TiPress
LUGANO
25.05.2018 - 15:550

“Inverno in tasca”: supporto anche da Lugano?

PS e PC si rivolgono al Municipio per capire se intende seguire l’esempio di Bellinzona, Paradiso e Locarno

LUGANO - Il progetto “Inverno in tasca” è attualmente in fase di lancio e partirà a condizione che entro il 30 giugno saranno sottoscritte almeno 25'000 adesioni.

A titolo di incentivo, la città di Bellinzona verserà ai domiciliati dei tredici quartieri che vi avranno aderito, un sussidio. Anche il Comune di Paradiso parteciperà al costo di ogni abbonamento sottoscritto dai propri cittadini.

Simona Buri (PS), Demis Fumasoli (PC) e Antonio Bassi (PS) si rivolgono al Municipio di Lugano con un’interrogazione per capire se anche la Città intenda partecipare alla promozione di “Inverno in tasca”.

1. Considerando che anche la nostra Città ogni anno sostiene dei costi legati all’acquisto degli abbonamenti per gli impianti di risalita destinati agli allievi durante le “settimane bianche” e “settimane verdi”, a parità di costi, potrebbe partecipare alla promozione di “Inverno in tasca” ottenendo un numero fisso di abbonamenti non nominativi utilizzabili solo per le scuole e i suoi allievi? Cosa ne pensa il Municipio? Questa possibilità è già stata valutata?

2. Per tutti i cittadini domiciliati ed interessati ad “Inverno in tasca” invece, il Municipio, ha già pensato di dare sostegno al progetto versandogli un contributo? Se sì, in che modo?

3. Quando altre città del Cantone si attivano a sostegno di progetti a favore della popolazione e del territorio, la Città di Lugano rimane alla finestra (come in questo caso), in attesa di atti parlamentari o ha collaboratori/funzionari che valutano queste operazioni?


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 03:47:43 | 91.208.130.89