Archivio Tipress
CANTONE
10.02.2021 - 11:490
Aggiornamento : 17:39

Ecco il Rabadan “home edition”: tutti pronti a festeggiare in sicurezza

La consegna delle chiavi in diretta radio-tv. Poi due serate in streaming per portare il carnevale nelle case

BELLINZONA - L'attesa è quasi finita: domani sarà Giovedì grasso, il giorno in cui di solito si aprono i festeggiamenti per il Carnevale Rabadan di Bellinzona. Festeggiamenti che quest'anno avverranno però in “home edition”, ma non senza la consegna delle chiavi della Città da parte del sindaco a Re Rabadan che avverrà in diretta radio-tv.

E con l'apertura di questa insolita 158esima edizione del carnevale bellinzonese, si concludono anche questi mesi contraddistinti da svariate iniziative sociali (come le visite di San Nicolao e dei Re Magi nelle case per anziani) e da quelle più originali, come il braccialetto #VivoRabadan21 e i kit con per vivere in famiglia la sei giorni del carnevale.

Ecco quindi che gli amanti del carnevale si preparano per festeggiare tra le mura di casa. Ma non senza la musica e il divertimento del Rabadan. Il comitato proporrà infatti due live streaming diffusi tramite il sito web del Rabadan, previsti sabato 13 e martedì 16 febbraio. Due serate e due dirette dalle 21 fino almeno alle 2 del mattino, con dj set, interventi di live band e artisti internazionali, show, filmati e video girati al Rabadan dal 2015 a oggi. Gli appassionati del carnevale, che quest’anno sono chiamati a rispettare le direttive anti-Covid all'insegna dello slogan “Stem a cà” potranno così scatenarsi ballando e cantando in famiglia.

Inoltre grazie al bicchiere Rabadan e in particolare alla nuova app di Pcup, sarà possibile accedere a una variegata serie di contenuti multimediali come video storici di cortei, concerti e Guggen, gallerie fotografiche e molto altro.

L’intero ricavato di queste azioni - come ci aveva già anticipato il presidente Flavio Petraglio in un'intervista - andrà a sostenere sia le iniziative sociali promosse dalla Società sia quei carnevali ticinesi che più di altri hanno sofferto durante il 2020. Un impegno che Rabadan ha preso nel 2020 e che puntualmente onorerà nel 2021 «poiché il Canton Ticino ha bisogno dei suoi carnevali per tramandare una storia secolare».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 16:33:23 | 91.208.130.89