Immobili
Veicoli

LUGANO/AGNOIl decollo dell'aviazione privata. «Non siamo solo aerei di lusso»

09.11.20 - 06:00
Saliamo a bordo dell'Air-Dynamic, che si è distinta in piena pandemia con rimpatri a prezzi “low cost”
Glamilla
LUGANO/AGNO
09.11.20 - 06:00
Il decollo dell'aviazione privata. «Non siamo solo aerei di lusso»
Saliamo a bordo dell'Air-Dynamic, che si è distinta in piena pandemia con rimpatri a prezzi “low cost”

AGNO - Raffaella Meledandri è una donna forte che dirige una compagnia nel settore dell'aviazione privata, particolarmente sollecitata durante la pandemia. Rappresenta una delle varianti più concrete alle prestazioni che l'aeroporto di Lugano è ancora in grado di offrire.

I servizi ad Agno sono cambiati. In che modo?
«Da parte nostra, ci concentriamo in particolare su due categorie di passeggeri. Una che ha la necessità di volare da soli o in coppia, di solito per spostamenti di lavoro. Oppure, in questa situazione pandemica, per sentirsi più tranquilli e meglio tutelare la propria salute. Si tratta chiaramente di voli privati che costano di più. Nel caso dei rimpatri da coronavirus abbiamo deciso di applicare delle tariffe di favore».

Esiste una variante più “turistica”?
«Certo. C'è un secondo tipo di viaggiatore che preferisce spostarsi in gruppo, quindi ragazzi che decidono di volare insieme agli amici, per esempio. In questo caso i costi diventano più accessibili. Quindi diamo entrambe le opzioni, sia a chi sceglie il lusso sia a chi vuole condividere la spesa».

Pensando al passeggero classico avete addirittura creato un club.
«Abbiamo fondato una piccola realtà che abbiamo chiamato “Club STX” e che permette ai suoi soci di condividere un aereo che ha base specifica a Lugano».

Come funziona questo sistema?
«Costituisce un mondo un po’ più piccolo, nel quale ci si conosce di più e quindi i membri sono facilmente informati dei voli disponibili e potenzialmente interessati a condividerli con altri, dividendo anche i costi. Questo è un progetto a parte, strutturato come club, che continua a raccogliere ampi consensi».

Questa combinazione cerca di compensare la soppressione delle tratte di linea a Lugano-Agno?
«Tengo a sottolineare che l’aeroporto continua a essere aperto, anche se ora offre solo un servizio di tipo privato, per l’appunto. Comunque non siamo mai stati in conflitto con i voli di linea. La possibilità per i viaggiatori di poter scegliere tra più opzioni è positiva».

La responsabilità dei collegamenti è ora sulle spalle dell'aviazione privata.
«Certo. Se queste tratte sono venute a mancare, cerchiamo di dare il meglio per sostenere e offrire servizi, come appunto con i charter di gruppo che sono sostenibili da un punto di vista del costo. Questa è una prestazione in più che stiamo sviluppando e che svilupperemo, in quanto crediamo che possa essere molto apprezzata dalla comunità in generale, indipendentemente che il volo di linea torni o meno».

Quali sono i benefici di un servizio personalizzato?
«Sicuramente la rapidità e l’affidabilità. Dal momento in cui si arriva all’aeroporto nell’arco di 20 o 30 minuti si è in volo. È tutto più veloce e preciso. In particolare, la parte più interessante è per chi viaggia per lavoro, che può fare andata e ritorno in giornata e sfruttare il tempo di volo per lavorare».

E per una famiglia?
«È una maniera molto comoda per spostarsi. Un altro beneficio è quello della flessibilità. I casi classici sono i viaggi organizzati con un anticipo di due o tre giorni, ma si può arrivare anche a un preavviso di 3 ore. Se una persona deve partire in tempi stretti, siamo in grado di soddisfare questa esigenza».

Emergenze da prendere al volo in piena pandemia
Affidabilità, velocità e flessibilità fanno dell’aviazione privata il perfetto supporto anche nei contesti di emergenza, come conferma Raffaella Meledandri: «Nel momento del pericolo abbiamo scoperto che tanti si avvalgono del servizio di volo privato. Siamo stati spesso di massimo sostegno direttamente alle ambasciate svizzere e italiane sparse nel mondo, proponendoci per organizzare rimpatri singoli o di gruppo con i charter a tariffe speciali».
A questo non fanno eccezione anche situazioni e imprevisti imposti dalla pandemia in corso. «Servono aerei-ambulanze adibiti per il Covid, che quindi contengono al loro interno una capsula isolante per individuo che permetta alla persona infetta di essere trasferita in sicurezza», continua la Meledandri. «Siamo comunque sempre attenti e cerchiamo di studiare le situazioni nuove per capire dove si può fare di più per contribuire alla risoluzione dei casi di emergenza».

COMMENTI
 
Didimon 1 anno fa su tio
Ok
Evry 1 anno fa su tio
Grazie, NON mollate l'aereoporto deve vivere. auguri
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO