Immobili
Veicoli

CANTONEImposta di circolazione: il nuovo calcolo è più leggero, anche per le tasche

18.06.19 - 11:34
Semplicità, allineamento alla media svizzera e svolta ecologista per il nuovo sistema di calcolo dell’imposta di circolazione approvato dal Governo
tipress
CANTONE
18.06.19 - 11:34
Imposta di circolazione: il nuovo calcolo è più leggero, anche per le tasche
Semplicità, allineamento alla media svizzera e svolta ecologista per il nuovo sistema di calcolo dell’imposta di circolazione approvato dal Governo

BELLINZONA - Più semplice ed equo. Certamente pro ambiente, ma soprattutto meno oneroso per gli automobilisti. Così sarà il nuovo sistema di calcolo dell’imposta di circolazione approvato dal Governo e presentato oggi in una conferenza stampa.

«Incontro alle esigenze del cittadino» - «Un tema che scalda gli animi», ha ricordato Christian Vitta, Presidente del Consiglio di Stato e Direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia spiegando come, per questo, l’imposta di circolazione sia stata considerata non solo all’interno delle manovre pro ambiente, ma anche andando incontro alle «esigenze manifestate da tutti gli attori coinvolti», compreso il privato cittadino.

«Automobilisti, non bancomat» - «Gli automobilisti non sono bancomat - ha quindi ricordato il direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi -. Per questo abbiamo voluto allineare le imposte ticinesi alla media nazionale». Il risultato sembra essere positivo considerato che in tutti i casi (salvo eccezioni) con il nuovo metodo di calcolo si registrerà un «allineamento alla media svizzera» e quindi una riduzione della spesa per il cittadino ticinese. L’intento, d’altra parte, era quello di contenere il gettito annuale dell’imposta sotto la soglia dei 105.8 milioni di franchi.

«Abbiamo svecchiato una formula che aveva ormai 10 anni», ha proseguito Gobbi. «Lo si è fatto considerando l’evoluzione del mercato automobilistico e la necessità di una semplificazione del calcolo».

«Obiettivo: semplificazione» - La nuova formula si baserà solo su due parametri: le emissioni in primis (la quantità di  CO2 prodotta dalle auto) e la massa a vuoto. «Gli obiettivi erano il mantenimento degli ecoincentivi e la semplificazione», ha spiegato quindi Cristiano Canova, Capo della Sezione della circolazione. La formula prevede la somma della massa a vuoto del veicolo moltiplicata per un coefficiente fisso pari a 0.11 e delle emissioni di CO2 moltiplicate per un coefficiente variabile.  L’intenzione del Governo è di potere applicare il nuovo sistema di calcolo a partire dal 1. gennaio 2020.

Alcuni esempi - Canova ammette come il criterio della massa a vuoto penalizzi leggermente i veicoli elettrici (per il peso batteria), «ma il calcolo viene corretto dalla bassa emissione di CO2 di questi veicoli, quindi promossi nel risultato finale.  E avvantaggia anche chi usa auto grandi per motivi di lavoro o familiari».

Se i veicoli leggeri (tipo una Smart o una Polo), ma con un livello di emissioni non bassissimo, vengono penalizzate (il paragone con la media svizzera è comunque vincente), nel calcolo ci guadagnano i veicoli medi (tipo Golf e simili). Bene, ma non benissimo per le vetture di lusso, dai motori potenti. Queste auto erano estremamente care dal punti di vista delle imposte in Ticino, «a livelli top in Svizzera», ammette Canova. «Malgrado una diminuzione importante, con il nuovo calcolo restiamo comunque un 30% più cari rispetto alla media svizzera».

Garagisti soddisfatti - Positiva è la risposta del Presidente dell’Unione professionale svizzera dell’automobile – Sezione Ticino, Roberto Bonfanti: «Siamo soddisfatti nel constatare l’ampia presa di coscienza delle osservazioni di noi garagisti. Il nostro è un giudizio positivo anche per il clima maturato in questi anni e per la collaborazione sempre più stretta fra stato ed economia privata».

L’intenzione del Governo, tenendo conto delle tempistiche legate all’iter parlamentare e all’evasione delle iniziative popolari, è di potere applicare il nuovo sistema di calcolo a partire dal 1. gennaio 2020.

COMMENTI
 
Nmemo 3 anni fa su tio
Per fabbricare un'auto elettrica si immette il doppio quantitativo di CO2 rispetto a un'auto tradizionale. Ma l'ecologia globale è, nel caso, cucina casalinga finalizzata alle casse dello Stato.
Tato50 3 anni fa su tio
Le Smart pagheranno più delle Porsche ;-((( Complimenti al "sommo" ;D
50bmg 3 anni fa su tio
Si tra l'altro, hai un AG o arcobaleno che sia? perfetto significa che fai il possibile per spostarti il più possibile coi mezzi... quindi x% di riduzione sull'imposta di circolazione. I metodi per incentivare la gente ci sono...basta volerlo..
neuropoli 3 anni fa su tio
ma perché invece del peso del veicolo non hanno tenuto conto dei cavalli?
Bandito976 3 anni fa su tio
Il nuovo calcolo è leggero perchè ti hanno vuotato il portafogli. I km non sono presi nemmeno in considerazione, e pensare che vengono scritti ad ogni controllo periodico.
50bmg 3 anni fa su tio
Mi piace vedere che tutti sono di comune accordo sul fatto che chi più inquina deve pagare di più... peccato che con tutti i calcoli possibili, fin che non vedo un "moltiplicato per i km annui" alla fine della formula, nessun calcolo ha senso! Incentivare i veicoli elettrici? e... vanno a pagare di più? Brucio benzina, pago e buonanotte!!
MrBlack 3 anni fa su tio
Il calcolo dovrebbe essere questo. Io ho una macchina di un modello recente, fascia media, ed anche io finisco comunque con il pagare di piu. Imposta = (a x M) + (b x CO2) dove M è la massa a vuoto del veicolo espressa in kg CO2 sono le emissioni di CO2 espresse in g/km a è una coefficiente fisso. Il Consiglio di Stato propone 0.1 b è un coefficiente che varia a seconda delle emissioni di CO2 dell'auto I valori di b sono: 0.9 se CO2 0-120 g/km; 2.0 se CO2 121-140 g/km; 2.7 se CO2 141-180 g/km; 3.4 se CO2> 180 g/km.
Nmemo 3 anni fa su tio
... così stando le cose, una "siringata" per cambiare il parco veicoli vecchi. Comprare l'auto in contanti e tenerla 15 anni non funziona più. La proposta sprona anche il leasing a corta/media durata.
Nmemo 3 anni fa su tio
Interessante, però, prima di un commento occorre aspettare e ponderare gli esempi pratici che il nuovo metodo di calcolo avrà.
vulpus 3 anni fa su tio
Bene per dinci: il governo ha forse compreso che gli automobilisti non sono il bancomat? Grazie, ma mettetela in pratica questa vostra deduzione. Per ora sono solo declamazioni altisonanti. Quando gli esperti ne prenderanno conoscenza , forse ci sarà un pò meno di autosbrodolamento.
KilBill65 3 anni fa su tio
Ma…..Poi ci sono Ticinesi con le targhe es. ZU oppure GR chi sa mai il perche'!!!...….
KilBill65 3 anni fa su tio
Scusate volevo scrivere ZH....
skorpio 3 anni fa su tio
ritiro quello che ho detto sotto. ho torvato la formula. la trovo semplicemente scandalosa, altro che equa, altro che chi inquina di più paga di più. io ho una "scatoletta" 1200 sotto i 120 mg , e pagherò 20 fr. in più . uno che ha una ferrari o comunque una auto sportiva che poesa pochissimo, anche se inquina di più pagherà fino aL 50% IN MENO. veramente scandaloso , questo governo mi ha veramente stancato!!!
50bmg 3 anni fa su tio
Tieni in considerazione però che i "macchinoni" potrebbero fare molti meno km della tua 1200, perché fortuna vuole i proprietari vanno e vengono dal lavoro coi gli "spostapoveri" :) Conosco molti che hanno delle bruciabenzina assetate, ma che a bilancio finale fanno pocchissimi km all'anno..
skorpio 3 anni fa su tio
d'accordo con te anche per il fatto di introdurre il conteggio dei km. ma visto che qui la regola si basa sul "potenziale" inquinamento, non trovo corretto questo modo di calcolo. ps: in settimana uso sempre i mezzi pubblici... quindi oltre alle targhe pago anche l'arcobaleno che non è a buon mercato....
skorpio 3 anni fa su tio
parole al vento senza avere la formula corretta...
skorpio 3 anni fa su tio
inoltre il secondo criterio parla di usura dell'infrastruttura stradale. allora, per essere coerenti, occrerebbe far pagare una tassa anche ai forntalieri, anche perchè, dato il numero, rovinano più loro le strade di noi.
centauro 3 anni fa su tio
E pensare invece di far pagare ai datori di lavoro che assumono i frontalieri?........ah no! il mondo economico non si tocca!
Irishboy 3 anni fa su tio
Sarò scemo io, ma non riesco a capire come le macchine grandi vengano avantaggiate rispetto alle macchine piccole... non dovrebbero consumare di più e pesare di più?
KilBill65 3 anni fa su tio
Infatti e' strana questa cosa….Spero che correggano il tiro....E chi a un SUV grosso (esempio) che pesa a un motore potente con tanti cv. paghi in piu,' perlomeno il giusto.....
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO