Archivio Keystone
SVIZZERA
14.07.2019 - 22:000

Le FFS vogliono più treni notturni, «ma ci vuole un sostegno finanziario»

Nel frattempo sono in aumento i passeggeri che scelgono la ferrovia per i viaggi all’estero

In vacanza

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Più treni per l’estero. Ma anche più collegamenti notturni. È quanto prevedono le FFS per il futuro. Ma non si esclude la necessità di un finanziamento da parte della Confederazione. Sì, perché la gestione dei treni notturni «è impegnativa», come sottolinea Armin Weber, responsabile per il traffico internazionale FFS, nell'odierna edizione della NZZ am Sonntag.

Sarà l’effetto del dibattito sul cambiamento climatico: i viaggiatori che scelgono il treno per raggiungere le destinazioni all’estero sono in aumento. Lo confermano anche le FFS, che nel primo semestre di quest’anno rilevano «una tendenza molto positiva nel traffico viaggiatori internazionale».

Da qui l’intenzione di ampliare l’offerta internazionale, anche attraverso una collaborazione con le ferrovie austriache ÖBB per più collegamenti notturni. Per ora non sono note le possibili destinazioni. Ma un certo potenziale ci potrebbe essere, come riferisce il domenicale, per Amsterdam, Barcellona, Nizza, Bruxelles o Roma.

Ma c’è appunto la questione dei costi. Il business elvetico con i treni notturni registra un grado di copertura del 50%. Un bilancio che migliora con il fatto che molti passeggeri scelgono di fare il viaggio d’andata con il treno notturno, mentre per il ritorno scelgono «il più lucrativo collegamento diurno».

Sull’aspetto finanziario si è chinata anche la politica: il consigliere nazionale PPD Thomas Ammann chiede infatti un aumento dell’offerta notturna, se necessario con un sostegno finanziario. «Se il collegamenti notturni diventano un obiettivo della politica dei trasporti - sottolinea allora Weber - allora la politica deve anche avviare un dibattito sul sostegno finanziario».

2 mesi fa Com’era bello viaggiare di notte. «Vogliamo treni notturni»
3 mesi fa All'estero con il treno? Per le Ffs il 2018 è stato abbastanza nero
Commenti
 
Carlo Aiele 1 mese fa su fb
ABBASSATE I PREMI AL CEO E I SOLDI SI TROVANO !!!
curzio 1 mese fa su tio
Dal sito admin.ch: "Il 9 febbraio 2014 Popolo e Cantoni hanno accolto il Decreto federale concernente il finanziamento e l’ampliamento dell’infrastruttura ferroviaria (FAIF). Con esso viene istituito un nuovo Fondo, di durata illimitata, grazie al quale sarà garantito l’investimento di sufficienti mezzi finanziari nell'esercizio, nella manutenzione, e nell’ampliamento della rete ferroviaria." Ecco... i soldi li avete!
miba 1 mese fa su tio
Sostegno finanziario? I manager o pseudo tali non guadagnano già abbastanza? E poi non sapevo che con il calare del sole cambiano le condizioni ferroviarie.....
Mirko Zxy 1 mese fa su fb
Un modo gentile per aumentare il costo dei biglietti 🤫🤔🤫
pontsort 1 mese fa su tio
Una volta a Lourde ci andavano in treno, solo che gli facevano pagare l'ira di dio l'affitto del treno (non so da quale società lo affittavano), cosicché or ci vanno in bus
Aron Antonietti 1 mese fa su fb
Ma che più treni notturni...se mai più treni di giorno che sono sempre strapieni
Evry 1 mese fa su tio
I dirigenti delle FFS fanno meglio a gestire come si deve quello che hanno.
max0920 1 mese fa su tio
aumentano i passeggeri e chiedono piu' soldi, invece di di buttare i soldi per promozioni e bonus ai manager usateli per acquistare i treni
Stefano Casalinuovo 1 mese fa su fb
Bella questa azienda che quando fa comodo è privata, ma quando fa comodo altrimenti chiede soldi pubblici
Lourmarin 1 mese fa su tio
Hanno bisogno di soldi? Un po' meno ai manager prima. E un servizio più affidabile. Poi ne riparliamo
fakocer 1 mese fa su tio
Mi immagino un treno notturno con sosta a Lugano, la cui biglietteria chiude alle 19.00 e apre alle 07.00 del mattino. Non so se Smiling Andreas Meier riuscirà a sistemare il problema. Probabilmente i treni notturni viaggeranno solo di giorno.
comp61 1 mese fa su tio
Fare impresa così sembra facile...
David Kaczor 1 mese fa su fb
Hahaha prima pensate alla gente che prende il treno tutti giorni per lavoro... tanto i treni notturni non saranno per il ticino...
Tommaso Berletti 1 mese fa su fb
Io vado col bus in vacanza. Anzi mi pagano per andarci che è ancora meglio. Ho il posto prenotato. Il primo davanti a sinistra
Gus 1 mese fa su tio
Aumentano i passeggeri, i costi dei biglietti non diminuiscono e le FFS chiedono ulteriori contributi. E naturalmente i manager ricevono altissimi compensi. Vergogna FFS!
Roby Kaurinović 1 mese fa su fb
Commentare é inutile, prima o poi il popolo si alzerà in piedi...
Ade Gheiz 1 mese fa su fb
La Svizzera è abitata prevalentemente da calabraghe. Non sperarci
Damiano Iannino Schipilliti 1 mese fa su fb
Non bastano i vagoni di milioni che vi versiamo? Fare prezzi decenti per riempire i treni e troppo difficile?
Luca Lavizzari 1 mese fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti appunto. Oltre ad aumentare sempre i biglietti ora voglio anche gli aiuti...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-18 22:02:56 | 91.208.130.85