TICINO
31.05.2010 - 15:060
Aggiornamento : 24.11.2014 - 23:03

27 anni, in corsa per il miglior imprenditore svizzero dell'anno

LUGANO - Ha soli 27 anni ed è uno dei più giovani finalisti nella storia dello Swiss Economic Award, premio destinato a designare il miglior imprenditore svizzero dell’anno.
È Fabio Cattaneo, ticinese, fondatore e amministratore delegato di ARVI SA, azienda leader nel mondo del commercio in vini rari, ed è stato nominato finalista al prestigioso Swiss Economic Award, nella categoria servizi.
Il premio, volto a designare il migliore imprenditore svizzero dell’anno, è bandito da Swiss Economic Forum ed è il più importante del suo genere in Svizzera. La premiazione si terrà venerdì 4 giugno a Interlaken.

Fabio Cattaneo fin da bambino ha avuto la passione per la finanza. Dopo aver lavorato nel luganese dal 2000 al 2002 per la shop fitting company ATES, si è trasferito a Londra, dove ha lavorato per una grande società di commercio di vini rari in qualità di broker per il mercato europeo fino al 2004, anno in cui è rientrato in Ticino e ha fondato ARVI.

È anche presidente di Artrust SA, azienda di commercio di opere d’arte e antichità, ed è membro del consiglio di amministrazione di Moresi.com SA, società attiva nel ramo IT, che attualmente sta investendo nella creazione di infrastrutture Data Center per l’erogazione di servizi innovativi nell’ambito del Cloud Computing.

ARVI SA è leader nel mondo del commercio di vini rari. Pur essendo specializzata nel vino del Bordeaux, il suo listino presenta anche vini provenienti dalle altre regioni della Francia, così come dall’Italia, dalla Spagna, dalla California e dall'Australia. Il core business di ARVI è basato sulla vendita ai grossisti, ma da qualche tempo, grazie al suo eccezionale network di contatti, l’azienda commercia direttamente con collezionisti e cantine private a livello mondiale, esportando vini in più di 65 paesi e in diversi continenti, tra cui Europa, Russia, America del Nord e del Sud, Giappone ed est asiatico.
Inoltre, ARVI offre anche la possibilità di conservare a regola d'arte presso la propria Banca del Vino i vini acquistati dai suoi clienti, mettendo loro a disposizione un ambiente idoneo ed estremamente sicuro dove poterli depositare.

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-22 10:45:34 | 91.208.130.85