Immobili
Veicoli
Tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
4 min
Altri 35'000 posti a sedere per Ascensione e Pentecoste
Nei due weekend sono previsti venticinque treni speciali da e per il Ticino
FOTO
CANTONE
1 ora
Altro passo verso una (eventuale) aggregazione del Basso Mendrisiotto
Il consigliere di Stato ha incontrato gli Esecutivi di Balerna, Breggia, Chiasso, Morbio Inferiore, Novazzano e Vacallo.
VALMARA
1 ora
Daniele Maffei lascia il Municipio
L'ex sindaco di Melano ambiva al sindacato del neonato comune di Valmara. Ma è stato superato da Jean-Claude Binaghi
CANTONE
1 ora
Il Passo del San Gottardo riapre venerdì
Dal prossimo 20 maggio alle 16 lo si potrà nuovamente percorrere in alternativa alla galleria autostradale
CANTONE
2 ore
Calici in alto: torna Cantine aperte
L'evento si svolgerà questo weekend nel Sottoceneri e il prossimo nel Sopraceneri.
RIVA SAN VITALE
2 ore
Riva avrà il suo nido d'infanzia
Il Consiglio comunale ha approvato l'accordo per la gestione della struttura che sarà disponibile dal gennaio 2023
PONTE CHIASSO
2 ore
Gelosia in pizzeria, spunta un coltello
Una mezza dozzina di persone coinvolte in una rissa a Ponte Chiasso
CANTONE
3 ore
In Ticino 113 nuovi casi positivi
Tendenza stabile negli ospedali, dove al momento sono ricoverate 69 persone con sintomi da Covid-19
CANTONE / URI
3 ore
San Gottardo: galleria chiusa temporaneamente
Il TCS ha segnalato un incidente. Dopo circa mezzora il tunnel è stato riaperto.
LUGANO
4 ore
Voci di donne contro la guerra
Incontro al Palazzo dei Congressi giovedì sera, in collegamento un'attivista russa e una rifugiata ucraina
CANTONE
22.01.2021 - 14:200

Crediti Covid-19 usati per spese personali: due arresti

I due hanno percepito - fornendo, si sospetta, informazioni false - oltre un milione e mezzo di franchi

BELLINZONA - Due imprenditori italiani, entrambi residenti nel Sottoceneri, sono stati arrestati in relazione ad alcune irregolarità legate ai crediti Covid-19.

I due, rendono noto la Polizia cantonale e il Ministero pubblico in un comunicato, sono gravemente sospettati di aver fornito a più riprese nel corso della seconda metà del 2020 false informazioni al fine di ottenere più crediti Covid-19 garantiti dalla Confederazione per un importo complessivo di oltre un milione e mezzo di franchi.

Il denaro sarebbe poi stato utilizzato per scopi estranei a quanto stabilito dall'Ordinanza sulle fideiussioni solidali Covid-19 e, in particolare, per far fronte a spese personali. Ulteriori accertamenti sono tuttora in corso.

Le principali ipotesi di reato nei confronti dei due sono quelle di ripetuta truffa e ripetuta falsità in documenti. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Daniele Galliano.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas56 1 anno fa su tio
Se hanno potuto farlo, è perchè a monte hanno avuto complici, inutili girarci intorno. Con la buona volonta' non sara' difficile scoprire il o i solerti funzionari che si sono prodigati per aiutare questi farabutti ; ma penso che arriveranno le solite camionate di sabbia.
F/A-19 1 anno fa su tio
La domanda è: tra 4 anni i rimborsi vanno ritornati, chi sarà in grado di ritornarli? Da mie informazioni presso ditte ed artigiani vari quei soldi non ci sono già più, sarà già bello se tra 4 anni queste ditte ed artigiani ci saranno ancora e se ci saranno come faranno a restituire? Falliranno tutti? Chi sarà in grado di restituire a mio avviso saranno quei pochi virtuosi che a lavorare in Ticino problemi non ne hanno mai avuti perché i lavori gli arrivano un’auto mantico per via dei soliti agganci. Un tassello in più per capire perché si insiste con queste chiusure comandate dall’alto. Sveglia e buona domenica a tutti, privilegiati e poveri cristi.
Evry 1 anno fa su tio
questo sono le conseguenze della responsabilità di certi amministratori....... aprite gli occhi e licenziateli subito, auguri e coraggio
Evry 1 anno fa su tio
Ma come è possibile stanziare dei sussidi FEDERALI pagati da tutti noi contribuenti a due ....... stranieri senza chiedere le credenziali ???? il responsabile va messo sotto il torchio, si tratta evenztualmente anche lui di questa stirpe ??? Agire con responsabilità, grazie
Filo11 1 anno fa su tio
🖕
Yoebar 1 anno fa su tio
Era ovvio e logico che vi erano e ci sono persone che ne approfittano, intanto qui in Svizzera non gli fanno nulla.......
dan007 1 anno fa su tio
Si poi noi che lavoriamo con società trasparenti non fasulle ci tartassano di moduli da riempire giustificativi e quanto altro secondo me devono c’è poca trasparenza a livello finanziario contabile le sole lève dove si può sono valutare le società, le fiduciarie se ne fregano. siamo l’eldorado dei furbi
egi47 1 anno fa su tio
Come si fa a dare un milione e mezzo di franchi, oltretutto a imprenditori che non sono neanche Svizzeri?. Dimenticavo che anche lo stilista aveva ricevuto un bel gruzzolo di franchetti e il giorno dopo aveva licenziato 34 dipendenti e va in giro con auto da 300 mila franchi. Complimenti.
Giulietto 1 anno fa su tio
Hahaha se sei in assistenza ti contestano anche i 5 chf, se rubi 1,5 milioni e ti puoi permettere un buon avvocato tutto finirà a tarallucci e vino e i soldi nostri saranno svaniti per sempre! Complimenti! applausi
volabas56 1 anno fa su tio
Italy import
Ray 1 anno fa su tio
Ecco altri due che ora si sottoporranno a tutta la trafila, giudici, avvocati, tribunali, ecc, e poi tra qualche mese saranno di nuovo al lavoro come niente fosse, dopo aver cambiato il nome delle società....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-17 13:23:20 | 91.208.130.89