Immobili
Veicoli
Il cliente al bar? «Non sarà tenuto a fornire i propri dati»

CANTONEIl cliente al bar? «Non sarà tenuto a fornire i propri dati»

07.05.20 - 16:22
Massimo Suter celebra su Facebook il traguardo di GastroSuisse: «La regola era assurda e impraticabile»
tipress
Il cliente al bar? «Non sarà tenuto a fornire i propri dati»
Massimo Suter celebra su Facebook il traguardo di GastroSuisse: «La regola era assurda e impraticabile»

LUGANO - L'ospite di un ristorante non sarà tenuto a fornire i propri dati di contatto, ma potrà decidere volontariamente se desidera farlo. Il cambio di registro arriva «dopo un estenuante lavoro di convincimento sulla impraticabilità di una regola assurda» a seguito di un incontro tra GastroSuisse e il consigliere federale Berset. A comunicarlo è un entusiasta Massimo Suter tramite un breve post su Facebook.

«Il settore della ristorazione - si sottolinea - deve (solo) consentire la registrazione dei dati di contatto. Sperando che questa novità rafforzi la percezione che GastroSuisse lavori a favore dei propri associati».

⚠️⚠️⚠️👏👏👏⚠️⚠️⚠️ Dopo un estenuante lavoro di convincimento sulla impraticabilità di una regola assurda, sono felice di...

Pubblicato da Massimo Suter su Giovedì 7 maggio 2020

COMMENTI
 
Lucadue 2 anni fa su tio
La tracciabilità dello spostamento delle persone è un obiettivo delle autorità che è già in atto da tempo. Chi usa carte di credito o tessere cliente è automaticamente registrato. Questi dati potranno eventualmente venir estratti e analizzati. Meglio fare i bravi perché fare i furbi è sempre più difficile.
gigipippa 2 anni fa su tio
Per molti ristoratori e un`occasione mancata per evolvere il sistema delle prenotazioni e restare al passo coi tempi.
gattina1994 2 anni fa su tio
NON MI PIACE QUELLO CHE HA SCRITTO! CI SONO PERSONE CHE VANNO AL RISTORANTE ANCHE DA SOLI CHIARO CONCETTO!! NON SONO D'ACCORDO DARE MIEI DATI PERSONALI PERCHÉ I DATI SONO PRIVATI NON DA METTERE IN PIAZZA A TUTTI.. MAGARI È LEI HA AMANTE VISTO COME FATTO LA GENTE. DI SOLITO IL PRIMO CHE SPARA QUESTA CRETINATA È IL PRIMO CHE AMANTE.. IO NON MI SERVE AMANTE PREFERISCO STARE DA SOLA E FARMI LA VITA SENZA PROBLEMI CON PERSONE CHE SPARA CAVOLATE
Blobloblo 2 anni fa su tio
Cavolo quanti isterici ignoranti che ci sono sempre, era già così prima, e questo virus non ha fatto altro che confermare la cosa... Ripeto...sappiamo benissimo cosa fare per proteggerci!!! È un virus, non sono radiazioni!!! Tiratevi assieme!!!
sedelin 2 anni fa su tio
così é ragionevole.
Libero pensatore 2 anni fa su tio
Come se questo cambiasse le sorti del tracciamento. Chi prende i mezzi pubblici deve comunicare il nome, l’orario e la tratta? Suvvia... se vogliamo procedere in questo senso serve l’app, che poi alcuni comunque disattiveranno. L’unica cosa sensata da fare è comportarsi bene. Basta.
ciapp 2 anni fa su tio
grande Suter
Brega84 2 anni fa su tio
E chissenfrega... chi ci andrà prenderà le conseguenze... Dopo due mesi sto così bene a casa mia che mi da fastidio solo il rumore delle auto..:
Topca30 2 anni fa su tio
Domanda...!!! Voi andrete al ristorante a mangiare o al bar a bere il caffè? Io NO... per il momento mangio e bevo il caffè a casa...!!! Mi dispiace per il signor Suter, capisco la sua posizione, ma sono cose che Non sono Necessità...!!! Perciò al momento ritengo di evitarle.
Libero pensatore 2 anni fa su tio
Io in un ristorante che rispetta le regole di distanza e dove posso mangiare all’aperto ci andrò.
vua 2 anni fa su tio
regola assurda e vero ma ....... non dimentichiamo che ormai siamo tutti in rete basta vedere i social e poi con la raccolta punti che diciamo pure come mangiamo forse unico settore dove almeno se pago in contanti non sanno cosa fatto, sperando che non cera qualcuno vicino a zappare oppure fbuccare
seo56 2 anni fa su tio
Ennesima sceneggiata napoletana!
Ben8 2 anni fa su tio
Avanti popolo...
nicu 2 anni fa su tio
CF: che gioppini ...
Gus 2 anni fa su tio
Niente ristoranti! Restiamo a casa!
neuropoli 2 anni fa su tio
lunedì sarò il primo a fare l'apero!... a casa? mai più!
Gus 2 anni fa su tio
Il socialista Berset privilegia le comodità degli esercenti alla salute. Vergogna! Votate socialista!
MrBlack 2 anni fa su tio
Bene un passo nella giusta direzione. Ma senza obbligo di mascherina o visiera di protezione per camerieri e personale in cucina, per un po’ non mi vedono nei ristoranti.
Ctg 2 anni fa su tio
Concordo. Mai visto un cameriere con il braccio lungo 2 metri.
NOTIZIE PIÙ LETTE