tipress (archivio)
CANTONE
04.10.2019 - 15:310
Aggiornamento : 17:35

Sindacalista licenziato: «Per lui una proposta vergognosa»

Il Comitato costituito a sostegno di Arturo Mellace critica i metodi «sbrigativi e anti sindacali» dell'OCST: «Pronti a manifestare il nostro dissenso»

CANOBBIO - Si torna a parlare di Arturo Mellace. Il sindacalista licenziato nelle scorse settimane dall’Organizzazione Cristiano Sociale Ticinese (OCST) - ufficialmente per «motivi disciplinari» -, può contare su di un comitato che promette di sostenerlo «fino in fondo sia nella battaglia legale che dovrà necessariamente affrontare e sul fonte sindacale in un dibattito aperto con i sindacalizzati OCST, nei diversi settori lavorativi e attraverso manifestazioni di dissenso che si terranno davanti alle sedi OCST».

In un comunicato diramato nel pomeriggio, il comitato prende duramente posizione criticando l’offerta avanzata dall’OCST, che avrebbe proposto a Mellace una somma equivalente a tre mensilità di salario «a patto che fossero sospese le procedure legali in corso, che si evitasse di manifestare dissenso attraverso gli organi d’informazione e si rinunciasse ad altre spettanze derivanti dal rapporto di lavoro».

Una proposta «vergognosa» e «indecente», commenta il comitato - che ricorda come l’uomo abbia 60 anni, un figlio agli studi ed uno stato di salute precario - sottolineando inoltre come all’interessato è stato pure rifiutato il diritto all’assistenza legale. «Si tratta di funzionari che dimostrano totale mancanza di sensibilità sindacale , che non comprendono e non parlano più il linguaggio dei lavoratori e delle lavoratrici».

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-26 00:03:11 | 91.208.130.89