Frane e allagamenti, persone evacuate e strade chiuse (e poi riaperte, ma non tutte)
TIPRESS
I danni causati dal maltempo che ha colpito ieri sera il Bellinzonese e il Locarnese.
+18
CANTONE
08.08.2021 - 08:060
Aggiornamento : 17:05

Frane e allagamenti, persone evacuate e strade chiuse (e poi riaperte, ma non tutte)

La Polizia cantonale ha stilato un primo bilancio dell'ondata che ieri sera ha colpito Bellinzonese e Locarnese

BELLINZONA - La Polizia cantonale ha fornito questa mattina un riepilogo dei principali problemi causati dall'ondata di maltempo che nelle scorse ore ha colpito il Bellinzonese e il Locarnese.

Si sono registrati numerosi allagamenti e franamenti, che hanno portato alla chiusura di strade e all'evacuazione di persone. Quattro persone hanno dovuto lasciare un'abitazione di via Rampighetta a Lumino, a causa del materiale fuoriuscito da una vasca di contenimento.  Non si lamentano feriti, ingenti per contro i danni alle strutture. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale, i pompieri di Bellinzona, la Protezione civile, imprese private e gli addetti AMB per il ripristino dell'elettricità. 

Per quanto riguarda la situazione viaria la A13 a Castione è stata riaperta. Lo stesso vale per la strada cantonale tra Quartino e Riazzino e per via Zorzi a Bellinzona, mentre rimane ancora chiuso viale Olgiati a Giubiasco. L'acqua ha invaso anche l'asilo del Palasio.

TIPRESS
Guarda tutte le 22 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 16:59:27 | 91.208.130.86