CANTONE
22.08.2018 - 19:320
Aggiornamento : 23.08.2018 - 06:14

La nuova banconota da 200 franchi tra la gente

Il biglietto è in circolazione da oggi. Ecco cosa ne pensano i ticinesi

LUGANO - Il colore è lo stesso. Ma cambiano il design e la dimensione (70 x 151 millimetri): si tratta delle nuova banconota da 200 franchi, presentata lo scorso 15 agosto e entrata finalmente in circolazione oggi. Il biglietto, il quarto della nuova serie, è arrivato dopo quelli da 50, 20 e 10 franchi.

Il nuovo 200 franchi mostra la Svizzera sotto l’aspetto della vocazione scientifica. Il principale elemento è la materia. Una materia che viene raffigurata, come sempre, attraverso un globo e una mano. I due "marchi" che caratterizzano la nona serie di banconote. «La mano è quella di un docente che indica i tre assi coordinati rappresentando così le dimensioni spaziali in cui si estende la materia», spiegava durante la conferenza stampa di presentazione il vicedirettore della BNS Zurbrügg. «Sul globo sono invece raffigurati i continenti ai tempi del Cretaceo. Sulla striscia di sicurezza sono infine illustrati una cartina geologica astratta dei tempi geologici della Svizzera e una lista di diversi stadi dello sviluppo dell'universo».

Una nuova banconota  che sembra stuzzicare la curiosità della popolazione. Da un sondaggio pubblicato a Ferragosto su Tio ben 1'259 lettori gradivano il design moderno della nuova venuta. Oggi il 200 franchi è stato messo in circolazione per la prima volta. Vediamo come la pensano i ticinesi intervistati.

11 mesi fa È arrivata la nuova banconota da 200 franchi
11 mesi fa Ecco la nuova banconota da 200 franchi
Commenti
 
KilBill65 11 mesi fa su tio
Sempre e solo soldi restano!!....Vengono e vanno....Le piu' belle banconote che io ho visto sono quelle Australiane fatte con un materiale plastico, difficilissime da contraffare , ma belle al tatto e non si rovinano !!...
flowerking 11 mesi fa su tio
Sulla nuova banconota da 200 CHF non penso niente perchè non ne ho: vedo ogni tanto solo quella da 100...
fakocer 11 mesi fa su tio
Per commemorare l'evento del new Duecento niente di meglio di un sestetto di VUP. I tre maschietti non li conosco personalmente ma mi sono noti per la loro fama. Il Gobbo di Notre Lac, Dracula e Belzebù. Le femminucce: Grimilda, Calmìrey e Vladimir Luxuria. Che ridere.
Gus 11 mesi fa su tio
Questo non è il parere dei Ticinesi; è il parere dei Luganesi. Come per la RSI: anche qui esistono solo Lugano e i Luganesi.Vergogna!
cle72 11 mesi fa su tio
Forse la scelta di non mettere più volti è dovuto al fatto che al giorno d'oggi siamo senza personaggi degni d'essere ricordati e tramandati....pensate gente...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 11:22:00 | 91.208.130.87