Ti Press
CANTONE
28.11.2019 - 06:370

Materiale di voto in ritardo, presentato il ricorso al Tram

L'avvocato Gianluca Padlina vuole fare chiarezza sul ballottaggio che ha visto Marina Carobbio superare Filippo Lombardi per 46 voti

di Redazione

BELLINZONA - L'avvocato Gianluca Padlina ha deciso di presentare ricorso al Tribunale amministrativo cantonale (Tram) per far luce sull'invio del materiale di voto ai ticinesi residenti all'estero. L'avvocato momò vuole fare chiarezza sul ballottaggio per il Consiglio degli Stati dello scorso 17 novembre che ha visto Marina Carobbio (PS) superare Filippo Lombardi (PPD) per soli 46 voti di scarto.

Diversi residenti all’estero lamentano infatti di aver ricevuto le schede troppo tardi per poter esprimere le loro preferenze. Altri ancora sostengono che qualche busta, seppur spedita in tempo, sia arrivata dopo il 20 novembre.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-05 21:14:06 | 91.208.130.89