Deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
Allievi alla scoperta delle professioni: tutto annullato
Niente da fare per la Giornata Nuovo Futuro. L'aumento dei casi di Covid-19 impone prudenza
CANTONE
2 ore
Gli annunci di lavoro hanno toccato il fondo
Ci sono segnali di ripresa per i lavoratori interinali, secondo la nuova CEO di Adecco Monica Dell'Anna
LUGANO
2 ore
Disabili alle prese con la scherma
Corsi di scherma paralimpica all’Istituto Elvetico. Inaugurata la nuova rampa d'accesso per la palestra
BELLINZONA
3 ore
Cantone spennato dal Covid: il "lockdown 2" non lo reggeremmo
Un altro confinamento non sarebbe sostenibile. I calcoli di Nicola Novaresi, direttore della Divisione delle risorse.
LOCARNO
4 ore
Un cliente «senza limiti» irritato con Salt
Un 43enne locarnese è tra gli abbonati più "scomodi" per l'operatore telefonico. «Non fa un uso normale del telefono»
CANTONE/SVIZZERA
4 ore
«L'alcol mi portava alla rovina. Poi ho saputo chiedere aiuto»
«Ho iniziato a bere a 13 anni»: Luana e Reto raccontano il loro percorso di recupero dall'alcolismo.
CANTONE / GERMANIA
11 ore
La Svizzera sulla “lista nera” tedesca: «Fosse capitato a luglio...»
C'è delusione ma non preoccupazione da parte del presidente di HotellerieSuisse Ticino per la misura della Germania
VEZIA
12 ore
Niente castagnata per il PLR di Vezia
Saltato l'evento di domenica, nonostante fosse stato previsto con una formula take away
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
13 ore
Incidente sull'A2, un ferito
Si lamentano disagi al traffico, con la chiusura di una corsia
CANTONE
17 ore
«Le gite scolastiche non sono causa di contagio»
Il Governo risponde a un'interrogazione di Massimiliano Robbiani.
CANTONE
17 ore
Arresto per traffico di cocaina
Sono stati fermati ieri una 34enne dominicana e un 30enne svizzero
CANTONE
17 ore
"Securini" nel limbo, Gobbi: «Tutto è nelle mani delle Questure»
Il consigliere di Stato invita le agenzie di sicurezza e investigative a fare pressione sulle autorità italiane
CANTONE
17 ore
Il rilancio del PLRT parte dalla bocciatura della congiunzione col PPD
Un sondaggio evidenzia la fedeltà della base, ma anche una certa difficoltà nel reclutare nuova linfa.
CANTONE
18 ore
Cocaina nel Bellinzonese, arrestato un 36enne
L'uomo, privo di statuto in Svizzera, avrebbe spacciato «un importante quantitativo» di droga.
CANTONE
18 ore
L'Ambasciatrice della Croazia a Bellinzona
Visita di cortesia per Andrea Bekić, ricevuta a Palazzo delle Orsoline da Norman Gobbi
CANTONE
19 ore
I cantoni latini invocano il mini-lockdown
Il Ticino e i cantoni francesi chiedono a Berna un inasprimento delle misure
LUGANO
21 ore
Il Premio Cansani va all'Associazione Cooperazione Essere umani
Il riconoscimento viene conferito ogni anno a un progetto di sviluppo
FOTO E VIDEO
LUGANO
21 ore
Ecco i robot che prendono l'ascensore e portano i medicinali in tutto l'ospedale
Due mezzi autonomi della Posta sono entrati in servizio negli spazi del Civico di Lugano
CANTONE
22 ore
Quanti sono "rimasti in mutande"?
Lo chiede in un'interrogazione al governo il deputato Massimiliano Robbiani
VIDEO
BELLINZONA
23 ore
Tanto verde al posto delle Officine
È stato presentato questa mattina il progetto scelto quale base per la futura pianificazione del comparto.
CANTONE
23 ore
Un nuovo direttore per la Divisione delle costruzioni
Diego Rodoni prenderà il posto di Giovanni Pettinari
CANTONE
1 gior
In Ticino superati i 5mila casi
Il bollettino giornaliero del medico cantonale. Sono 123 i nuovi positivi, 9 in più i ricoverati in ospedale
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
La Finma rivede al ribasso gli utili confiscati alla BSI
Dopo una rivalutazione più precisa, l'importo è stato ridotto da 95 a 70 milioni.
BIASCA
1 gior
Cento anni di vita, nonostante il Covid
Domenica 25 ottobre giornata di festa per la Manor di Biasca. Parla lo store manager Paolo Serena
CANTONE
1 gior
«Ci sono importanti margini di miglioramento»
Lo chiede al Governo una mozione presentata da Giorgio Fonio e Fiorenzo Dadò
VAL BREGAGLIA
1 gior
Scambio di strade tra Cantone e Comune
Quella per Montaccio diventa cantonale, quella per Coltura comunale
CANTONE
1 gior
AM Suisse Ticino: ecco i neodiplomati
La pandemia non ha fermato i giovani neodiplomati targati “il metallo, il futuro”
MENDRISIO
1 gior
Da Mendrisio a Catamayo per salvare le vite dei bimbi
Toglierli dalla strada, offrire loro una vita migliore grazie alla scuola e regalare dei sogni
FOTO
POLLEGIO
1 gior
Contro il muro con il furgone
L'incidente è avvenuto poco prima delle 23 di ieri sera a Pollegio, in via Cantonale
CANTONE
26.06.2020 - 09:160
Aggiornamento : 09:46

Travolti dagli infermieri. Siamo il cantone con più personale di cura

Il motivo? Siamo un popolo di vecchi. 

LUGANO - Solo otto anni fa erano 125’348. Due anni fa, nel 2018, la loro quota è salita a 146’703. Stiamo parlando del personale infermieristico in Svizzera. Abbiamo assistito in sostanza a un aumento del 17%, pari al 2,7% all’anno. E il Ticino è il cantone con la più alta concentrazione di personale di cura: ce ne sono 20.4 ogni 1000 abitanti (nella Svizzera centrale e quella orientale ce ne sono 16 ogni 1000 abitanti, mentre per Zurigo, la regione del Lemano e la Svizzera nordoccidentale il rapporto è tra le 17 e 18 per 1000 abitanti).

La forte presenza di personale infermieristico in Ticino è spiegato col fatto che il nostro cantone ha la più grande concentrazione di persone anziane.  Questo almeno da quanto emerge da una nuova pubblicazione dell’Ufficio federale di statistica (UST).

Dallo studio emerge che a livello nazionale l’incremento del personale infermieristico è nettamente maggiore (+34%) nei servizi di assistenza e cura a domicilio, rispetto ad esempio alle case per anziani medicalizzate (+17) e gli ospedali (+13%). Dal punto di vista delle categorie di personale di cura e considerando tutti i settori insieme, si osserva una crescita sostenuta del personale di cura intermedio (+37%) nonché una più moderata del personale infermieristico diplomato (+13%) e degli assistenti sanitari (+6%). Negli ospedali si è addirittura registrato un calo del numero di posti di assistenti sanitari (–7%). Nelle case per anziani medicalizzate, ad essere contenuto è più che altro l’aumento del volume del personale infermieristico diplomato (+6%).

Il 64% del personale di cura impiegato negli ospedali è di nazionalità svizzera - Al 31 dicembre 2018 gli ospedali impiegavano nel settore delle cure 86 600 persone, per un totale di 66 400 ETP. Il personale di cura era costituito per la maggior parte da personale infermieristico diplomato (71%), affiancato da personale di cura intermedio (14%) e da assistenti sanitari (15%). Del personale di cura attivo negli ospedali, il 63,7% era di nazionalità svizzera, il 12,9% tedesca, l’11,9% francese, il 2,9% italiana e l’8,4% di altra nazionalità.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 3 mesi fa su tio
Hai proprio ragione, i nostri giovani non sono disposti al sacrificio, per questo ci sono gli stranieri, lamentarsi non conta, serve rimboccarsi le maniche.
F/A-18 3 mesi fa su tio
Io sono per il lasciar fare, se non ci pensiamo noi a formarci arriverà dall’estero gente formata, se ci sono più morti che nascite arriveranno stranieri che faranno figli, non meravigliamoci che quasi nessuno parla più il dialetto, certo, i ticinesi che sono poi italiani settentrionali di origine, si stanno piano piano estinguendo. Abbiamo venduto per sentir l’odore dei soldi, i terreni dei nostri nonni a stranieri o svizzeri tedeschi? Il risultato è questo. Ora si dice che a fare il dottore o l’infermiere è faticoso, non c’è problema, ci saranno dottori ed infermieri stranieri che saranno disposti al sacrificio e si ritaglieranno un posto privilegiato nella nostra società. Ho detto tutto, i ticinesi di ultima generazione sono nati nella bambagia, non sono disposti al sacrificio e moriranno poveri fini a quando forse una nuova generazione coraggiosa di riscatterà, anche se io ne dubito molto perché qui chi ha fame e voglia di fare Ha terreno fertile.
centauro 3 mesi fa su tio
Ti racconto un aneddoto, la scorsa estate sono stato a una giornata porte aperte della polizia a Lodrino, una signora ha chiesto una informazione a un poliziotto rivolgendosi in dialetto ticinese il quale non capendo ha invitato a parlare in italiano, questa cosa non mi ha infastidito, anzi mi ha fatto capire come stanno cambiando i tempi con la circolazione delle persone. Non possiamo pensare che il linguaggio deve essere prioritario per le professioni nell'ambito sociale, se sai il dialetto devi sapere anche l'italiano. A Zurigo spesso si sente parlare inglese e non sono turisti in visita alla città ma gente da ogni parte del mondo che comunica con colleghi o amici nella lingua franca che tutti dovrebbero o dovranno sapere.
Tato50 3 mesi fa su tio
@centauro Purtroppo tu prendi l'esempio solito del poliziotto, ma io è da una vita che non trovo più in nessun ambito qualcuno che parla dialetto. Al limite ti dicono "non lo parlo ma lo capisco". Questo viene dal fatto che a casa i genitori parlano "italiano" e molti giovani sono diventati ticinesi con genitori con un altro idioma. Una volta ho chiamato un call center a Berna e la tipa parlava l'italiano perfettamente. Per errore mio mi sono espresso un attimo in dialetto e quella mi dice "el parla anca el dialett? " ;-)) Non parliamo poi degli strafalcioni di chi vuole parlare italiano farcito di dialetto ; .((
Heinz 3 mesi fa su tio
Dubito che sufficienti giovani Ticinesi vogliano fare i medici o ancora più difficile gli infermieri: i salari alti non bastano, sono mestieri che devono piacere e bisogna anche esserne portati. Chi sceglie un mestiere in cui vedi sofferenza continuamente e non hai orari e feste garantite senza una forte motivazione? Ci sono 100 altri mestieri migliori....
Tato50 3 mesi fa su tio
@Heinz Io l'ho fatto ed è stata una scelta che all'inizio era giusta, poi dopo una ventina d'anni ti logora e finisci in Clinica. Dopo gli applausi il personale medico - sanitario si è mosso per adeguare gli stipendi e in modo particolare pagare chi inizia questa Scuola che è una specie di apprendistato. Qualcosa si sta muovendo e di persone motivate ce ne sarebbero; speriamo in bene !
Lorenzo Negretti 3 mesi fa su fb
Esiste qui su TIO un illuminante articolo in merito di F.Cavalli...
Duca72 3 mesi fa su tio
Vesna Setek che dice “infermieri nostri o....,” No comment. L’intolleranza non ha frontiere peccato sia frutto dell’ignoranza.
Sandra Rezzonico 3 mesi fa su fb
Travolti da infermieri frontalieri forse, perché durante la pandemia possiamo ringraziare loro se c'era abbastanza aiuto nelle ns strutture. Dobbiamo formare assolutamente più CH e residenti, perché alla prossima emergenza i ns vicini di casa potrebbero aver bisogno di loro e richiamarli in patria. E noi qui cosa faremmo ? Basta con le scuole a numero chiuso e alla formazione di ragazzi frontalieri, ognuno si dovrebbe formare nel proprio Paese. Si tratta poi di prevenire situazioni da collasso del ns sistema sanitario e sociale! Così poi i/le ns infermieri/e non dovranno andare a lavorare fuori dal Ticino per forza come succede adesso ...
Amina Domeniconi 3 mesi fa su fb
Potrebbe anche essere vero che siamo un cantone con molte persone anziane, ma non dimentichiamo che le cure sanaitarie rendono bene e che la gente va sempre più spesso dai medici per un non nulla!
Jessica Smemory 3 mesi fa su fb
Talmente in esubero che l URC in collaborazione con UMA e l Orientamento, promuovono delle riqualifiche professionali nel settore cure, come Operatore Socio Sanitario o come Assistente di Cura.
Vesna Setek 3 mesi fa su fb
Ma non ci credo! Poi da vedere la grandezza del cantone. Infermieri nostri o....?
Duca72 3 mesi fa su tio
Non riesco a capire l’astio verso il personale infermieristico frontaliere che durante il Covid ha rischiato la propria vita per curare noi Ticinesi. Io mi sento solo di dire GRAZIE INFINITE me ne ricorderò’ .
VECCHIOTTO 3 mesi fa su tio
@Duca72 Caro mio. Qui nessuno vuol à questo momento non riconoscere quanto fatto dal personale straniero. GRAZIE! Qui si tratta di insistere a dire che i nostri figli e nipoti sono costretti ad impararevle professioni mediche con non pochi sacrifici e poi? Vanno al nord delle Alpi perché il Ticino per colpa della politica accetta "medici" che parlano idiomi meridionali e non comprendono il nostro dialetto rispettivamente, grazie ad una inconcepibile risoluzione politica del tribunale federale parlano magari l inglese, lingua delle valli del Canton Ticino anziché francese tedesco inglese come i nostri giovani. Vergogna giudici!
Heinz 3 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO Parlano idiomi meridionali.. Mannaggia lu ditu cu martellu pigliai.
Duca72 3 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO Idiomi meridionali non l’avevo mai sentito ?? forse dovresti allargare i tuoi orizzonti. O forse non sai che il Ticino è stato per più’ tempo Italiano che Svizzero. Comunque tu parli lo stesso idioma di un palermitano. Ta set un taglian anca ti’ !!!!??
anndo76 3 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO vorrei vedere se hai bisogno di 20 medici nel cantone, e ne trovi solo 10 perche' nel cantun NON tutti fanno medicina e siamo poco piu' di 300 mila abitanti ( anziani e bambini inclusi ) , dove cerchi gli altri 10 che mancano se non all'estero ? questo vale per ogni attivita', forse non ti rendi conto che il mondo e' cambiato. ps: sugli idiomi sorvoliamo, o vogliamo parlate del dialetto ticines ?? .-)
Heinz 3 mesi fa su tio
@anndo76 In Italia i giovani non parlano piú i dialetti, salvo poche zone. Maneanche in Ticino lo parlano più... Gli svizzeri tedeschi invece stanno insistendo in tutti modi per elevare al rango di lingua un dialetto tedesco cacofonico, ma sempre dialetto rimane!!!!
sedelin 3 mesi fa su tio
anziani, non vecchi!
streciadalbüter 3 mesi fa su tio
@renusrogue:grazie per il suo commento:finalmente qualcuno che mi ha capito.
Bibo 3 mesi fa su tio
@streciadalbüter Penso che tutti hanno capito che era una battuta... ;-)
Eugen Ionut Burlacu 3 mesi fa su fb
Siii, per quello un'infermiera si gode la notte di lavoro con più di 100 pazienti, per tre di fila poi, ma fate ridere!!!
Orso 3 mesi fa su tio
Adesso capite anche perche in ticino paghiamo cosi tanto di cassa malati
Tato50 3 mesi fa su tio
@@ Juri Vlad Per fortuna che c'erano perché se li "precettavano" in Italia eravamo nella "palta" !!! Molti, specialmente italiani, si sono stabiliti qui in quei periodi e l'Italia li aveva minacciati di ritorsioni al loro rientro in Patria ritenendo che il frontaliere deve rientrare ogni giorno. Poi tutto è stato appianato e non ci sono state conseguenze !!
streciadalbüter 3 mesi fa su tio
Io sono contro i vecchi:bisognerebbe eliminarli gia`da piccoli.
Orso 3 mesi fa su tio
@streciadalbüter Non l’ho capita ...... ma un po irrispettoso. Diventerai vecchio anche tu
Bibo 3 mesi fa su tio
@streciadalbüter Se cominciano da te ne avremo 1 in meno...
RemusRogue 3 mesi fa su tio
@streciadalbüter Era solo una battuta, a me ha fatto ridere, fatevi 2 risate ogni tanto che fa bene alla salute e così paghiamo meno di CM ;)
Tato50 3 mesi fa su tio
@streciadalbüter Lasci fare alla natura che ci pensa lei. Al TG hanno detto che ci sono più morti che nascite, non vorrai mica estinguere la specie ? ;-)))))
comp61 3 mesi fa su tio
Ottimo intervento! Nient’altro da aggiungere.
VECCHIOTTO 3 mesi fa su tio
Perché doveva arrivare Berna a dircelo? Il 50 % del personale sanitario è un bisness privato per i signoroni Italici, un altro 30 % è per curare i signori svizzero tedeschi che dopo aver pagato per una vita le loro tasse à nord delle Alpi vengono in pensione nella Sonnenstube creandoci costi sanitari. Il rimanente 20 % è infine per i 300000 ticinesi che pagano questo servizio peso d oro e che per beneficiarne fanno colonna senza proferire parola. Meditate gente, meditate.
lollo68 3 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO Non posso confermare queste percentuali, ma il fatto che gli anziani vivano più a lungo comporta pure costi sanitari maggiori. Il trasferimento da ZH al TI ha comportato per la mia famiglia un aumento di CHF 200. mensili per la cassa malati. Il metodo di calcolo dei sussidi in TI è assurdo: si calcolano tutti i redditi, ma non tutte le deduzioni! Bisognerebbe basarsi sul reddito imponibile.
centauro 3 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO "Bisness"???? BUSINESS!!!!!
chiodone50 3 mesi fa su tio
GRAZIE
Mark Mark 3 mesi fa su fb
Tutti parenti 😅
Mao75 3 mesi fa su tio
GRAZIE e' la prima parola che mi viene in mente.... Poi ci saranno sicuramente momenti migliori in cui fare approfondite riflessioni. In questo momento, con questo futuro....GRAZIE, GRAZIE e ancora GRAZIE
Juri Vlad 3 mesi fa su fb
AVVISO: Non per far polemica!!! Ma saremo il cantone con più personale di cura.. ma quanti svizzeri e quanti frontalieri confronto gli altri cantoni ? Pensiamo a cosa è successo col Covid-19...
Elena Re 3 mesi fa su fb
Juri Vlad purtroppo é fiato sprecato.
Gino Vetti 3 mesi fa su fb
Juri Vlad ti assicuro che adesso vivo a Losanna e pure li frontalieri ovunque. È un problema della politica di confine, che non tocca solo il Ticino. Io lavoro nell'ambito sanitario
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-23 10:10:49 | 91.208.130.89