Foto Glamilla
+1
CANOBBIO
19.09.2021 - 23:450

“Tutti in gioco” assapora il clima di campionato

 «È una grande gioia» spiega l'ideatrice Simona Gennari «vedere i progressi di tutti gli allievi»

Il riconoscimento e l’uguaglianza dei ragazzi con disabilità, in un progetto di integrazione partito nel 2020, hanno permesso al Raggruppamento San Bernardo (che conta oltre 300 giovani calciatori) di ottenere il sostegno di Special Olympics.

CANOBBIO - «Per i nostri ragazzi speciali è una possibilità inclusiva enorme, un modo per essere tutti uguali, tutti bravi, tutti unici e complementari. Non c’è rivalità, non c’è competizione, non c’è giudizio: solo divertimento giocando insieme».

Dimensione sportiva ideale - Lo spirito di “Tutti in gioco”, la squadra del Raggruppamento San Bernardo ideata da Simona Gennari, first lady del calcio ticinese e nazionale, è sintetizzato nelle parole di questa mamma che ha trovato la dimensione sportiva ideale per il suo figlio speciale. Calciatori con disabilità tra i 6 e i 16 anni si allenano a rotazione con gli Allievi del San Bernardo.

Quando il “5” è più forte - «Desidero ringraziare questi bambini», continua la mamma «che giocano con tanta umanità e sensibilità, compiendo gesti di dolcezza infinita. È fantastico vedere che danno il “5” ai nostri bambini e che li sostengono. Quando va a “Tutti in gioco”, mio figlio è sereno e non ha paura di sbagliare, ne tantomeno di essere deriso o giudicato. Viene accettato per quello che è e si sente felice».

Special Olympics approva - Il riconoscimento e l’uguaglianza dei ragazzi con disabilità, in un progetto di integrazione partito nel 2020, hanno permesso al Raggruppamento San Bernardo (che conta oltre 300 allievi) di ottenere quest’anno l’importante diploma da parte di Special Olympics, un tributo al lodevole progetto di Simona Gennari.

Emozioni e pubblico - La squadra di “Tutti in gioco” aveva iniziato con due incontri ufficiali “interni”. Ora, l’attività si estende ai vari campi del Luganese con partite in anteprima agli Allievi RSB. E la prima, disputata sabato a Canobbio, è stata un vero successo. Emozione, divertimento e pubblico hanno accompagnato questo nuovo importante passo dei calciatori di un gruppo che ha assaporato il “clima campionato”, loro che sono stati inseriti a tutti gli effetti nelle 9 squadre del Raggruppamento San Bernardo.

Formula da riproporre - «È una grande gioia», sorride Simona Gennari «vedere i progressi di “Tutti in gioco” e dei bambini del 2012 e 2013 che li “rinforzano” per queste partite vere. Continueremo con questa formula in anteprima e valuteremo il calendario del 2022 con la supervisione di Special Olympics».

Una ballerina per arbitro - La simpatia dei calciatori dalla divisa arancione conquista anche ospiti Vip che vogliono sostenere la loro squadra. Per il debutto di Canobbio è stata Luana Valentino a non mancare l’appuntamento. La triplice campionessa svizzera di ballo ha arbitrato la partita contro il Team RSB 2012 finita in parità. «Tutti bravi. Un’esperienza fantastica!».

Foto Glamilla
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 22:59:20 | 91.208.130.86