Immobili
Veicoli

CONFINE«Nulla da dichiarare» e sei orologi di lusso nascosti in auto

15.07.21 - 07:11
Il loro valore è stato stimato in circa 35'000 euro. L'uomo è stato segnalato alle autorità italiane per contrabbando.
Guardia di Finanza - Como
«Nulla da dichiarare» e sei orologi di lusso nascosti in auto
Il loro valore è stato stimato in circa 35'000 euro. L'uomo è stato segnalato alle autorità italiane per contrabbando.
Gli orologi, le custodie e i certificati di garanzia erano stati prelevati in Svizzera per essere rivenduti ad appassionati del settore.

RONAGO - «Nulla da dichiarare», ma in realtà non era proprio così. Protagonista della vicenda, accaduta in questi giorni e resa nota oggi dalla Guardia di Finanza di Como, è un cittadino italiano, accusato di contrabbando dalla Svizzera.

L'uomo - residente nella Provincia di Lucca e titolare di un'azienda attiva nel settore degli orologi e dei preziosi - è stato fermato dalle Fiamme Gialle a Ronago per un controllo di routine sulla fascia di confine tra il Ticino e la vicina Italia. Ha dichiarato di non avere merce con sé, ma non ha saputo dare una spiegazione plausibile al viaggio dalla Toscana fino al territorio comasco.

È sorto così il sospetto nei finanzieri che l'uomo potesse trasportare in auto con sé qualche tipo di merce. E il sospetto si è trasformato in certezza con l'ispezione del veicolo, all'interno del quale sono stati trovati sei orologi di «una prestigiosa marca» occultati in diverse parti dell'auto, tra i quali anche due edizioni limitate, prodotte in occasione di note competizioni sportive. Il valore? Stimato in circa 35'000 euro.

Gli orologi, le custodie e i certificati di garanzia erano stati prelevati in Svizzera con il probabile intento, scrivono le Fiamme Gialli, di rivendere il tutto ad appassionati del settore «in frode ai vincoli doganali e fiscali». La merce è stata sequestrata e l'uomo è stato segnalato all'Agenzia delle Dogane per contrabbando.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO