Cerca e trova immobili
Le millestrade... dei mestieri

CANTONELe millestrade... dei mestieri

16.02.23 - 10:36
Il DECS ha presentato il progetto che permetterà di esplorare (in vari modi) le opportunità offerte dalla formazione professionale.
Ti-Press (archivio)
Le millestrade... dei mestieri
Il DECS ha presentato il progetto che permetterà di esplorare (in vari modi) le opportunità offerte dalla formazione professionale.

BELLINZONA - Ci sarà anche un furgone itinerante che viaggerà sulle... Millestrade dei mestieri. Il progetto - presentato questa mattina e promosso da tutti i partner della formazione professionale in Ticino (con il sostegno della Conferenza cantonale dei genitori e la collaborazione diretta con i comitati genitori delle scuole medie) - «permetterà di esplorare le opportunità offerte dalla formazione professionale» - oltre che con il nuovo furgone - attraverso le porte aperte dei centri aziendali, interaziendali e professionali, la promozione degli stage di orientamento e diversi eventi diffusi sul territorio e nel tempo.

Alla conferenza stampa sono intervenuti Manuele Bertoli, direttore del DECS, Giacomo Viviani, presidente della Commissione cantonale per la formazione professionale e membro del comitato guida del progetto Millestrade, Oscar Gonzalez, aggiunto al direttore della Divisione della formazione professionale e Massimo Genasci-Borgna, capo dell’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale. Presenti in sala anche Pierfranco Longo, Giuseppina Cerami Craparotta, Adriana Campagnoli della Conferenza cantonale dei genitori e Liliana Demarchi in rappresentanza del Gruppo Regionale Incontri fra Scuole Medie del Luganese (GriSmel).

Come nasce il progetto
Millestrade nasce su impulso della Commissione cantonale per la formazione professionale, che a inizio 2022, dopo i due annullamenti di Espoprofessioni in fiera legati alla pandemia, ha elaborato una proposta articolata di soluzioni per promuovere la formazione professionale fra i giovani e le famiglie. Le riflessioni sono confluite in una proposta operativa di una nuova strategia di eventi coordinati e diffusi sul territorio, accolta dal Consiglio di Stato nell’estate 2022. La Divisione della formazione professionale è stata incaricata d'implementare il progetto con il supporto di un comitato guida in cui sono rappresentati tutti i partner della formazione professionale. Allo scopo di disporre di elementi utili per comprendere l’impatto del progetto diffuso e della fiera centralizzata biennale Espoprofessioni, temporaneamente sospesa, è stato affidato un mandato di valutazione esterna, i cui risultati saranno presentati al comitato guida nel corso del 2023.

«Iniziativa ambiziosa»
«Millestrade è un progetto ambizioso», sottolinea il DECS precisando come esso rappresenti «un salone diffuso dei mestieri che mira ad avvicinare i giovani e le giovani con il loro genitori alle opportunità offerte dalla formazione professionale, con un approccio di prossimità». Il programma prevede da febbraio a maggio oltre 20 eventi di porte aperte nei centri aziendali e interaziendali in diverse località del Cantone e 28 incontri informativi nelle scuole professionali cantonali (formazione di base e superiore). È inoltre già in fase di allestimento il programma per l’autunno.

Il furgone itinerante
A partire da aprile vi sarà anche un furgone itinerante che potrà essere messo a disposizione di associazioni, scuole e Comuni e che sarà presente in luoghi strategici del Cantone. «È realizzato - spiega il DECS - con l’aiuto degli apprendisti e delle apprendiste decoratori 3D del Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA) e creatori d’abbigliamento della Scuola cantonale d’arti e mestieri della sartoria (SAMS) di Biasca, in collaborazione con l’Ufficio degli automezzi e delle macchine dello Stato e il Centro sistemi informativi».

«Una finestra sulle professioni»
Ulteriore asse strategico del progetto sarà la promozione di stage d’orientamento per i giovani e le giovani nonché per le aziende. Tutti gli allievi e allieve di terza media parteciperanno alla giornata “Una finestra sul mondo delle professioni e del lavoro” durante la quale potranno svolgere un breve stage, una giornata, in un’azienda del territorio. Sino a cinque giorni invece per allievi e allieve di quarta media. Per chi lo vorrà, poi, altre giornate di stage saranno possibili durante le vacanze scolastiche. «Visitare una realtà aziendale durante il periodo della formazione è un’esperienza importante - ricorda il DECS - perché permette di toccare con mano il mondo professionale in tutte le sue sfaccettature». La lista delle aziende formatrici del Canton Ticino che si mettono a disposizione per gli stage è consultabile qui. L’offerta di Millestrade è completata dai numerosi eventi promossi dalla Città dei mestieri della Svizzera italiana destinata ad adulti, docenti e aziende.

«Genitori, siete importanti»
Nella conferenza stampa è stata inoltre sottolineata «la centralità dei genitori» nel sostegno ai giovani e alle giovani, perché la scelta della formazione dopo le scuole medie «è frutto di un percorso da costruire in famiglia». Grazie al progetto Millestrade i giovani e i genitori hanno infatti l’opportunità di vedere gli apprendisti all’opera, parlare con loro, toccare con mano la professione e incontrare i formatori che possono rispondere alle loro domande. «Ci si può quindi fare un’idea concreta della formazione professionale di base - precisa il DECS - ma anche delle possibilità di specializzazione successiva. Scoprire e mettersi in gioco permette di sviluppare nuovi interessi, conoscere nuove opportunità e prospettive, e anche di stimolare la propria curiosità».

Per maggiori informazioni: www.millestrade.ch 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

M70 1 anno fa su tio
buoni propositi ma dalla nulla di concreto poi x i giovani .purtroppo..
NOTIZIE PIÙ LETTE