vero che la direzione dell’OBV ha deciso di ridurre gli orari del pronto soccorso pediatrico?
- È vero che questa decisione è stata confermata dal DSS?
- Il Consiglio di Stato condivide la decisione di ridurre gli orari del pronto soccorso pediatrico?
 - Se sì, sulla base di quali elementi?
- Se no, quali passi intende intraprendere, in particolare nei confronti della direzione dell’OBV, per ristabilire gli orari del pronto soccorso pediatrico?

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Sabrina Lurati 1 mese fa su fb
Riduzione orario del PS pediatrico, spostamento di ostetricia a Lugano, vogliono far diventare l OBV ospedale geriatrico? 🤬
Evry 1 mese fa su tio
Ma cosa vi aspettavate ???
bimbogimbo 1 mese fa su tio
O cavolo... se le cose stanno cosi, forse per la prima volta, concordo con i PPDinini. Assurdo ridurre l’orario del pronto soccorso pediatrico, anche se i miei figli iniziano ormai ad essere grandicelli...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-02 12:15:40 | 91.208.130.85