Cerca e trova immobili

CANTONEFurti e danneggiamenti, cinque arresti nel fine settimana 

19.12.22 - 15:36
Dal colpo nel salone di parrucchiere ed estetica ai furti di bici o nell'auto parcheggiata.
Tipress
Furti e danneggiamenti, cinque arresti nel fine settimana 
Dal colpo nel salone di parrucchiere ed estetica ai furti di bici o nell'auto parcheggiata.

BELLINZONA - Nel corso del fine settimana sono 5 le persone finite in manette per diversi furti avvenuti sul territorio cantonale. 

Il primo arresto (un 46enne cittadino svizzero residente nel Mendrisiotto) è scattato nella notte tra sabato 17 e domenica 18 dicembre in territorio di Chiasso.

L'uomo è sospettato di essersi introdotto con la forza in due saloni di parrucchiere ed estetica nonché in un esercizio pubblico, sottraendo denaro contante. Le ipotesi di reato a suo carico sono quelle di furto, danneggiamento e violazione di domicilio.

Il medesimo giorno, dopo la segnalazione partita da un'agenzia di sicurezza privata, sono stati arrestati a Viganello e a Chiasso due cittadini marocchini richiedenti l'asilo e un cittadino algerino, tutti soggiornanti a Chiasso. I tre sono accusati di aver sottratto tre biciclette elettriche e un monopattino elettrico nonché di aver infranto il finestrino di un'auto per rubare degli oggetti di valore. Le ipotesi di reato sono quelle di furto, danneggiamento e violazione di domicilio.

Sempre il 18 dicembre è stato infine arrestato un 24enne cittadino marocchino richiedente l'asilo. In base alle ricostruzioni, l'uomo era riuscito a introdursi in una vettura trovata aperta nell'area di una stazione di servizio del Bellinzonese, sottraendo un telefono cellulare, oggetti di valore, una borsa e un borsellino, per poi tentare di prelevare da un bancomat con la carta appena rubata. L'uomo è stato rintracciato e fermato nei pressi della stazione di Chiasso. Gli addebiti a suo carico sono quelli di furto, danneggiamento e abuso di un impianto per l'elaborazione di dati.

Le tre inchieste sono coordinate dal Procuratore pubblico Simone Barca.

La Polizia cantonale, in collaborazione con le Polizie comunali, la Polizia dei trasporti e l'Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC), è attiva fino al 24 dicembre con l'operazione PREVENA, con l'obiettivo di aumentare la sicurezza della popolazione in questo particolare momento dell'anno grazie a una presenza accresciuta e capillare di forze dell'ordine su tutto il territorio.

Come difendersi...

...durante gli acquisti e gli spostamenti a piedi:

    • evitare, nel limite del possibile, di portare con sé somme consistenti di denaro in contanti e utilizzare preferibilmente le carte di credito;
    • custodire il portamonete nelle tasche anteriori dei pantaloni o in quelle interne della giacca;
    • portare sempre le borse a contatto con il corpo e preferibilmente sul davanti e ben chiuse;
    • mai tenere nello stesso posto le carte bancarie/postali e i codici per il loro utilizzo. Se possibile non conservare i codici per iscritto;
    • prestare attenzione quando qualcuno vi urta nella folla (spesso gli autori di furti e borseggi provocano lo scontro per distrarre le vittime e sottrarre loro denaro e altri valori).

...nelle abitazioni:

    • chiudere accuratamente tutte le porte e finestre prima di uscire di casa, evitando di lasciare chiari indizi dell'assenza: biglietti sulla porta, luci spente in casa e indicazioni sui social media;
    • depositare gli oggetti di valore e i documenti importanti in una cassetta di sicurezza della banca;
    • evitare di nascondere le chiavi di casa sotto lo zerbino, dietro i vasi per i fiori o nella bucalettere;
    • simulare una presenza all’interno dell’abitazione.

...online:

    • diffidate di offerte troppo vantaggiose;
    • se i siti di acquisto non sono conosciuti, eseguite una verifica sulla loro qualità anche attraverso le recensioni online di altri utenti o negli appositi siti internet di verifica;
    • se un oggetto risulta introvabile in negozio e invece online vi è disponibilità, fate attenzione agli effettivi termini di consegna e alla loro garanzia.
COMMENTI
 

sirio 1 anno fa su tio
Mettiamoli a fare lavori pubblici, pulite graffiti, pulire boschi ecc poi passerá loro la voglia di commettere furti

Gianca_Zurzi 1 anno fa su tio
Basta! Vogliamo il muro intorno al Ticino con i poliziotti Huber a pattugliare

Isone 1 anno fa su tio
Tutta bella gente, tutti integrati, tutti con la voglia di portare il loro contributo alla nazione che li accoglie malgrado non scappino da nessuna guerra e da nessun regime dittatoriale. Poi ci si meraviglia se il popolino non li capisce e non li accetta ... P.S. Per il cittadino svizzero: si dovrebbe anche vedere se è svizzero solo sulla carta, e comunque le mele marce ci sono anche da noi, ma molto molto meno che non le mele marce di importazione.

Evry 1 anno fa su tio
Avanti, spalancate le porte a tutti quei delinquenti rifiuti di tutte le altre Nazioni

Princi 1 anno fa su tio
all mattino li fermano il pomeriggio li rilasciano , vergognoso

tormar 1 anno fa su tio
Ma dai??? Richiedenti d’asilo???? Ma no, è povera gente, hanno bisogno di sostegno, di integrità, nel loro paese c’è la guerra, povertà, bla bla bla. Mi fermo qui 😡

Fragolina6005 1 anno fa su tio
Al primo volo ed rispedirli, nel desserto.. Ma io no so cosa aspetta il governo a chiudere baracca ed no fare più carità a sti delinquenti, tutti uguali

centauro 1 anno fa su tio
Risposta a Fragolina6005
Ma....nel desserto, prendono il dolce?

Chris_El_Suizo 1 anno fa su tio
Nessun marocchino o algerino è un vero richiedente d’asilo, sono tutti immigrati illegali con motivo economico e la maggioranza sono delinquenti, rispedire a casa col primo volo e annullare ogni richiesta d’asilo presentata da nordafricani, questa è l’unica soluzione logica ed efficace!

Pensopositivo 1 anno fa su tio
Risposta a Chris_El_Suizo
Non é corretto dire che la maggioranza sono delinquenti Chris o hai in mano le statistiche...? Bisogna punire quelli che commettono reato sia che svizzeri, marocchini o quant'altro... Certe notizie non dovresti leggerle giá che solo aumenteranno il tuo astio verso i nordafricani , che per quel che mi riguarda , se rispettano le leggi sono i benvenuti , como lo sei tu in Spagna...(resta lì comunque e non metterti in politica per favore ,che ne abbiamo già abbastanza nell' UDC o nella Lega del tuo stampo...).

Chris_El_Suizo 1 anno fa su tio
Risposta a Pensopositivo
Non preoccuparti che in Svizzera a vivere non ci torno manco se mi puntano un fucile e in politica men che meno in un paese dove il governo si basa su un assurda “formula magica”, io in politica mi ci metto appena divento cittadino spagnolo e mi ci metto con VOX, perfortuna manca poco! Per quanto riguarda i nordafricani leggi le notizie e ti basta, in Spagna ogni secondo crimine violento ( stupri, omicidi ecc…) è commesso da magrbini e nei furti sono i re indiscussi, tutti quanti pura feccia da rispedire al mittente!

Ascpis 1 anno fa su tio
Risposta a Chris_El_Suizo
Parole sante!!! Purtroppo i buonisti hanno le fette di salame sugli occhi o fanno i moralisti perché di moda!!!

Atomic 1 anno fa su tio
Come difenderci ? Schedare per bene . Rispedire al mittente con rito abbreviato , oggi rubi domani sei in Marocco e se torni 20 anni . E per il cittadino svizzero una pacca sulla spalla come al solito e via .

dan007 1 anno fa su tio
Infatti resta che la gente al telefono e sempre pericolosa e la sola multa che approvo peggio se manda sms

Eritos 1 anno fa su tio
Polizia troppo impegnata a fare controlli radar

Roger1980 1 anno fa su tio
Risposta a Eritos
Mi stai dicendo che sei stato tu a fare i fermi e gli arresti, quindi?

Ascpis 1 anno fa su tio
Risposta a Eritos
Che somaro!! E chi li ha fatti gli arresti??

MrBlack 1 anno fa su tio
Risposta a Eritos
Tu impegnati a rispettare i limiti ed avrai meno bisogno di piagnucolare scrivendo frasi senza senso.
NOTIZIE PIÙ LETTE