Immobili
Veicoli

ZURIGOCapodanno in pronto soccorso per una coppia gay

02.01.20 - 11:04
Sono stati aggrediti fuori da un locale a Niederdorf. «Nessuno è intervenuto per difenderci, ma forse erano spaventati»
TiPress - foto d'archivio
Capodanno in pronto soccorso per una coppia gay
Sono stati aggrediti fuori da un locale a Niederdorf. «Nessuno è intervenuto per difenderci, ma forse erano spaventati»

ZURIGO - J.S., 24 anni, e il suo ragazzo 19enne hanno passato la serata di Capodanno al Heaven Club di Zurigo. Attorno alle due del mattino, hanno subito un’aggressione omofoba mentre sorseggiavano un drink all’esterno del locale.

«Erano in quattro. Avranno avuto vent'anni. Si sono avvicinati e ci hanno chiesto se fossimo gay», ha raccontato J.S. a 20 Minuten. Alla loro risposta affermativa, gli hanno rovesciato il drink in faccia e il resto è accaduto molto velocemente. «Hanno colpito sia me che il mio ragazzo. Quando ormai eravamo a terra, inermi, hanno continuato a darci colpi». Fortunatamente, tra calci e pugni la coppia è riuscita a scappare, mentre il branco spostava le sue attenzioni su altri ragazzi gay.

Il 2020 per i due è iniziato in pronto soccorso. Naso sanguinante, labbra gonfie, occhi neri e contusioni. «Avevamo immaginato un conto alla rovescia diverso. Siamo rimasti in ospedale fino alle 6.30. Poi siamo andati direttamente in polizia a presentare denuncia, abbiamo descritto tutto nei minimi dettagli».

Per J.S. i loro aggressori avevano una ventina d’anni e si esprimevano in tedesco, con accento straniero. Quello che gli ha fatto più male, comunque, è che nessuno è intervenuto per difendere lui e il suo ragazzo. «Forse non l’hanno fatto per paura, ci hanno visti completamente coperti di sangue».

Un portavoce della polizia cittadina ha confermato all'agenzia di stampa Keystone-ATS che sono in corso indagini sull'aggressione. Le autorità hanno lanciato un appello ad eventuali testimoni. 

Già a metà settembre 2019, due persone erano state aggredite nello stesso luogo mentre a giugno due omosessuali sono stati attaccati durante il Gay-Pride di Zurigo.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA