foto Facebook
Silvio Plenzick nel suo food-truck
ULTIME NOTIZIE Ticino
MEZZOVICO-VIRA
1 ora
Il Municipio di Mezzovico-Vira al via
I cinque membri dell'Esecutivo hanno giurato fedeltà alla Costituzione.
LUGANO
1 ora
«Non c'è motivo per proseguire con lo sgombero!»
L'associazione Aida ribatte al Municipio fermo nel voler sfrattare gli autogestiti dall'ex Macello
CANTONE
1 ora
In Ticino contagi e ospedalizzati calano ancora
Dall'inizio della pandemia il totale delle persone positive è 32'496, i decessi dovuti alla malattia sono 991.
CANTONE
2 ore
Accordo BancaStato-EFG concluso con successo
Riguarda il trasferimento alla Banca cantonale della clientela del settore “retail e commerciale” ticinese.
CANTONE
3 ore
Il mentore degli over 50 non convince tutti
Per il deputato Ppd Giorgio Fonio servono anche incentivi all'assunzione. Matteo Pronzini (Mps): «Una presa in giro».
CANTONE
5 ore
Vaccino nell'orario di lavoro, le aziende fanno le difficili
Per recarsi all'appuntamento è necessario prendere delle ore libere o, per chi può, fare uno scambio di turno.
FOTO
MENDRISIO
5 ore
L’osservatorio non c’è più: «La montagna ora è un po' più povera»
La smantellamento del telescopio aperto al pubblico più grande del Ticino è terminato. Verrà trasferito nel Canton Berna.
BOSCO GURIN
12 ore
Un (prestigioso) premio europeo per il Museo Walser
La struttura ha ricevuto il Meyvaert per l'impegno dimostrato nella sostenibilità sociale, economica e ambientale.
ORIGLIO
12 ore
Test a tappeto alla scuola Steiner
Negli scorsi giorni presso l'istituto di Origlio sono stati riscontrati diversi casi di coronavirus.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
14 ore
Un rimorchio si ribalta a Camorino
L'incidente è avvenuto questa sera nei pressi della rotonda degli svincoli autostradali. Nessuno è rimasto ferito.
CANOBBIO
04.05.2021 - 06:000
Aggiornamento : 11:44

«Da me più poliziotti che clienti»

Il cuoco Silvio Plenzick ha trovato la forza di reagire alla pandemia. E si è convertito alle consegne a domicilio

Ma non mancano i problemi. «Troppi controlli in pochi giorni». Teme che la polizia faccia scappare i clienti

CANOBBIO - Silvio Plenzick è una vecchia conoscenza di tio.ch/20minuti. Una storia positiva: tre anni fa il licenziamento (burrascoso), poi la disoccupazione, infine un'attività in proprio. Tramite un programma del Cantone a sostegno della micro-imprenditorialità, il cuoco 41enne ha aperto un food-truck di cibo d'asporto napoletano - "O' Cuoppo" - ispirato alla sua città d'origine. 

Una storia di riscatto su cui l'anno scorso il Covid è calato come un sipario. «Lavoravo soprattutto nelle manifestazioni, girando con il mio camioncino: il lockdown è stata una batosta enorme» racconta Plenzick, che dall'autunno scorso ha conosciuto «un calo enorme della cifra d'affari» compensato solo in parte dagli aiuti pubblici. «Dovevo inventarmi qualcosa per pagare le bollette». 

L'idea: buttarsi nelle consegne a domicilio. Nel food-truck ormai fermo nel cortile di casa sua a Canobbio, Plenzick inizia a preparare fritture a tutto spiano. I clienti vengono a ritirare il cibo caldo di persona oppure lo ordinano da casa, tramite una nota piattaforma di delivery. «Ho appena iniziato, il servizio deve ancora decollare, ma è comunque un introito prezioso in un momento difficile» spiega l'esercente. 

Ma non mancano i problemi. L'attività di Plenzick non è passata inosservata alla Polizia Ceresio Nord, che ha voluto vederci chiaro. «Anche troppo» per il cuoco. In pochi giorni i controlli sarebbero stati già tre, senza contravvenzioni. «Praticamente, ho ricevuto finora più poliziotti che clienti» dice il 41enne scherzando, ma neanche troppo. «Temo che andando avanti così i clienti possano allontanarsi, ogni volta devo spiegare loro che è tutto in regola». 

La situazione in effetti - un food-truck stabile su suolo privato, ma all'aperto - è abbastanza un'anomalia anche in questi tempi strani. Plenzick afferma però di avere «tutte le carte a posto» e di avere ricevuto regolare autorizzazione dal Dipartimento delle istituzioni.

Il sindaco di Canobbio Roberto Lurati, contattato, spiega di essere al corrente della problematica. Il Comune di Canobbio «è stato attivo nel sostenere le piccole imprese della ristorazione in difficoltà e promuove l'imprenditoria in questa fase delicata» assicura. Le verifiche di polizia sul truck di Plenzick «non sono state eccessive» ed erano «volte ad approfondire una situazione non adeguatamente chiarita agli uffici comunali competenti».

foto Facebook
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GreenPick 2 gior fa su tio
Un po’ di sana pubblicità su Tio per questo cuoco... 💪🏽
angie2020 2 gior fa su tio
Un controllo, due e poi tre, penso che la situazione sia chiara, o no??
Gus 2 gior fa su tio
In altre parole, sembrerebbe che ci sia lo zampino del Comune?
don lurio 3 gior fa su tio
Se la poliza fà dei controlli ben vengono visto che trova tutto OK. I clienti che chiedono info in merito alla presenza degli agenti i clienti dovrebbero essere contenti ,, forse hanno paura che gli agenti fanno cassetta....!!!!!!!
cle72 3 gior fa su tio
Ma finitela di rompere le palle alla gente per bene che deve fare i salti mortali per vivere.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-07 11:21:35 | 91.208.130.87