Cerca e trova immobili

LOCARNOMarco Solari d'oro e presto "cittadino onorario"

19.09.23 - 15:16
Il Municipio al completo ha incontrato l’ex presidente del Locarno Film Festival, invitandolo a firmare il Libro d'oro della Città.
Città di Locarno
Fonte Città di Locarno
Marco Solari d'oro e presto "cittadino onorario"
Il Municipio al completo ha incontrato l’ex presidente del Locarno Film Festival, invitandolo a firmare il Libro d'oro della Città.

LOCARNO - Appuntamento davvero speciale a Palazzo Marcacci. Il Municipio al completo ha infatti incontrato questa mattina l’ex presidente del Locarno Film Festival, Marco Solari, invitandolo dapprima ad apporre la propria firma sul Libro d’oro della Città. E poi, nella convinzione di fare a lui una gradita sorpresa, ma anche di compiere un gesto dovuto per tutto quanto fatto da Marco Solari a favore della Città, l’Esecutivo gli ha consegnato il messaggio appena firmato, con il quale lo propone come cittadino onorario.

Il Luganese innamorato di Locarno - In effetti lo stesso Solari si è sempre definito un «luganese innamorato di Locarno», e nei suoi 23 anni di presidenza è riuscito a far innamorare della città personaggi e persone di tutto il mondo. E di riflesso, grazie anche alla sua verve che da sempre lo contraddistingue assieme alla già citata concretezza, anche i locarnesi si sono innamorati di lui. «Per questo - precisa il Municipio in una nota - abbiamo ritenuto doveroso non solo proporgli di apporre la propria firma sul Libro d’oro, ma anche di chiedere al Consiglio comunale di insignirlo della cittadinanza onoraria».

«Una persona speciale» - Un riconoscimento, questo, che finora è stato concesso a sole altre sei persone. Ma che Solari si è guadagnato nel corso degli anni. «Sei un uomo estremamente raffinato, visionario, coraggioso e sempre leale e non sarai mai il passato, ma rimarrai sempre il presente e il futuro. Non verranno mai dimenticati il tuo carisma e il tuo lavoro», ha sottolineato il sindaco Alain Scherrer durante la cerimonia ufficiale per la firma del Libro d’oro. «Per Locarno sarai sempre una persona speciale, perché tu ci hai sempre fatto sentire tali, dandoci motivazione, con entusiasmo e consapevolezza, e allo stesso tempo facendoci sentire orgogliosi di far parte di questo progetto meraviglioso, chiamato Locarno Film Festival».

La commozione - Le parole del sindaco, così come la volontà municipale di conferirgli la cittadinanza onorario, hanno letteralmente spiazzato Marco Solari che, palesando una profonda quanto sincera commozione, è in un primo momento rimasto senza parole. Un fatto più unico che raro, avendo potuto conoscere in questi lunghi anni le sue innate capacità comunicative e di reazione in qualsiasi frangente. «Già ero lusingato per la firma del Libro d’oro, ma non mi sarei mai aspettato questo ulteriore onore. Sono decisamente commosso», ha esordito Marco Solari, che ha poi sottolineato quanto la Città di Locarno e gli abitanti che la animano siano fuori dal comune. Per concludere, Solari ha espresso la sua gratitudine a tutto l’Esecutivo in carica, nonché a quelli precedenti, per la costante collaborazione dimostrata. Ma anche alla moglie Michela, che ha giocato un ruolo determinante nella vita e nella carriera del presidente del Locarno Film Festival.

La cittadinanza onoraria - Il conferimento della cittadinanza onoraria è deciso dal Consiglio comunale su proposta del Municipio per speciali e riconosciute benemerenze acquisite da una persona che in qualche modo si è distinta in maniera particolare per l'impegno pubblico o per meriti che hanno dato lustro a tutto il Comune. Proprio con tale spirito a Locarno sono state insignite con questa onorificenza solo sei cittadini: Jean Arp, Rita ed Ettore Ranzoni, Raimondo Rezzonico, Ettore Rossi e Flavio Cotti.

Il libro "d'oro" di Locarno - Del metallo prezioso, da cui trae il suo nome, il Libro d’oro di Locarno non ha nulla: ha le dimensioni di un foglio A4 (21 x 29 cm circa), una copertina finemente lavorata in pelle marrone, le delicate pagine riempite di inchiostro nero o blu, e ovviamente l’odore di un buon libro. Il suo nome, dunque, simboleggia il valore del suo contenuto. Ogni pagina viene accuratamente preparata con grande anticipo, collaborando con le suore del Monastero delle Carmelitane Scalze di Locarno che, con sapiente manualità, abilità e delicatezza scrivono a mano in una speciale calligrafia il nome e il ruolo di colei o colui che firmerà il Libro d’oro. Il libro custodisce nomi e pensieri di oltre cento personalità illustri in visita in Città, dai reali di Svezia fino al già presidente della Confederazione Ignazio Cassis, passando per diversi esponenti del Corpo diplomatico, imprenditori, autorità religiose, politici di livello cantonale, nazionale, internazionale e molti altri.  E ora, il prezioso libro contiene anche la
firma – e la dedica – di Marco Solari.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Mabilo 9 mesi fa su tio
Piove sempre sul bagnato, mai un riconoscimento a chi fa del volontariato la propria vita!
NOTIZIE PIÙ LETTE