AFD
ULTIME NOTIZIE Ticino
BELLINZONA
1 ora
Sacchi sul Viale, pochi i trasgressori: «Per loro 200 franchi di multa»
Il capo-dicastero Christian Paglia traccia un bilancio positivo a 8 mesi dall’introduzione dei cassonetti interrati nel centro storico: «Prossimi passi Bellinzona e Giubiasco. Poi tutti i quartieri»
CANTONE
2 ore
«Ridiamo vita ai nuclei tradizionali»
Il PLR, con un'iniziativa parlamentare, chiede d'introdurre degli incentivi finanziari per sostenere i lavori di restauro degli edifici
CANTONE
3 ore
Sei stato in Cina e non stai bene? «Non andare dal medico, chiamalo»
Arrivano le raccomandazioni del DSS che nel contempo rassicura la popolazione sul coronavirus: «Al momento non c'è da preoccuparsi»
CANTONE
3 ore
«L'alcol non è Satana, meglio educare che proibire»
Per Andrea Conconi, direttore Ticinowine, la nuova legge sulla vendita delle bevande alcoliche penalizza fortemente il settore vinicolo. E non solo
BELLINZONA
3 ore
Un educatore di strada contro il disagio giovanile
Ne chiede l’introduzione una mozione indirizzata all’Esecutivo bellinzonese
LUGANO
4 ore
Le aziende si incontrano a Spazio Ticino
Saranno tre le macro aree tematiche: Marketing, comunicazione e formazione; Forniture, logistica e servizi; MICE ed eventi
LUGANO
4 ore
Niente allarmismi se vedete del fumo nella Vedeggio-Cassarate
Nella notte tra mercoledì e giovedì verrà eseguito un test per collaudare gli impianti di ventilazione e antincendio
LUGANO
5 ore
«Cosa fa la città per la mobilità pubblica?»
Paolo Toscanelli, Urs Lüchinger, Rupen Nacaroglu e Peter Rossi hanno presentato un'interpellanza al Municipio
CONFINE
5 ore
A Como e Varese tornano i divieti anti smog
Da domani saranno attivate misure temporanee come l'obbligo di spegnimento dei motori in sosta o il divieto di accensione fuochi all'aperto
CANTONE
5 ore
Il SISA dice no alla «sussidiarietà nella costituzione»
Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti trova che un'approvazione il prossimo 9 febbraio «aprirebbe scenari preoccupanti»
LUGANO
6 ore
Le tasse di cancelleria «sono da abbassare»
Lo propone il gruppo UDC in Consiglio comunale per mezzo di un'interpellanza
CANTONE
6 ore
Vuoi conoscere la SSPSS?
L'appuntamento è per mercoledì 5 febbraio presso l'aula magna dell'USI
CHIASSO
7 ore
Lastminute.com attaccata dai consumatori francesi
La holding attiva nel settore dei viaggi venderebbe illecitamente e all'insaputa dei clienti assicurazioni onerose
CANTONE
7 ore
Rifiuti: ecco dove i cittadini pagano di più
Primo bilancio del Cantone sulla tassa sul sacco. Sono oggetto di verifica i Comuni che hanno aumentato la tassa base
CHIASSO
8 ore
Lm Group nel mirino di un fondo scandinavo
Dall'azienda attiva nel settore dei viaggi online non arriva nessuna conferma: «Stiamo conducendo discussioni con diverse parti»
MENDRISIO
9 ore
A LaFilanda si impara a giocare a Burraco
Il primo torneo è stato un successo. Il sindaco ha premiato la coppia formata da Manuela Poloni e Pinuccia Catellani-Fontana
LOCARNO
9 ore
Una corsia per i bus sul lungolago locarnese
L’Esecutivo comunale chiede un credito di 710’500 franchi
LUGANO
9 ore
«Troppi regali ai defunti, li requisiamo»
Al cimitero di Lugano spariscono gli ornamenti funerari. Il "ladro"? È il Comune
STABIO
9 ore
Il Municipio "sponsorizza" i veicoli elettrici
I cittadini e le imprese possono ottenere un aiuto finanziario per l'acquisto di una colonnina
CANTONE
9 ore
Un corso per la gestione dei rifiuti
La formazione è rivolta principalemente ai professionisti attivi negli ecocentri comunali
LUGANO
9 ore
Contro i bulli online già alle elementari
Due ore di incontro con gli allievi di quinta durante la campagna di prevenzione "Sbullo". Per aiutarli ad affrontare i rischi in modo consapevole
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
10 ore
Auto divorata dalle fiamme sulla Cantonale
Sul posto è giunto il Corpo Pompieri di Tenero Contra, che ha provveduto a spegnere le fiamme
FOTO E VIDEO
CANTONE / ITALIA
11 ore
Compravano al Fox Town e rivendevano ai cinesi
La Guardia di Finanza ha scoperto un contrabbando di capi griffati tra il 2017 e il 2018 per un valore di 1 milione di euro, senza versamento dei dazi
FOTO
MUZZANO
11 ore
A fuoco il tetto di una casetta
L'incendio è divampato attorno alle 22.45 di domenica sera. I pompieri hanno spento le fiamme e messo in sicurezza l'abitazione
LUGANO
12 ore
Campana ritorna al PPD: «Credo ancora nei nostri valori e non mollo»
L'ex responsabile della comunicazione e membro dell'Ufficio Presidenziale luganese si candida per le Comunali
CANTONE
13.01.2020 - 19:010
Aggiornamento : 23:50

Salumi, olio e limoncello raggiungevano tutto il Ticino

Ma c'è il segreto dell'inchiesta e non è possibile avere informazioni sui 13 esercizi pubblici. Una mozione leghista al Consiglio di Stato chiede i nomi

CHIASSO - «Sono distribuiti su tutto il territorio cantonale» i 13 esercizi pubblici ticinesi finiti sotto inchiesta per avere contrabbandato generi alimentari provenienti dall’Italia tra il 2016 e il 2017. Ipoteticamente, da Chiasso fino ad Airolo. Impossibile conoscerne i nomi. «Per ragioni legate al segreto professionale dell’inchiesta non possiamo fornire informazioni», taglia corto l’Amministrazione federale delle dogane (AFD).

Significa quindi che un ticinese potrebbe tranquillamente trovarsi a cena, magari come cliente fisso, in uno di questi 13 esercizi pubblici, senza sapere nulla? «Non sussiste alcun obbligo legale circa il fatto di comunicare ai propri clienti il loro coinvolgimento in un’inchiesta doganale».

Non è quindi possibile sapere se vi fossero legami di alcun genere tra i locali, né sui loro gerenti e proprietari. Nessun dettaglio viene fornito neppure sulla regione di provenienza della merce. L'unica informazione fornita è il numero di persone finite sotto la lente degli inquirenti: 15 in tutto. Il trasportatore e il suo complice, che rifornivano tutti, e i 13 esercenti. «A tutti vengono contestate ripetute infrazioni alla Legge doganale e alla Legge sull’Iva. Ciascuno, poi, dovrà rispondere per il ruolo che ha avuto nel traffico illegale. Per tre di loro non si è proceduto».

Dall’Italia arrivavano salumi, carne fresca, olio d’oliva e limoncello. Senza essere annunciati. L’Amministrazione federale delle dogane ha richiesto tributi doganali per poco meno di 40mila franchi. «Sette in totale gli atti d’accusa che rischiano pesanti sanzioni. La multa viene calcolata in funzione dell’importo dei tributi che vengono elusi. Si può arrivare a un massimo di cinque volte i tributi elusi. Cinque, invece, i destinatari sanzionati con decreto penale nella procedura semplificata».

Da tutto il Ticino i gestori ordinavano la merce direttamente al trasportatore che, con l’aiuto di un complice, portava gli alimenti da questa parte del confine. Attraversava i valichi incustoditi, la consegnava e incassava in contanti, senza ricevuta.

Dopo il 2017 il contrabbando si è fermato? «La scoperta e le sanzioni normalmente giocano il ruolo di forte deterrente per quanto riguarda un potenziale fenomeno di recidiva - precisano dall’AFD - che tuttavia non può essere esclusa a priori».

La mozione leghista - «I consumatori hanno il diritto di sapere». Il gruppo Lega dei ticinesi ha inoltrato al Consiglio di Stato una mozione affinché vengano resi pubblici, tramite un elenco disponibile in rete, i nomi degli esercenti pubblici che commettono reati gravi. «Consumatori e onesti professionisti sono indignati. È un ingiusto danno d’immagine per tutto il settore». La mozione - firmata da Robbiani, Rückert, Minotti, Guscio e Tonini - chiede inoltre un elenco «con indicazioni di chi opera nel totale rispetto delle leggi e delle regole, di chi è stato sanzionato per questioni minori o si sta adoperando per ripristinare una situazione di totale correttezza, e di chi invece si è reso protagonista di gravi mancanze anche in relazione al versamento degli stipendi nei confronti dei collaboratori, rispetto delle norme contrattualistiche, delle norme d'igiene, pagamento di imposte e oneri sociali, ecc.».

Commenti
 
Dorotea Bernasconi 1 sett fa su fb
e poi dovrei farmi svenare per mangiare in questi posti con la famiglia. Mi spiace ma con gli stipendi che girano io e tanta gente di spendere cifre fuoridi testa nei ristoranti qui non possiamo prrmettercelo e se vogliamo mangiare una pizza vado in Italia
Antonio Calo' 1 sett fa su fb
Dite al vostro govendo di promulgate una legge che vieta l'ingresso agli svizzeri nei nostri centri commerciali... E poi vediamo quanto frignate !!!!
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Antonio Calo' ecco,mancava il genio del giorno!!!!! Poro tato
Antonio Calo' 1 sett fa su fb
Roberto Bolzan ma scusa... State frignado tutti sulla "genuinita'" della carne o altri prodotti italiani, e poi venite in massa a fare la spesa qui... Se siete così patriottici , comprate nei vostri negozi no?
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Antonio Calo' stiamo parlando di esercenti che fanno i furbi (e si fanno portare la merce) non pagando i dazi doganali e spacciando ai clienti per Svizzera della carne proveniente dall Italia! Cosa non ti è chiaro?????? Cosa c’entra se uno va a fare la spesa in Italia per i fatti suoi???? Dai su
Antonio Calo' 1 sett fa su fb
Roberto Bolzan chi ha la possibilità di farlo lo fa, è inutile fare le morali... Lo faresti anche tu...
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Antonio Calo' se lo dici tu!!! Comunque finché mi va bene posso anche farlo ma dal momento che sono stati scoperti è giusto che ne paghino le conseguenze e che vengano sputtanati!!!
Antonio Calo' 1 sett fa su fb
Roberto Bolzan come al solito, voi badate più alla pagliuzza che alla trave... Va beh... Buon proseguimenro
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Antonio Calo' aeee voi voi voi! Tu guarda a casa tua che è meglio! Ciao bello
Antonio Calo' 1 sett fa su fb
Roberto Bolzan certo, voi... Noi qui stiamo sprofondando nella merda... Ma vedo qualche scricchiolio anche da voi ormai...
Led Swan 1 sett fa su fb
Se vogliamo essere sicuri di non mangiare carne proveniente dall'Italia, andiamo tutti a cena a Ponte Tresa😁
Antonio Calo' 1 sett fa su fb
Led Swan no caro... Il venerdì e il sabato sera i nostri ristoranti sono pieni di svizzeri... Fatti una domanda
Led Swan 1 sett fa su fb
Antonio Calo' Era una battuta per far capire che alcuni commentano inorriditi del fatto che mangiano carne italiana in Svizzera ma poi vanno in Italia e mangiano la stessa carne😄. Lo scandalo, per il consumatore, risiede nel fatto che gli esercenti ticinesi ti fanno pagare un rene merce spacciata per svizzera ma che in realtà non lo è...
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Antonio Calo' si,targati TI! Ma sicuro siano svizzeri??? Vabbè,sempre la solita storia,discorso senza fine!!!!
Miriam Campanella 1 sett fa su fb
A cosa serve sapere i nomi.....il problema reale che i piccoli imprenditori sono al collasso!! Troppe spese e meno incassi....
Disà 1 sett fa su tio
Quando entravano con le valigette a portare gli euro però tappeto rosso e tanta omertà ..... adesso fuori i nomi per i prosciutti e il lemoncino ....
Giorgio Castoldi 1 sett fa su fb
Con la carne e limoncello per fregar or questo or quello, esercenti disonesti per fregar or quelli or questi, fuori i nomi dei signori bellimbusti e truffatori, chi lo sa non disonori quelli che ne sono fuori. Chiaro il messaggio?
Christian Narra 1 sett fa su fb
cast pensa alle vacanze 😂😂😂😂
Giorgio Castoldi 1 sett fa su fb
Si ma a me girano lo stesso....e non poco....
Roberto Bianchi 1 sett fa su fb
Proporrei impiccagione in pubblica piazza..😂😂. Per il resto ( mezza mafia del mondo è in swiss ) tutto ok👍👍
Marcello Vaianella 1 sett fa su fb
Non s'è mai visto un limoncello che si "annuncia" 🤣🤣🤣
Dante Alberto Benzi 1 sett fa su fb
Azzz neanche fosse droga
Mauro Ballerini 1 sett fa su fb
Ma smettetela di accanirsi contro questi 13 ristoratori che non hanno avvuto il corraggio di andare loro stessi in Italia a comperare la merce. Mentre sicuramente molti alltri esercenti e non vanno regolarmente grazie alla bella politica delle porte aperte incostuditte. Le dogane invece di fare propaganda sull colpo fatto dovrebbero rivolgersi alla loro consigliera federale di prendere provvedimenti in merito nessun valico incostudito ma sia per le merci e mollto più per le persone
Aki Gozzi 1 sett fa su fb
Forse il problema poi divulgando i nomi, é che molta gente boicotterebbe il ristorante ( lascio a voi il giudizio) indi lo stesso avrebbe dei problemi, magari licenzierebbe del personale, che non ha nessuna colpa.Quindi poi a pagare sarebbero altri.Ci sarà una multa e poi si discuterà, anche a me da fastidio vedere al supermercato degli affettati venduti a 8.90 all'etto, quando a 12 km da qui, la stessa confezione l'acquisti per 3 euro.
Raffaella Norsa 1 sett fa su fb
non parliamo poi della qualità, non sono paragonabili. Se parliamo di carne, è buonissima anche quella svizzera, anzi ottima ma purtroppo con prezzi assurdi, ma i salumi non sono proprio paragonabili.
Led Swan 1 sett fa su fb
Allora bisogna chiudere un occhio, pagare fr. 35.-- per una bistecca comperata a 5 euro pur di salvare i posti di lavoro occupati al 90% da frontalieri?
Aki Gozzi 1 sett fa su fb
Led Swan Mai detto questo, ma questa ossessione dei frontalieri non è sana.
Antonio Calo' 1 sett fa su fb
Led Swan tu dovresti essere allora bandito da tutti e centri commerciali in Italia... Fatti la spesa in Svizzera!!!!
Led Swan 1 sett fa su fb
Antonio Calo' E chi ti dice che vado a fare la spesa in Italia?
Giorgio Castoldi 1 sett fa su fb
Aki Gozzi si ma a 10 km da qui la commessa prende si e no 800 euro...
Paolo Mac 1 sett fa su fb
Quando andate in Italia a fare spesa e vacanze, fate esattamente la stessa cosa.... L’unica differenza è che magari loro lo hanno fatto per poter tenere in piedi un’attività,problema che la maggior parte di chi scrive non ha perché il mensile alla fine del mese è assicurato ed è sempre lo stesso! Magari non è così, o non lo è per tutti, ma bisognerebbe sapere tutti i retroscena prima di sentenziare!
Siro Ilmio 1 sett fa su fb
Paolo Mac ma infatti
Led Swan 1 sett fa su fb
La differenza tra il privato e l'esercente sta nel fatto che se io eludo i dazi doganali è un reato; l'esercente oltre a commettere un reato froda il cliente spacciandogli, per esempio, salumeria nostrana a prezzi locali ticinesi mentre che lui l'ha pagata la metà...
Paolo Mac 1 sett fa su fb
Led Swan la differenza sta anche nel fatto che x il privato è normale è scusabile, anche se può permettersi di fare spese in Svizzera! Io non giudico senza sapere cosa porta le persona a certi comportamenti Ma si sa quando non riguarda la nostra sfera privata siamo tutti giudici integerrimi!
Meck1970 1 sett fa su tio
Tutto fuori di testa.... povero Ticino. Politici ..... sveglia prima che tutto il Ticino collassi....
Sandra Onix 1 sett fa su fb
fuori i nomi
bubi_67 1 sett fa su tio
Visto che i nomi sono top secret.... a sto punto partiamo dal presupposto che sono tutti e 2000 colpevoli e non andiamo più al ristorante, nessuno! Tempo 1, max 2 settimane i nomi dei furbi saltano fuori!
Alberto Bullo 1 sett fa su fb
Fatemi capire, io vado a mangiare carne, non trasportata con un furgone-rigorifero, da uno di questi energumeni e non vengo informato al riguardo....x il segreto d'istruttoria ecc..ecc.. Guardiamo la Tesi la 2 alle ore 21.00 e... "non ci resta che piangere.."..
Raffaella Norsa 1 sett fa su fb
ma per cortesia, sono 20 minuti d'auto cosa vuole che possa succedere alla carne, perché quando facciamo noi la spese non é la stessa cosa? non é che la trasportiamo con il furgone frigorifero
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Raffaella Norsa forse ci sono delle regole da seguire??? Anche chi comsegna frutta e verdura nei negozi (migros,Coop ecc) anche se fa 15 min di strada la legge dice che la temperatura dev essere tot gradi!!!! Per La carne figuriamoci! DAI SVEGLIA
Michele Parisi 1 sett fa su fb
Roberto Bolzan Chi è lei topo gigio?
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Michele Parisi e TU chi sei? La bella lavanderina??
Marisa Simoni 1 sett fa su fb
Raffaella Norsa Mai sentito parlare di catena del freddo? Ci sono delle normative in merito da rispettare per la salvaguardia della salute dei consumatori. Anche in Italia ci sono queste normative per le derrate alimentari.
Michele Parisi 1 sett fa su fb
Roberto Bolzan Non posso esserlo........impossibile ci sono delle regole!
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Michele Parisi ???
Equalizer 1 sett fa su tio
Se smettessero di far strapagare la carne, certe cose non succederebbero, ma fintanto che dal produttore al banco la merce moltiplica x4 il proprio valore, non lamentatevi se poi se la gente cerca alternative.
ciapp 1 sett fa su tio
@Equalizer esatto ! concordo !
Mattiatr 1 sett fa su tio
@Equalizer Sul prezzo della carne non mi esprimo. Però rimane il fatto che se molta gente infrange una legge o un limite, vuol dire che essa non si adatta al popolo. Sperare in comprensione e buona volontà di auto miglioramento in Ticino è come aspettare la buzza nel Sahara. A sud delle Alpi siamo oramai conosciuti per le multe pro repressione, ai posti di blocco in aumento alla ''stato di polizia'' e alla burocrazia inutile. Diciamo che dopo aver speso qualche cartella da mille per una patente inutile pure a me passerebbe la voglia di fare le cose come imposte dallo stato.
anndo76 1 sett fa su tio
ahahah non bastava andare ai supermercati dopo confine ?? e dovrei comprare in ticino ???? ahahah ridicoli
bledsoe 1 sett fa su tio
@anndo76 Ma lei perché non se ne va del tutto? Non sentiremmo la mancanza, questo è certo, visto che non spende, sputa nel piatto in cui ha mangiato e mangia e si sente così superiore a tutto e tutti (a giudicare dal tono delle aue frasi perlomeno)?
centauro 1 sett fa su tio
@bledsoe Beh, per quanto costa la carne non ha torto, poi ognuno è libero di fare ciò che vuole, anche di farsi fottere a casa propria!
Border_Line 1 sett fa su tio
Che segunda mi: - La sospensione della patente di esercente sarebbe una cosa giusta. Che poi loro (gli esercenti) forse imparano. E noi (i clienti) capiamo.
Orso 1 sett fa su tio
Se eravamo nella ue queste cose sarebbero costate 3 volte meno :) avremo amazon, le medicine e le casse malati consterebbero il 30% di meno, ecc ecc
marco17 1 sett fa su tio
@Orso Non è così semplice: i Paesi scandinavi sono tutti nella UE (a parte la Norvegia), eppure il costo della vita è più elevato che in Svizzera.
bimbogimbo 1 sett fa su tio
@Orso Povera Svizzera, se ci sono dei sempliciotti come lei che si illudono che se entrassimo nell’UE tutto andrebbe meglio. Basterebbe leggere un po’ per capire che non è così!!!
centauro 1 sett fa su tio
@marco17 Vero ma hanno anche stipendi più alti.
Angelo Michele Maiorano 1 sett fa su fb
Se era buono, è solo una questione di soldi....
marco17 1 sett fa su tio
Se in Svizzera avessimo dei salari da Terzo Mondo, molto probabilmente anche la carne costerebbe meno ma sarebbe in ogni caso sempre troppo cara.
ciapp 1 sett fa su tio
se nei nostri negozi e macellerie carni e salumi costerebbero la metà , questi problemi non ci sarebbero . o no? 95 fr al kg per una carne ceca , vardii pö vialtri !!!!
anndo76 1 sett fa su tio
@ciapp infatti da me 1 frs non li prendono da oltre 10 anni i vari supermercati e negozianti ticinesi. tutti bravi a fare i fenomeni con il c....o degli altri hahahah
BP69 1 sett fa su tio
@anndo76 Ci sono i negozi specializzati per i ristoratori, tipo Prodega, e hanno prezzi molto convenienti. Ma si capisce chi sono gli esercenti. Ci credo poco che siano ticinesi....
centauro 1 sett fa su tio
@BP69 L'occasione fa l'..... pecunia non......
Flavio Ferrini 1 sett fa su fb
come se nessuno abbia mai fottuto la dogana. ma x piacere
Valerio Corvi 1 sett fa su fb
Flavio Ferrini bravo
Pedraita Maurizio 1 sett fa su fb
Flavio Ferrini non mi frega se inculano la dogana, importa se fregano il sottoscritto
Raffaella Norsa 1 sett fa su fb
Pedraita Maurizio e perché la fregano? perché comprano a meno e rivendono ad un prezzo normale per il Canton Ticino? é l'unico modo per restare aperti, se dovessero comprare la carne qui non possono sopravvivere
Roberto Bolzan 1 sett fa su fb
Raffaella Norsa ma per favore....
Raffaella Norsa 1 sett fa su fb
Roberto Bolzan purtroppo é la realtà...
fakocer 1 sett fa su tio
Considerando che "la Legge" non porta a conoscenza i nomi dei fuori legge mancando di onorare i cittadini e gli esercenti che si caratterizzano nell'onestà, quest'ultimi dovrebbero rendere pubblica la dichiarazione "Noi non abbiamo frodato ne voi ne le dogane, affiggendola ben i in vista e con tanto di firma. Vi è uno stile in via d'estinzione: è quello dei "galantomm". Se la legge è dall'altra parte, ci arrangiamo noi.
Um999 1 sett fa su tio
@fakocer Hai fatto uno considerazione eccezionale e degna di nota, ottimo. La legge non onora i cittadini onesti, veramente semplice, essenziale, diretta ma soprattutto vera. A parer mio i galantuomini non hanno necessità di mettere il cartellino alla giacca, l’uomo ha il sesto senso per questo, comunque in assenza di giustizia la trovo anch’essa un’ottima proposta. Complimenti veramente un post senza insulti ma coinciso. Il mio rispetto.
fakocer 1 sett fa su tio
@Um999 Grazie Um999. Mi fa piacere sapere d'essere in compagnia.
Giuseppe Fanelli 1 sett fa su fb
Sono molto di più dei 13 che si vuole mettere alla gogna
don lurio 1 sett fa su tio
Terminata l'inchiesta fuori i nomi e revoca la gerenza di esercizi pibblici.
Massimiliano Verdaglia 1 sett fa su fb
Alessandro Milani 2 sett fa su fb
X 3 non si è proceduto. Saranno i pezzi grossi
Manuela de Rungs 2 sett fa su fb
Peccato...per i Ristoranti che non lo fanno
Alessandro Milani 2 sett fa su fb
Ma i nomi dei ladri che rubano..vaccaboia come dello psichiatra stupratore ecc nn si sanno mai!vengono solo messi alla gogna su foglio ufficiale anche i poveri cristi?feccia
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-27 19:16:18 | 91.208.130.89