tipress
LUGANO
20.01.2021 - 10:330
Aggiornamento : 17:49

Green Skyrolo, il progetto entra nel vivo

È entrato definitivamente in vigore il Piano regolatore intercomunale del Pian Scairolo.

Restano tutt’ora pendenti 23 ricorsi contro la decisione di approvazione da parte del Consiglio di Stato, che saranno affrontate nei prossimi mesi.

LUGANO - Lo scorso mese di settembre 2020 il Consiglio di Stato del Canton Ticino ha approvato, mettendolo in vigore, il Piano regolatore intercomunale del Pian Scairolo (PR-CIPPS), polo di sviluppo strategico dell’agglomerato luganese, evadendo con la sua decisione anche i 46 ricorsi che erano stati inoltrati dopo l’adozione nel 2016 da parte dei Consigli comunali di Collina d’Oro, Grancia e Lugano.

Con decisione del 11 gennaio 2021, il Tribunale cantonale amministrativo ha respinto le domande di conferimento dell’effetto sospensivo contro questa decisione presentate da tre ricorrenti, per cui il PR-CIPPS, dopo quasi 20 anni di lavori pianificatori, entra ora in vigore in tutte le sue componenti.

Sono tutt’ora pendenti 23 ricorsi contro la decisione di approvazione da parte del Consiglio di Stato, che saranno affrontate nei prossimi mesi.

Nella sua odierna riunione, la Commissione intercomunale per la pianificazione del Pian Scairolo ha preso atto con soddisfazione della recente decisione del Tribunale cantonale amministrativo.

La procedura pianificatoria, avviata a livello intercomunale all’inizio degli anni 2000, passata attraverso un concorso internazionale di urbanistica nel 2007 che ha sancito il progetto di riferimento urbanistico Green Skyrolo quale base per la riqualifica urbanistica del comparto, può ora entrare nella sua fase di attuazione con l’obiettivo prioritario di un riordino funzionale e paesaggistico del Pian Scairolo.

Per dare forza agli intenti pianificatori del PR-CIPPS, i Comuni interessati hanno pubblicato negli scorsi mesi il progetto di riqualificazione urbanistica e messa in sicurezza della strada pedemontana in sponda destra che collega gli abitati di Pambio, Noranco, Scairolo e Cadepiano lungo una dorsale residenziale che si intende unire attraverso un attrattivo percorso ciclopedonale che permetterà anche di raggiungere, sempre attraverso il Pian Scairolo, in maniera sicura le aree di svago a lago del Pian Casoro nel contesto della rete di mobilità lenta regionale.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-25 00:59:31 | 91.208.130.86