Foto invallemaggia
Tramonto al Grossalp
CAVERGNO
01.09.2020 - 15:460

Due cuori, una tenda e una capanna in Vallemaggia

Ventiquattro tende equipaggiate presso i rifugi. Ecco l'iniziativa promossa dalla Fondazione Vallemaggia Territorio Vivo

di Redazione

CAVERGNO - Ventiquattro tende equipaggiate con due comodi materassini isolanti, gestite da 16 strutture ricettive situate lungo la Via Alta Vallemaggia. Scopo: vivere in tutta sicurezza il lato più avventuroso della montagna senza rinunciare agli abituali servizi garantiti dalle strutture ricettive alpine.
La proposta, promossa questa estate dalla Fondazione Vallemaggia Territorio Vivo, è nata in segno di ringraziamento ai proprietari e ai gestori delle capanne che, malgrado l’incertezza generata dalla crisi sanitaria legata al Covid-19 e alle limitazioni del numero di posti letto nei dormitori, grazie ad un impegno straordinario hanno garantito l’apertura delle strutture ricettive.

La montagna in sicurezza - «Le stesse capanne - sottolineano i promotori - oltre a rappresentare una meta ambita per il turismo di giornata, costituiscono un fondamentale presidio per la sicurezza degli escursionisti ben distribuito lungo la rete sentieristica che anche quest’anno, superate le difficoltà riscontrate nel corso della primavera, è stata oggetto di una manutenzione regolare da parte dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli che, in collaborazione con Comuni, Patriziati, Sezione forestale cantonale, Associazioni alpinistiche e privati a titolo volontario, ha permesso di garantire gli abituali elevati standard qualitativi».

Le capanne che partecipano - Le 24 tende fornite grazie ad un partenariato con The North Face permettono di proporre un ventaglio di proposte ampio e variegato. Infatti si passa dalla capanna custodita comodamente accessibile grazie agli impianti di risalita, all’agriturismo raggiungibile in pochi minuti a piedi a partire dal villaggio di Cimalmotto oppure a capanne più isolate situate in contesti alpini. Tutte le strutture ricettive svizzere situate lungo l’itinerario promosso dall’Associazione Via Alta Vallemaggia hanno aderito a questa iniziativa. In particolare l’elenco comprende: Capanna lo Stallone, Capanna alpe Nimi, Rifugio alpe Masnée, Rifugio alpe Spluga, Capanna Tomeo (3 tende), Capanna Poncione di Braga, Capanna Cristallina, Capanna Basodino, Capanna Pian di Crest (2 tende), Capanna Grossalp (2 tende), Agriturismo Munt la Reita (3 tende), Capanna Alzasca, Capanna Alp da Canaa (2 tende), Rifugio Ribia (2 tende) e Capanna Barone.

Piace un sacco - Il costo di “una notte in tenda per due” è pari a quello abitualmente applicato dai rifugi alpini di riferimento. Per chi desiderasse vivere un’esperienza in straordinaria a due passi da casa, è sufficiente portare con sé il proprio sacco a letto e soprattutto di prendere contatto diretto con le capanne aderenti in modo da effettuare la riservazione obbligatoria. Per maggiori informazioni sul progetto: invallemaggia.ch/capanne

Foto invallemaggia
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-18 00:10:16 | 91.208.130.89