Archivio Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
CHIASSO
43 min
I semafori in via Comacini sotto la lente
Il Comune ha rilevato delle disfunzioni ma non ritiene necessario sostituirli. Quindi prende tempo
BIASCA
52 min
Chiude l'Intervalves: «E il Cantone cosa fa?»
Dieci deputati socialisti in Gran Consiglio sono preoccupati per la continua perdita di posti di lavoro nelle Tre Valli
MENDRISIO
56 min
Somazzo, ora tocca all'asfalto
Dopo la posa delle infrastrutture sotterranee, a marzo inizieranno i lavori di pavimentazione stradale
CANTONE
1 ora
Negozi aperti fino alle 19. Si va avanti così
Il Tribunale federale ha deciso di non accordare l'effetto sospensivo al nuovo quadro normativo.
CANTONE
2 ore
Gli studenti ticinesi sono «discriminati» dal DECS?
La carta IOSTUDIO finisce in un'interrogazione di Fonio, Agustoni e Dadò
BELLINZONA
2 ore
Picchiatori (e picchiatrici) a carnevale: l'identikit
Al Rabadan un massiccio dispositivo di sicurezza. E si inaspriscono le diffide. Ne parliamo con il capo della security
CANTONE
2 ore
Il balzo annuo dei frontalieri
Nel quarto trimestre 2019 i lavoratori stranieri con permesso G in Svizzera erano 329mila. 
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Ora è ufficiale: Ermotti lascia UBS
Il CEO ticinese abbandona l'istituto dopo 9 anni. Al suo posto arriverà l'olandese Ralph Hamers
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
13 ore
Rabadan: un liquido rosso vi stupirà
La scuole dell'infanzia di Olivone e Ludiano ironizzano sulle terme di Acquarossa
VIDEO
BELLINZONA
17 ore
Scherzi pazzi alla gente per strada: è già clima Rabadan
Il video per le vie della capitale. L’antipasto in vista della 157esima edizione del carnevale più seguito nel Ticino
LUGANO
18 ore
Auto in avaria, code sull'A2
Disagi in direzione nord. Chiusa la corsia di sinistra
BELLINZONA
20 ore
Quale visione per gli over 65?
Un'interrogazione chiede come si intende garantire un'adeguata qualità di vita alla crescente popolazione anziana
COMANO
21 ore
Saltano 12 posti di lavoro alla RSI
Prepensionamenti e non sostituzioni dei partenti, ma non si escludono licenziamenti e diminuzioni del tempo di lavoro
CANTONE
21 ore
Il ruolo dei Comuni nella scuola e per gli anziani
Il Comitato strategico di Ticino 2020 ha sottoposto la sua proposta al Governo. Si verificherà la fattibilità
LOCARNO
21 ore
Non rispetta la precedenza, centrato da un'auto della Comunale
L'incidente è avvenuto ieri sera a Locarno, davanti alla centrale di polizia
CANTONE / SVIZZERA
23 ore
Iniziativa "Strade sicure", in primavera la consultazione
L'iniziativa cantonale vuole vietare il transito ai camion non dotati dei nuovi sistemi di sicurezza
CANTONE
23 ore
La Cantonale ha tre nuovi Ufficiali
Marco Mombelli, Georges Locatelli e Luca Ceresetti sono stati nominati dal Consiglio di Stato
CASTEL SAN PIETRO
1 gior
Medacta potrebbe dover sborsare una decina di milioni
Advanced Surgical Devices, società controllata dal gruppo della famiglia Siccardi, ha subito una condanna (provvisoria) negli Stati Uniti
CONFINE
1 gior
«Li perdono, ma intanto li ho denunciati»
Ladri in azione nella villa di monsignor Grampa. L'ex vescovo di Lugano: «Bottino magro, solo oggetti devozionali»
PARADISO
1 gior
Gran successo per il carnevale di Paradiso
Lo scorso weekend trampolieri, giocolieri e mangiafuoco hanno trasformato il lungolago in un circo a cielo aperto
CANTONE / MILANO
1 gior
«Altro che volante, a me tutto il cruscotto»
Ennesima vittima della banda milanese che, in questo caso, ha colpito la sera di S. Valentino. Il danno? Circa 17mila franchi
LUGANO
1 gior
La fisica solare entra all'USI
Approvata ieri dal Parlamento l'affiliazione dell'IRSOL alla Facoltà di scienze informatiche
FOTO E VIDEO
CONFINE
1 gior
A carnevale questo scherzo non vale: «Sequestrati 100'000 prodotti non sicuri»
La Guardia di Finanza di Como ha requisito parrucche, maschere e cappelli di due esercizi commerciali di Olgiate Comasco e Vertemate Con Minoprio
LUGANO
1 gior
Tensioni in casa Swica: quella donna può permettersi di tutto
Il recente articolo di Tio/ 20 Minuti ha sollevato un polverone. Diverse le nuove testimonianze. Tutte contro la responsabile vendita
FOTO
TESSERETE
1 gior
Trovo l'acqua in Amazzonia, e loro mi regalano sorrisi
Saverio Mondini ha dedicato quasi metà della sua vita in Brasile, seguendo in prima persona gli aiuti umanitari della sua associazione
CANTONE
09.01.2020 - 12:080
Aggiornamento : 12:52

Aggressioni a coppie gay: «Succede anche in Ticino, sempre di più»

Lanciata ufficialmente nella Svizzera italiana la campagna per il “sì” al divieto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale

BELLINZONA - Coppie omosessuali aggredite perché si tengono per mano o si scambiano un bacio. Oppure insultate gratuitamente sui social. Episodi come questi sono più volte venuti agli onori della cronaca, anche nelle ultime settimane. Tra questi c’è la recente aggressione avvenuta nella notte di San Silvestro a Zurigo, in cui quattro giovani hanno preso di mira due gay.

Ma succede pure in Ticino. Anche qui si parla di aggressioni o insulti che si verificano fuori dalle discoteche o per strada. «Da noi non esiste una statistica specifica, ma la percezione è che ci sia un netto aumento del fenomeno» ha denunciato Joana Bienert, membro del coordinamento dell’associazione LGBT+ Imbarco Immediato, intervenuta oggi al lancio nella Svizzera italiana della campagna per il “sì” al rafforzamento della norma antirazzismo.

La modifica legislativa, su cui i cittadini sono chiamati a esprimersi il prossimo 9 febbraio, è volta a vietare la discriminazione su base dell’orientamento sessuale, come già avviene per quelle determinate da motivi religiosi, razziali o culturali.

L’odio corre sui social - «C’è un odio generalizzato a cui bisogna porre un freno» ha affermato ancora Bienert, sottolineando che in particolare sui social si assiste «a uno sdoganamento degli insulti gratuiti». E si tratta di parole scritte di cui non va sottovalutato il potere, ha aggiunto Sarah Rusconi di Amnesty International Svizzera: «È una tendenza pericolosa: chi semina parole di odio vedrà, a breve o a lungo termine, le sue parole diventare atti pesanti».

La Svizzera è ancora un caso particolare, ricorda Rusconi. «E c’è da preoccuparsi». Nella maggior parte dei paesi europei, «l’incitamento all’odio e alla discriminazione nei confronti di lesbiche, gay e bisessuali è da tempo un reato penale. Non lo è però nel nostro paese». Ed è anche per questo motivo che nella classifica dell’Associazione internazionale delle persone lesbiche, gay, bisessuali, trans e intersessuali, la Svizzera è passata dal 22esimo al 27esimo posto, tra Slovacchia e Kosovo.

Amnesty International sostiene la proposta di estendere la norma penale antirazzismo alla discriminazione basata sull’orientamento sessuale, in quanto «gli incitamenti pubblici all’odio e alla discriminazione violano i diritti fondamentali degli interessati» ha detto ancora Rusconi.

Un dibattito senza umiliazioni - Anche il granconsigliere PPD Giorgio Fonio ha sottolineato il sostegno al rafforzamento della norma penale: «Nella società il dibattito sta scadendo su tutta una serie di temi, dalla migrazione alle minoranze». E ha ricordato che si tratta di una modifica legislativa sostenuta a Berna da un’ampia maggioranza parlamentare. «Votata anche dal mio partito a livello nazionale, che dimostra in maniera insindacabile come anche coloro che su alcuni temi sensibili alle rivendicazioni della comunità LGBT+ assumono talvolta posizioni distanti e contrastanti ritengono senza dubbi come il rispetto e la dignità della persona debbano essere tutelati».

I contrari, promotori del referendum, ritengono che la modifica di legge limiterà la libertà di espressione (vedi box). «Non è vero - ha detto Fonio - in futuro non sarà proibito assumere posizioni contrarie e critiche a determinate tematiche relative alle rivendicazioni LGBT+, ma sarà imperativo farlo senza insultare, umiliare, offendere e denigrare le persone».

Fonio ha infine parlato pure nella sua veste di sindacalista, ricordando che «questa legge ha un forte valore anche per i lavoratori, perché andrà a tutelare per esempio gli omosessuali discriminati sul posto di lavoro».

I contrari: «Una legge che minaccia la libertà di espressione»

Contro l’estensione della norma antirazzismo alle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale è stato lanciato un referendum. Il prossimo 9 febbraio saranno quindi i cittadini a esprimersi sulla proposta.

Per i contrari, si tratta di una legge «che minaccia la libertà di espressione». E le norme attuali sarebbero già sufficienti: «In Svizzera l’odio e la discriminazione sono giustamente condannati: chi insulta o degrada pubblicamente persone a causa di determinate caratteristiche, subisce la riprovazione della società ed è punito dal diritto penale».

I promotori del referendum sottolineano inoltre che «le persone omosessuali sono da tempo membri della società a pieno titolo». E parlano di degradazione «per legge a una minoranza presunta debole e bisognosa di protezione».

Commenti
 
sedelin 1 mese fa su tio
per correttezza: NON tutti gli omosessuali sono contrari, bensì quelli appartenenti all'UDC (il che é tutto dire).
sedelin 1 mese fa su tio
@sedelin @ DIEGO BARATTI qui sotto (TIO, chiedo di risolvere il problema di destinazione dei post, grazie!)
Mattiatr 1 mese fa su tio
@sedelin In effetti i tuoi dati confermano una tesi inconfutabile!
Diego Baratti 1 mese fa su fb
Ecco perché anche gli omosessuali sono contrari alla modifica di legge: https://www.swissinfo.ch/ita/politica/punto-di-vista_-noi-omosessuali-non-abbiamo-bisogno-di-diritti-speciali-/45476548#.XhcBt9ufBrQ.whatsapp
Arianna Martelletti 1 mese fa su fb
Non so che dire siamo nel 2020 o nel 320 !?
Alby Anda 1 mese fa su fb
Bugie del giornalismo organizzato
Giulia Previtali 1 mese fa su fb
Fake news ne abbiamo ? Dove sarebbero tutte queste aggressioni ????? 🤔
Amos Darrico 1 mese fa su fb
L orientamento da chi lo fa i dottori e le banche il consiglio federale il papa mi dispiace sto un po sul mio ho una brutta esperienza
Leila Bianchi 1 mese fa su fb
Sono veramente stanca di restare basita, fortuna son vecchia, non vedo l’ora di lasciare questo marcio mondo a chi verrà. Spero solo che lo rimettano in sesto! Sono così stanca di vedere che, le cose più elementari e basilari sprofondano sempre più nella melma! Nessuno può essere se stesso, tutto viene attaccato si fanno leggi a destra e a manca. Ne basta una! Sei un violento gratuito? Per sport? Basta hai chiuso! Non mi interessano i perché e i percome del tuo piccolo e guasto cervello! Se fossi gay questa legge la troverei un insulto! Perché dovete fare una legge per me? Io non sono diverso dagli altri! Fate la legge per chi è violento, punto. Contro chi o cosa... non ha senso specificarlo. Poi cosa arriverà, la legge a tutela degli obesi? Quella per i magri da paura? Quella per chi ha gli occhi blu? Si sta degenerando! Basta con quel creare ghetti e ghettizzati. Perché una legge a tutela, nella stessa specie, è demenziale! Siamo TUTTI esseri umani, chi è violento deve essere punito perché lo è e non guardando verso chi lo fa. Le leggi a tutela, hanno senso verso le altre specie. Un leone è indifeso verso un uomo armato. Ma tra noi, noi che ci vantiamo di essere intelligenti, moderni, e l’ultima... la più tragica... noi che ci vantiamo di essere civili... ma non vedete la tristezza di tutto questo? Si punisce qualcuno perché ha attaccato un nero, un gay... ma non sarebbe più giusto punirlo perché ha attaccato qualcuno? Di qualunque colore- etnia-credo-orientamento esso sia?
Joana Bienert 1 mese fa su fb
Leila Bianchi questo succede già signora, ma vale solo per la violenza fisica. Provare ad annientare una persona a parole no. Dire gli omosessuali meritano la camera a gas , oggi non è punibile dalla legge signora.
Leila Bianchi 1 mese fa su fb
Joana Bienert Nessuna persona dev’essere annientata gratuitamente, nel fisico e nell’anima. Anche qui, come nella violenza fisica, non c’è nessun bisogno di “ghettizzare” degli esseri umani. La violenza verbale, diretta a chicchessia e per qualsiasi motivo, va punita. Qui racchiusi, ci sono tutte le varietà di bulli con le loro abominevoli azioni. I prepotenti ( una volta si chiamavano così) vanno fermati. Ma non ha nessun senso creare delle categorie e relative pene. Si creano solo isole di salvataggio a questi esseri crudeli. Provi a pensare, uno di questi bulli, prende di mira un gruppetto di persone: “Tappeto puoi solo scomparire, tanto chi ti vede” “Ciccione tu invece puoi solo scoppiare “ .... devo continuare? Cosa si dovrebbe fare? Leggi per ogni specifico insulto? Se ne faccia una, severa e giusta, che racchiuda tutto, dal mobbing al bullismo. Senza se e senza ma. Guardi che purtroppo lo so di essere “ utopica”. Per questo dico che tutto sta degenerando per delle cose che non dovrebbero nemmeno esistere.
Billy Fully HD 1 mese fa su fb
Joana secondo me non tutti gli omosessuali sono uguali, alcuni pero' fanno veramente pena per come si comportano e per come parlano, pochi giorni fa scrivevo che ero allo zoo con la prole, e mi son trovato davanti due rimbambiti, finocchi che oltre che a fare commenti stupidissimi verso gli animali erano veramente volgari e parlavono anche ad alta voce, e' stato un po difficoltoso spegare ai bambine cosa intendevano i due bambela, poi ognuno libero di pensarla come preferisce
Leila Bianchi 1 mese fa su fb
Billy Fully HD Mi scusi, non sono Joana, ma il suo commento mi ha fatto ricordare molte cose di quando avevo le figlie piccoline. Vedevo ometti anziani che inveivano contro dei bambini che raccoglievano castagne. Addirittura hanno poi piazzato cartelli di divieto. Molto semplicemente ho spiegato alle mie figlie che non tutte le azioni sono comprensibili, ognuno ha i suoi perché🤷‍♀️ Per me non aveva molto senso impedire di raccogliere le castagne e lasciarle a marcire. Per loro si. O glielo si chiede oppure si passa oltre. Come quei due, da lei descritti. È necessario sapere perché qualcuno ha un determinato atteggiamento? Serve a qualcosa saperlo? Quei due, la sua prole, se lo scordano in men che non si dica.... l’atteggiamento che ha avuto lei no. Se non fanno del male a nessuno, perché denigrarli?
seo56 1 mese fa su tio
Personalmente voterò NO. Ci sono già leggi adeguate in merito.
Bayron 1 mese fa su tio
Propaganda elettorale
Nazgul 1 mese fa su tio
Come al solito nei commenti noto veramente un sacco di confusione. Tanto per fare un po' di chiarezza: ipotiziamo che un bar affigga un cartello che recita "In questo locale non si servono i x". Se "x" è un gruppo razziale, etnico o religioso il proprietario del locale è penalmente perseguibile per discriminazione, mentre se si riferisce ad un orientamento sessuale no. Stesso discorso per qualcuno che va per strada con un cartello che dice "Tutti i x devono morire male". Seriamente a qualcuno sembra che vada tutto bene? D'altro canto basta leggere la prima frase scritta dal comitato referendario sul materiale di voto per rabbrividire...
Bacaude 1 mese fa su tio
Solo per fare un pò di chiarezza. E' evidente che l'aggressione sia già un reato. Chi usa questo argomento, apparentemente consono, dimentica però cosa scateni l'aggresssione Cioè: statisticamente quante aggressioni vengono subite (in percentuale oltretutto al loro numero) da coppie etero che passeggiano in strada? Ecco il punto è lì. Se è necessario fare una legge che protegga maggiormente una donna mettendo quzalche aggravente lo si deve fare perchè una donna, in quanto soggetto fragile, viene presa di mira più facilmente. Analogamente le aggravanti di razzisimo, sessismo e discriminazioni varie vengono aggiunte per "sperare2 che il bullo ci pensi 2 volte. Poichè chi aggredisce fisicamente qualcun altro è solo un bulletto senza cervello, spesso frustrato perchè in fondo alla catena sociale D'altra parte mai visto un bullo coraggioso che litiga con uno più grosso e più bullo di lui...
Hardy 1 mese fa su tio
Sono assolutamente contro qualsiasi tipo di discriminazione, compresa quella riguardante l'orientamento affettivo, però mi chiedo: davvero una discriminazione e un'aggressione su questa base non sono già perseguibili? Se davvero uno dei valori della Svizzera è quello di difendere i diritti umani e di perseguire chi li calpesta, davvero occorre varare una legge per includere nei diritti umani anche gli omosessuali? Cosa sarebbero gli omosessuali? Degli esseri diversi dalle persone? E qualcuno anche dice "a me gli omosessuali mica danno fastidio": io non sono d'accordo, perché non è una questione di dare fastidio, la questione è il rispetto dell'integrità di OGNI PERSONA, e quello che ci stiamo via via dimenticando è che siamo tutti PERSONE con eguali diritti. Ammetto che a pancia avrei votato sì, ma ragionando un attimo faccio ora fatica a decidermi tra il sì e il non votare su questo punto.
Igor Petralli 1 mese fa su fb
Che supa.... poi i commenti....
Partito Popolare Comunista 1 mese fa su fb
Non strumentalizzate le aggressioni per imporre il fascismo rosa al proletariato. La borghesia vuole distruggere le famiglie tradizionali tutto influenzato dalla UE e delle potenze imperialiste.🇪🇺 https://www.ticinonews.ch/ticino/429160/il-gay-pride-ci-rovinera-le-menti
streciadalbüter 1 mese fa su tio
@bananajoe:la verita`fa male nee.
bananajoe 1 mese fa su tio
@streciadalbüter Cioè?? Certo che se ti esprimi così come sai mettere gli accenti sulla tastiera siamo a cavallo! Scusami ma sei in grado di esprimere un concetto o un tuo punto di vista? Ho seri dubbi a questo punto...
castigamatti 1 mese fa su tio
l'aggressione si, é la discriminazione di genere che va regolamentata (come qualsiasi altra discriminazione)
volabas 1 mese fa su tio
Se tutti si facessero i .azzi loro e rispettassero le opinioni e modi di vivere degli altri, sicuramente si vivrebbe molto meglio. Fintanto che non ci sono violenze, costrizioni o abusi, che problema c'è ?
F.Netri 1 mese fa su tio
Ma nel nostro ordinamento, l'aggressione non è già un reato penale?
Stefano Fehr 1 mese fa su fb
Se il Ticino vota no, ricordate di ringraziare D.B, l'omicida che aveva preso a pugni e calci il povero Lindy Jacoma da un omicida ed ex trafficante di stupefacenti nel 2009. Votare si significa uscire dall'ombra omofoba, votare no significa dare la precedenza a un omicida e omosessuale latente !
streciadalbüter 1 mese fa su tio
La migliore definizione di un omosessuale(maschio)) l`hanno data i Francesi:"C`est quelqu`un qui s`amuse la`ou`les autres s`emmerdent.
castigamatti 1 mese fa su tio
@streciadalbüter "points de vue"...
bananajoe 1 mese fa su tio
@streciadalbüter Ma tu sai di cosa stai parlando??? Nemmeno la briga di informarsi da dove è nata questa frase e chi e perché l'ha resa pubblica scrivendoci un libro che a questo punto ti meriteresti di leggere così giusto per imparare qualcosa! L'OSCAR DELLA CAPRA 2020 È GIÀ TUO!!! ...GNURANT!!
vigilante 1 mese fa su tio
Già questo insieme di commenti lascia trasparire il tasso di ignoranza Svizzera (o quanto meno solo il Ticino spero)... che pena. Una corte medievale in mezzo all'europa.
castigamatti 1 mese fa su tio
Nicola Zanni: secondo lei la "libertà individuale" é poter pestare una persona o insultarla perché non é come lei? La libertà di espressione in questo caso centra come i cavoli a merenda. Non le nego il diritto di esprimere il suo disappunto verso le persone come me, esigo però che sia espresso in modo corretto e rispettoso, senza insultare e denigrare. Non vedo il problema quale é... potrà continuare ad esprimere il suo pensiero in forma educata come lo ha fatto qui...
Maxy70 1 mese fa su tio
Nella misura in cui sono rapporti fra adulti consenzienti (vale ovviamente per tutti gli ambiti, non solo gay), non capisco cosa ...azzzz!!! possa fregare a chi, chi va a letto con chi. Chi ha tempo e voglia di farsi i ....azzzz!!! degli altri. Bah.
Bruna Bralla 1 mese fa su fb
Non è che si sta facendo partorire il topolino alla famosa montagna ? Mah...
Luigi Caribè 1 mese fa su fb
Bruna Bralla brava. Infatti la colpa è di chi si fa aggredire. Come quando aggrediscono una donna, vero?
Bruna Bralla 1 mese fa su fb
Luigi Caribè io non ho incolpato nessuno , quello è un ragionamento contorto che appartiene esclusivamente a lei , non carichiamo troppo il carro perché poi si sfascia, e soprattutto ricordiamoci della storiella di Pierino , attuale anche oggi .
Luigi Caribè 1 mese fa su fb
Bruna Bralla se lei crede che si esageri, allora ci dica cosa si deve fare. Esagerazione sarebbe una occhiataccia ma parliamo di persone finite all’ospedale. Deve scappare il morto? Io stesso né sono stato vittima di tipi così a Zurigo. Credo che come essere umano lei dovrebbe essere più solidale perché sono sicuro che se succedeva a lei, altroché montagna che partorisce un topo
Bruna Bralla 1 mese fa su fb
Luigi Caribè nell’articolo si parla del Ticino , sembrerebbe che tutti i ticinesi siano omofobi , a me non sembra , ho degli amici gay che hanno scelto di vivere in Ticino , sono felici della loro scelta e non mi hanno mai detto che loro o persone che conoscono siano stati vittime di discriminazioni o altro , ecco perché non mi sento di accettare queste notizie senza poterne approfondire la completa veridicità , quello che noto in Ticino è che si sta diventando un popolo di lamentosi in ogni ambito .
Marilena Decarli 1 mese fa su fb
È triste che bisogna arrivare a fare una votazione. Che fastidio danno? Io conosco molte persone gay e lesbiche, ci parliamo, ridiamo, non vedo il motivo per cui bisogna insultarli o picchiarli. 😀
Sonia Lombardo 1 mese fa su fb
Marilena Decarli è molto triste che si sia arrivati ad un referendum. La legge doveva venir modificata e basta. Assurdo che si reclami (invocando una presunta libertà d'espressione = libertà di incitare all'odio) perchè si decide di tutelare persone che ad oggi vengono ancora discriminate e picchiate perchè AMANO una persona dello stesso sesso.
Antonella Patullo Magistro 1 mese fa su fb
Marilena Decarli campagna elettorale ma il governo perché non mette al primo posto le cose più importanti chi paga tutte le spese i cittadini?diversi di sentono ma x carità negli anni 60 noi persone normali venivamo puniti se i vigili ci vedevano vicini vicini su una panchina o a baciarci loro invece chiedono diritti e vedo che le sono concessi cosa vogliono ancora booo
Partito Popolare Comunista 1 mese fa su fb
Sonia Lombardo Abbiamo il pieno diritto costituzionale di votare NO! Noi abbiamo firmato il referendum per combattere questa censura. UDC,UDF e il PPC sono contrari alla dittatura gender ideologia pericolosa per la classe proletaria. Faremo anche noi una campagna per convincere il popolo a votare il NO. Alcune masse popolari insultano chi vuole votare NO che è un diritto costituzionale. Questo si chiama fascismo rosa!!
Elisabetta Pezze 1 mese fa su fb
Inciviltà
Adamo ReMida Jackson 1 mese fa su fb
Francesco Sergio ha sempre avuto il mio sostegno morale e non dicendogli cose che possano urtare la sua sensibilità
Nicola Zanni 1 mese fa su fb
Non mi torna qualcosa. In giro non vedo mai nessuno di questi facinorosi pronti a picchiare persone, men che meno perche' gay. Secondo me stanno utilizzando la solita tecnica: creare un problema inesistente per poi generare una soluzione che lede le liberta' individuali. Ad esempio quella di espressione(il 9.2 si tiene un referendum sul tema). Queste aggressioni sono casi molto piu' sporadici di quello che dicono, mai visti in giro questi pazzoidi che aggrediscono coppie perche' gay.
Giuseppe Amaneh 1 mese fa su fb
Nicola Zanni non li vedi forse perché non sei gay? È come dire che quelli di colore non vengono mai discriminati, quando tu sei bianco come la macchina del Papa ;)
Gichel Maffuri 1 mese fa su fb
Nicola Zanni già perché tu riesci a riconoscere se una persona vuole picchiare qualcuno o più precisamente un omosessuale?. Vedere come confondi "libertà d'espressione" e "libertà d'offesa" da già molte informazioni sul perché scrivi questo tipo di commenti. Coraggio... 📖 non morde, molta gente ha provato e ti assicuro che funziona (nella maggior parte dei casi).
Nicola Zanni 1 mese fa su fb
Gichel Maffuri non ha capito il mio discorso ma credo che non mi interessi molto. Il 9.2 guarda il referendum. Widerluege
Nicolò Hilpisch 1 mese fa su fb
Nicola Zanni Ma se tu non vedi o riconosci questi "pazzoidi" vuol automaticamente dire che non esistano?
Viola Kycyku 1 mese fa su fb
Nicola Zanni non sempre si parla di aggressione fisica. Esiste anche quella verbale, e forse fa più male...
Andrei Rezzin 1 mese fa su fb
Nicola Zanni cioè se una cosa non la vede vuol dire che non esiste? Ottima teoria di vita, complimenti......
Matteo Rezzin 1 mese fa su fb
Nicola Zanni Mah se capita continuamente nelle scuole che il bulletto prenda in giro qualcuno ti effemminato etero o gay che sia con insulti come frocio o finocchio. Una legge che fa capire a chi offende e invita al odio serve, che esiste per il razzismo.
miba 1 mese fa su tio
Un conto è accettare/rispettare gli omosessuali ed un altro conto sono le strategie e gli obiettivi potentissime lobby LGTB. Le violenze (fisiche e psicologiche) sono da condannare, ci mancherebbe (!), ma tra il riconoscere, accettare e rispettare ed il voler dipingere tutto il mondo di rosa c'è una bella differenza!!! L'umanità è composta da molte civiltà, culture, usi, costumi, religioni, etnie, ecc ecc ecc le quali sono indubbiamente differenti tra loro e vanno tutte rispettate (il famoso detto rispetta se vuoi essere rispettato...), anche quelle per le quali gli omosessuali non rappresentano decisamente dei principi e dei valori. Il voler imporre a livello planetario determinate cose è un po' come quando i missionari cercavano di andare a convertire chi non era cattolico... La vera libertà ed emancipazione è quella di poter esprimere liberamente le proprie idee ed opinioni e non rischiare di arrivare a penalizzare perché qualcuno la dice come la pensa, alias quello che si prefiggono le lobby LGTB. Datemi pure del razzista e/o dell'omofobo ma in nome delle nostre libertà d'opinione/espressione (e non solo nell'ambito gay) voterò un no più che convinto
castigamatti 1 mese fa su tio
@miba hai perfettamente ragione, hai espresso in modo chiaro le tue idee e opinioni. Tutto ciò senza offendere o denigrare nessuno. È semplicemente questo che vogliamo noi gay! Non é che si voglia reprimere la liberta di esprimere opinioni, é il modo con cui le si esprime che deve essere regolamentato. Con un linguaggio corretto ed appropriato tutti possiamo esprime le nostre diverse opinioni (ci mancherebbe…).
castigamatti 1 mese fa su tio
@miba se vota un NO convinto, non ha capito nulla di questa iniziativa. Nessuno la vuole azzittire, e lungi da noi voler "penalizzare qualcuno perché dice come la pensa", vogliamo però difenderci dagli insulti gratuiti e dalla violenza. Lei accetta e rispetta gli omossessuali? bene allora non avrà alcun problema ad esprimersi in merito e certamente non avrà necessità di insultarci o farci violenza...tutto qui. È solamente una questione di rispetto e civiltà.
Angelo Michele Maiorano 1 mese fa su fb
Ma un ragazzo che alla domanda di uno sconosciuto "Sei gay", che risponde "Sì", forse andrebbe bene praticare una delle diverse arti marziali, almeno potrà difendere la sua ingenuità
Manuela Decarli 1 mese fa su fb
non capisco il motivo
Bruna Bralla 1 mese fa su fb
Angelo Michele Maiorano non si parla con gli sconosciuti , tanto meno si danno informazioni private , non te l’ha insegnato la mamma ? 😂😂
Giuseppe Amaneh 1 mese fa su fb
Angelo Michele Maiorano se due persone dello stesso sesso stanno insieme, non ci vuole tanto a capirlo. Oppure tu e tua moglie quando andate in giro sembrate conoscenti?
Sonia Lombardo 1 mese fa su fb
Quindi, @Angelo, se a lei e sua moglie (che indossa una bellissima collana di valore) chiedono se siete sposati, lei dice di no perchè forse la picchiano per derubarla? 🤔
Luigi Caribè 1 mese fa su fb
Sonia Lombardo mi hai rubato le parole di bocca
Angelo Michele Maiorano 1 mese fa su fb
Non so se avete letto gli articoli, ma ci sono in giro gruppi di "energumeni" per la città di Zurigo che fanno prima la domanda:"Sei gay?".... beh, a me sembra che si possa pure ribadire: "Ma lei cosa fa per dire,....ma pensi a quello che è lei ecc. ecc.".
Angelo Michele Maiorano 1 mese fa su fb
Vedo che voi tutti andate in giro a dare risposte sul vostro conto a persone sconosciute. Bontà vostra
Angelo Michele Maiorano 1 mese fa su fb
Sonia Lombardo ma perché deve dare una risposta affermativa o negativa ad uno sconosciuto? Può mandarlo pure a quel paese
Sonia Lombardo 1 mese fa su fb
Angelo Michele Maiorano e pure in quel caso: botte.
Sonia Lombardo 1 mese fa su fb
Angelo Michele Maiorano e pure in quel caso: botte.
Carlo Ossola 1 mese fa su fb
Angelo Michele Maiorano il discorso de “se la sono cercata” è falso. Pensaci.
Sonia Lombardo 1 mese fa su fb
Carlo Ossola a quanto pare è sempre colpa dell'aggredito, della donna violentata, ecc... mai delle bestie che vanno in giro a commettere questi crimini.
Dana Cobos 1 mese fa su fb
Se uno violento odia le donne e mi chiede se sono una donna gli rispondo di si, quello ha diritto di picchiarmi?
occhiaperti 1 mese fa su tio
Certo niente discrimanzione però dovrebbe essere reciproco? Niente discriminazione per chi preferisce essere etero.??
Frankeat 1 mese fa su tio
@occhiaperti Sei stato discriminato perché preferisci essere etero?
4cerchi 1 mese fa su tio
Il circo. Perché non si chiedono come mai. Certi atteggiamenti alla luxuria son arroganti. Vanno a braccetto con i vegani. Il circo
Illya Lis 1 mese fa su fb
Qualcosa non quadra, da qualche hanno ci sono sempre più movimenti per favorire l'esistenza di questi individui, che fino a pochi anni fa venivano picchiati se si mostravano non etero. Ora che sempre più sono accettati ci dite che le aggressioni sono sempre di più? Pagliacci è la prima bella parola che mi viene.
Damiano Consolascio 1 mese fa su fb
Illya Lis mi sembra pura logica. Meno persone si nascondono e di conseguenza più persone vengono esposte ai rischi.
Damiano Consolascio 1 mese fa su fb
Illya Lis e per essere puntiglioso modificherei il “favorire l’esistenza di questi individui” in “insegnare alle persone lezioni di civiltà”😊
Illya Lis 1 mese fa su fb
Damiano Consolascio si tenga le sue idee per sé
Stefano Casalinuovo 1 mese fa su fb
Illya Lis ah solo tu hai diritto di esporre le tue idee? Guarda che su Facebook e in Svizzera c'è la libertà di pensiero. Come tu hai diritto ad esprimere le tue idee, vale lo stesso per gli altri.
Johnny Sciaranetti 1 mese fa su fb
Illya Lis 👎🏻
Illya Lis 1 mese fa su fb
Stefano Casalinuovo ascolta io non sto dicendo né cosa è giusto ne cosa è sbagliato a nessuno, nemmeno sto dicendo a nessuno cos'è la civiltà, perché me lo deve imporrre lui?
Manuela Decarli 1 mese fa su fb
Illya Lis - la frase "questi individui" non è leggermente offensiva?
Illya Lis 1 mese fa su fb
Manuela Decarli in che modo?
Manuela Decarli 1 mese fa su fb
Illya Lis - gli esseri umani non sono tutti uguali? a me sembra offensivo dire questi individui
Nicola Zanni 1 mese fa su fb
Manuela Decarli ma davvero? Il politically correct offusca le menti. Con questa scusa volete togliere la liberta'di parola a chiunque non sia rossoverde. In Svizzera non funziona, basta leggere (per fortuna) i commenti dei lettori del Blick. Per fortuna solo Ginevra e Vaud sono cantoni comunisti😂
Manuela Decarli 1 mese fa su fb
Nicola Zanni - secondo me è solo questione di educazione, saresti contento se qualcuno ti chiamasse " questo qui" fine del discorso la politica qui non c'entra nulla
Nicola Zanni 1 mese fa su fb
Manuela Decarli questo qui in effetti e' maleducato. Individuo non lo e' ... purtroppo nell'epoca del pol.correct (la dittatura colorata di cui parlava Orwell) confondiamo la forma con la sostanza. Crediamo che il rispetto venga dimostrato con le parole, mentre e' coi fatti che lo si dimostra...😉
Damiano Consolascio 1 mese fa su fb
Illya Lis esprimere idee senza poi volersi confrontare a riguardo ha la stessa utilità di un muro in mezzo all’autostrada🤦🏻‍♂️
Giuseppe Amaneh 1 mese fa su fb
Quelli come te hanno solo un nome: gay repressi ;)
Illya Lis 1 mese fa su fb
Damiano Consolascio io non ho interesse a discutere del tema omofobia, ma ho commentato il frame che la politica utilizza.
Illya Lis 1 mese fa su fb
Giuseppe Amaneh guarda che ho amici come dici "gay" e non gliene voglio male. Se ti senti offeso dal mio commento, valuta se non sei una finta vittima.
Davide Ferrari 1 mese fa su fb
Prova ad andare dai tuoi amici gay e dirgli: “penso che anche tu abbia diritto ad esistere”, come se fosse una gentile elargizione.
Illya Lis 1 mese fa su fb
Davide Ferrari apprezzo il suo impegno, ma non mi piace la sua idea.
Giuseppe Amaneh 1 mese fa su fb
Ah, allora appartieni alla categoria "ho tanti amici gay, MA..."?
Illya Lis 1 mese fa su fb
Giuseppe Amaneh non meriti attenzione
Stefano Fehr 1 mese fa su fb
@illya Lis Nemmeno io e tu meritamo attenzione, ma stai solo attento che il 9 febbraio potrebbe farti cambiare la vita dopo il sì e rovinarti la tua reputazione ! Desidero che ci saranno le prime "vittime di reato" in Ticino e in Svizzera con la reputazione omofoba ! Quindi occhio a non farti sporcare l'estratto del casellario giudiziale che nella tua vita potrebbe essere preziosa a tenerti pulito a livello professionale o scolastico con semplice foglio di carta giudiziario. Troppo facile che qualcuno di voi possa diventare una futura esca omofoba ed essere facilmente querelato da terzi.🤫🤫🤫
Lilian Batista 1 mese fa su fb
Purtroppo il mondo è pieno di gente ignorante e cattiva .
sedelin 1 mese fa su tio
l'odio, ben inculcato nel popolo durante i comizi e le campagne elettorali di certi politici, serpeggia ovunque. odio per tutti i diversi: di colore, di razza, di etnia, di provenienza, di ceto sociale, di genere. se a queste campagne nefaste si aggiungono frustrazione e rabbia personale...il cocktail é servito! :-( e penso che ci sia poco da fare, almeno a breve termine.
Graziano Vassalli 1 mese fa su fb
Non commento se no mi denunciano
Fiorenzo Tassotti 1 mese fa su fb
fanno le vittime per darsi importanza se no, nessuno sa neanche che esistono
Mattiatr 1 mese fa su tio
Scusate RED, nell'articolo avete detto che alcune delle aggressioni avvengono fuori dalle discoteche e per strada. Sono reperibili informazioni riguardo lo stato degli aggressori (alcolemia o altro), eventuali precedenti penali, l'età, o qualsiasi altra informazione. Perché la necessità di una legge la si misura nella popolazione, non nella presenza di alcuni soggetti deviati. Inoltre si parla di percezione di aumento delle discriminazioni senza alcun dato statistico, il ché significa che se intervistassero altre persone potrebbero benissimo dire il contrario. A sto punto trovo ingiusto mettere solo una campana, tanto vale intervistare anche chi È contrario alla legge.
Anabela Ribeiro Morais 1 mese fa su fb
Tristezza
Norma Jean 1 mese fa su tio
Purtroppo l’ignoranza e la xenofobia saranno sempre presenti e causeranno costantemente violenze. Scusaci John: la tua canzone rimarrà sempre e solo una canzone. Non si avvererà mai ciò che hai sempre sperato. “Imagine all the people... Living life in peace”
Eliete Lee Ferricchio 1 mese fa su fb
Sono talmente sfavorevole ha queste tipo di aggressione gratuita, che tante volte mi viene la rabbia solo di pensare come esiste ancora persone stupì in questo mondo ....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-20 11:37:28 | 91.208.130.85