Ti Press
BELLINZONA
25.10.2016 - 13:460
Aggiornamento : 14:05

Vincere facile? È praticamente impossibile

Una serata pubblica per svelare come fa il marketing del gioco d’azzardo a farsi propaganda

BELLINZONA - Sono 650 mila le mani di poker per poter ottenere una scala reale servita. Numeri considerevoli, che testimoniano un vecchio detto, sempre più reale per chi prova a tentare l’azzardo: il banco vince sempre. Eppure la comunicazione sull’azzardo è sempre più diffusa e invitante e cerca di convincere tutti noi che tentare la sorte sia molto semplice e remunerativo. Come ripeteva uno slogan di un famoso spot italiano di alcuni anni fa: “Ti piace vincere facile?”. Chi ci spera rischia forte.

E’ proprio questo il titolo della serata che si terrà il 27 ottobre presso la Biblioteca Cantonale di Bellinzona (ore 20.15), promossa dal Gruppo Azzardo Ticino – Prevenzione in collaborazione con la Biblioteca cantonale di Bellinzona, con l’obiettivo di far crescere la consapevolezza sugli stereotipi e sulle mistificazioni che caratterizzano la comunicazione commerciale del gioco d’azzardo.

La serata prevede la partecipazione di Pier Paolo Pedrini e Michele Marangi, docenti universitari esperti di comunicazione mediatica e di tecniche della persuasione e si pone un obiettivo molto concreto: cogliere gli stereotipi e le mistificazioni presenti nelle pubblicità che promuovono l’azzardo per permettere di pensare e progettare una comunicazione alternativa e adeguata, che permetta alle persone di prendere coscienza del problema e di capire come agire concretamente, superando l’isolamento, la vergogna e la paura.
La serata è anche collegata a un lavoro svolto in precedenza con gli operatori dell’Associazione, che si confronteranno sulle strade percorribili per progettare, realizzare e aumentare l’impatto di molteplici forme di comunicazione, non solo mediatiche, sul tema. L’obiettivo non è solo quello di rendere sempre più diffusa la consapevolezza dei rischi dell’azzardo, ma si punta soprattutto a rendere sempre più visibili e utilizzabili i servizi presenti sul territorio che possono realmente aiutare chiunque abbia qualche problema con l’azzardo, sia direttamente, sia nella veste di familiari e amici.
Per evitare di trasformarsi in facili prede che non riescono a resistere alle promesse del marketing sull’azzardo, come suggerisce l’originale veste grafica dell’iniziativa (vedi allegato), in cui la “c” della parola “vincere” è stata trasformata in un acuminato amo da pesca.

Allegati

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-26 07:58:26 | 91.208.130.86