Cerca e trova immobili

CHIASSOCar pooling, bici e navette aziendali: Balerna, Chiasso e Novazzano in prima fila

09.03.23 - 15:02
Anche per il 2023 si punta sulla mobilità sostenibile
TiPress
Car pooling, bici e navette aziendali: Balerna, Chiasso e Novazzano in prima fila
Anche per il 2023 si punta sulla mobilità sostenibile

CHIASSO - Nel 2020 una trentina di aziende sensibilizzate per complessivamente 3'500 lavoratori coinvolti in forme di mobilità sostenibile.

Il programma Bikecoin - Nel 2022 il programma d’incentivazione della bicicletta Bikecoin, mettendo a disposizione di ogni partecipante fino a 40 franchi al mese. Utilizzando l’app Mobalt, i partecipanti hanno tracciato i propri percorsi casa-lavoro (o parti di essi, ad esempio il tratto casa-stazione o fermata-azienda) in bicicletta, a piedi e in monopattino, raccogliendo punti (bikecoins) in base al numero di tragitti e ai chilometri effettuati. Novemilacinquecento i percorsi verificati, quarantamila i chilometri tracciati, cinquecentoventimila bikecoins raccolti e 8'500 franchi elargiti.

I tre Comuni del Basso Mendrisiotto (Chiasso, Balerma e Novazzano) in prima fila nelle strategie di mobilità aziendale sostenibile ci riprovano anche nel 2023, lanciando una campagna di promozione del car pooling e impegnandosi formalmente all'avvio di due linee di navette aziendali nella seconda parte dell'anno.

Car pooling e navette per il 2023 - Utilizzando un’app dedicata, i lavoratori potranno sia creare i propri equipaggi, mettendosi a disposizione come autisti, che cercare un passaggio per arrivare in azienda, tramite le alternative di mobilità proposte.

Nei periodi individuati per le sfide (indicativamente in aprile e ottobre) si richiede agli equipaggi di comprovare quotidianamente la condivisione dell’auto per
il mese della sfida, dopodiché verranno elargiti dei premi a chi ha fatto più viaggi condivisi.

Gli utenti hanno la possibilità di sfruttare i posteggi individuati dal progetto Interreg SMISTO come punti di ritrovo.

Navette trasfrontaliere - Due le linee interessate dal progetto per quel che riguarda le "navette transfrontaliere", una da Malnate e l'altra da Grandate, per l'avvio delle quali i Comuni chiedono un impegno alle aziende per il finanziamento dei successivi 12 mesi del 2024, in modo da garantire agli utenti una sperimentazione duratura.

«Le aziende interessate a ricevere ulteriori informazioni sulle misure presentate e a partecipare alle campagne possono annunciarsi all’indirizzo e-mail info@mobalt.ch» scrivono in una nota i tre Comuni.

COMMENTI
 

Arturo1954 11 mesi fa su tio
Cosa ci fa una bicicletta sulle strisce pedonali? Come sempre i maleducati ciclisti si credono tutto permesso, anche attraversare sulle strisce gialle riservate ai PEDONI chiaramente. Soliti.......

Swissabroad 11 mesi fa su tio
Zali stacca i biglietti ?
NOTIZIE PIÙ LETTE