tipress
LUGANO
07.02.2021 - 19:070
Aggiornamento : 08.02.2021 - 06:52

Feste in casa e assembramenti: multati in 64

Sabato sera vivace a Lugano, nonostante i divieti. La Comunale ha avuto un bel daffare

Il comandante Roberto Torrente: «I giovani dimostrino responsabilità. Siamo preoccupati per l'arrivo del Carnevale»

LUGANO - I cittadini erano stati avvisati, quindi mezzo salvati. Eppure, non sono mancate nel weekend le infrazioni alle norme di protezione, e dunque le multe. Sono 67 quelle elevate fino a venerdì solo dalla Polizia comunale di Lugano, a cui si aggiungono - come riferito dalla Rsi - un'ottantina di sanzioni nelle altre principali città.

Per un bilancio complessivo bisognerà attendere i prossimi giorni, spiegano dalla Polizia cantonale: quel che sembra certo, comunque, è che nella prima settimana di "pugno duro" gli agenti hanno avuto un bel daffare. E il sabato sera non è stato da meno.

A Lugano la Comunale ieri sera è intervenuta per assembramenti e una festa in appartamento (7-8 persone) per un totale di altre 64 sanzioni, spiega il comandante Roberto Torrente. I controlli «sono stati intensificati» e hanno interessato «soprattutto minorenni per quanto riguarda gli assembramenti». Visto il maltempo «ci si aspettava una riduzione delle contravvenzioni, invece così non è stato». 

Ora gli occhi sono puntati sulle prossime settimane, e sul Carnevale. Il timore «è che questi comportamenti aumentino con la chiusura delle scuole, quando tanti giovani saranno a casa e aumenterà la voglia di divertimento» confessa Torrente. «Capiamo il bisogno di socialità, ma in questo momento il contributo anche dei giovanissimi sarà determinante».

Più frequenti tra gli adulti, invece, le multe per mancanza di mascherina, in particolare in coincidenza delle fermate dei bus o sui mezzi pubblici. La parola d'ordine resta comunque il dialogo: «Gli agenti procedono con un invito a coprirsi il volto, e procedono alla sanzione nel caso in cui da parte del cittadino non ci sia collaborazione» spiega ancora Torrente. 

Nel complesso comunque, sul Ceresio la maggior parte delle sanzioni sono dovute ad assembramenti: venerdì e sabato i punti di ritrovo più gettonati sono stati la stazione FFS e Rivetta Tell, con un assembramento addirittura di circa 200 persone. In questi casi sono scattate multe da 50 franchi a testa, mentre nelle feste in appartamento (due) gli organizzatori stati sanzionati con 200 franchi, e gli ospiti con 100 franchi a testa.

La polizia «è intervenuta su segnalazione dei vicini per rumori molesti» spiega Torrente. La presenza oltre il limite di 5 persone - due o tre persone in più, in entrambi i casi - ha fatto scattare l'ammenda. Giovani tra i 16 e i 17 anni, la fascia più multata (per i quali comunque l'ordinanza federale prevede la sanzionabilità). La stessa "fascia a rischio" che sarà particolarmente sotto osservazione durante il carnevale. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-21 14:35:52 | 91.208.130.86