Foto Ti Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
«Sfiorata la reclusione per i vecchi»
Un anno di Covid sotto la lente di Giampaolo Cereghetti, presidente dell’ATTE: «Giovani non abituati all'incertezza».
BELLINZONA
1 ora
Il reato diventa pubblico se sei in lista
Elezioni comunali: in aumento i candidati al Municipio con “scheletri nell’armadio”. Colpa soprattutto di Via Sicura.
FOTO E VIDEO
LUGANO
10 ore
Materiale e sterpaglie in fiamme a Cadro
L'incendio è divampato all'esterno di uno stabile adibito a magazzino.
CANTONE
12 ore
La "fabbrica" dei collaudi va fuorigiri
Il Governo garantisce il rispetto dei piani di protezione, ma i collaboratori parlano di ritmi quasi pre-pandemici
MENDRISIO
14 ore
Càvea Festival, gli organizzatori gettano di nuovo la spugna
Per il secondo anno consecutivo le cave di Arzo rimarranno senza musica. L'attesa terza edizione non ci sarà.
CANTONE
15 ore
Il collocatore volontario funziona
Il primo bilancio di Ticino&Lavoro sembra essere positivo
BELLINZONA
19 ore
Ecco come sarà il nuovo Pretorio
Il Consiglio di Stato chiede al Parlamento un credito di 43 milioni e 420mila franchi per ristrutturazione e ampliamento
FOTO
BREGGIA
19 ore
Gli alberi se ne vanno per poi tornare
Nell'ambito della valorizzazione della piazza di Cabbio è iniziato lo spostamento di tigli e platani
STABIO
19 ore
Passi avanti per migliorare la sicurezza pedonale
Poco sicuro l'attraversamento che porta alla fermata ferroviaria delle FFS
CANTONE
19 ore
L'autostrada A2 si prepara per il semisvincolo
Al via i lavori per il risanamento globale del tratto compreso tra gli svincoli di Bellinzona Nord e Bellinzona Sud
FOTO E VIDEO
BRISSAGO
20 ore
Come ti salvo l'Isolino dalle neofite invasive
Le specie alloctone avevano colonizzato l'Isola dei conigli, ma un intervento mirato le ha estirpate.
LUGANO
20 ore
Incidente a Savosa, danni per una Smart
L’automobilista ha riportato ferite leggere
CANTONE
21 ore
Covid: 44 positivi e 7 ricoveri
Il tasso di riproduzione Rt è dell'1,09. Sono 156 su 100mila le persone positive negli ultimi 14 giorni
LUGANO
31.07.2014 - 16:540
Aggiornamento : 23.11.2014 - 14:16

Gli Ecocentri non accetteranno più eternit

Nuova disposizione da parte del Municipio

LUGANO - Gli Ecocentri della città di Lugano non accetteranno più materiale in eternit. La decisione è stata presa dal Municipio di Lugano che si è chinato sul tema inerente allo smaltimento di materiali in fibrocemento contenente amianto (eternit).

Come ci riferiscono dagli uffici del Dicastero Servizi Urbani, fino a ieri gli ecocentri hanno accettato il materiale edile, ma le consegne da parte dei cittadini sono aumentate notevolmente, al punto che gli spazi disponibili non riescono più a provvedere alla raccolta e al successivo smaltimento del prodotto. Per cui è giunta la decisione del Municipio, che tra l'altro risponde anche alle disposizioni cantonali vigenti, secondo cui i materiali in eternit devono essere consegnati presso le discariche autorizzate per materiali inerti, mentre gli Ecocentri della Città non rientrano in questa categoria.

 

Gli operatori degli Ecocentri nei prossimi giorni saranno disponibili per eventuali delucidazioni ai cittadini. Il materiale dunque dovrà essere smaltito come materiale inerte. Ulteriori informazioni sul tema sono inoltre reperibili visitando i seguenti siti:

ReteInfo Amianto: www.ti.ch/reteinfoamianto;

SUVA: www.suva.ch;

Ufficio Rifiuti e Siti Inquinati: www.ti.ch/gestione-rifiuti.

 

Eternit - L'Eternit (della ditta omonima) è un fibrocemento contenente amianto fortemente agglomerato (FA) nel quale le fibre nocive sono saldamente agglomerate in una matrice cementizia. In passato è stato utilizzato ad esempio per i rivestimenti di facciate, le condotte di aerazione, i manufatti stampati, le lastre ondulate sui tetti, tubazioni e canalizzazioni. Se il materiale di copertura in lastre d'Eternit è ancora in buono stato (per esempio: non danneggiato meccanicamente o fortemente usurato da agenti atmosferici) non è necessario rimuoverlo prima del tempo (normale sostituzione).

 

Le coperture in cattivo stato potrebbero rilasciare fibre d'amianto sotto l'azione del vento, tuttavia il pericolo di un'esposizione dannosa per la salute è molto remoto quando l'erosione avviene sulla parte esterna degli edifici e se non vi è contatto con gruppi a rischio (per es. bambini che possono giocare o entrare in contatto con detti materiali).

In tutti i casi, si raccomanda un controllo visivo regolare dello stato del materiale. Nel caso di eventi particolari (es: incendio, rottura dovuta a grandine) può essere utile o necessario ricorrere al giudizio di un esperto. Particolare attenzione è necessaria anche nel caso si desiderino effettuare interventi di pulizia.

La manipolazione in caso di asportazione o sostituzione va fatta con le necessarie precauzioni per evitare di sviluppare polvere con amianto e per proteggersi dalla stessa (consigli pratici).

Il materiale deve essere consegnato a una discarica per materiali inerti autorizzata che provvederà a smaltirlo, fatturando il servizio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-03 07:23:02 | 91.208.130.89