Cerca e trova immobili

SVIZZERA«Il cittadino non deve pagare per chi non vuole usare il preservativo»

06.12.23 - 10:37
Con un'interpellanza, il consigliere nazionale Lorenzo Quadri chiede lumi al Consiglio federale sul rimborso dei farmaci anti-HIV.
Ti-Press (archivio)
Fonte Lorenzo Quadri
«Il cittadino non deve pagare per chi non vuole usare il preservativo»
Con un'interpellanza, il consigliere nazionale Lorenzo Quadri chiede lumi al Consiglio federale sul rimborso dei farmaci anti-HIV.

BERNA - «Per quale motivo il cittadino dovrebbe finanziare, tramite premi di cassa malati già insostenibili, un farmaco utilizzato da chi non vuole servirsi del preservativo?». È questa la domanda centrale presente nell'interpellanza firmata dal consigliere nazionale Lorenzo Quadri che chiede lumi al Consiglio federale sul rimborso dei farmaci anti-HIV (nello specifico la profilassi pre-esposizione - HIV-PrEP), approvato da Berna lo scorso primo dicembre.

Lorenzo Quadri ricorda come il farmaco in questione costi «65 franchi per confezione mensile» e benché la spesa complessiva ipotizzata sia «modesta» (si parla di circa sei milioni di franchi all'anno) non sia giustificata. «La cassa malati dal prossimo primo luglio dovrà rimborsare un medicamento che viene assunto da persone che scelgono di non utilizzare il preservativo. Si tratta in particolare di omosessuali o transgender, come pure di uomini che fanno sesso non protetto con prostitute».

Una scelta, questa, che Quadri non comprende anche perché va contro «la necessità di contenere l’aumento dei premi di assicurazione malattia» ed è in palese contraddizione con «le campagne finora condotte per promuovere l’uso del preservativo». Dubbi, questi, che il consigliere nazionale ha esposto al Governo federale nella sua interpellanza.

Ciò che è successo ...

Il governo svizzero ha deciso che, a partire dal 1 luglio, i farmaci anti-HIV saranno rimborsati per i gruppi a "rischio" e le persone che hanno rapporti sessuali con individui provenienti da paesi con alta prevalenza di HIV. Questa decisione ha suscitato proteste tra le compagnie di assicurazione sanitaria, che dovranno affrontare costi aggiuntivi di circa 6 milioni di franchi all'anno. Tuttavia, l'associazione Pink Cross ha accolto con favore la decisione, sottolineando l'importanza di garantire una buona salute pubblica.

La pillola anti-HIV e la profilassi pre-esposizione (PrEP) sono sempre più richieste, in particolare nel mondo transgender e gay, e tra le lavoratrici del sesso. La PrEP può essere assunta quotidianamente da persone che adottano comportamenti sessuali a rischio, o temporaneamente da coloro che si trovano in una situazione particolare. La coordinatrice di ZonaProtetta, un'organizzazione che si occupa di salute sessuale e prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili, ha sottolineato l'importanza della prevenzione e dell'informazione sui rischi associati a determinati comportamenti.

Infine, è previsto che a partire dal luglio 2024, le assicurazioni sanitarie si facciano carico dei costi relativi alla PrEP per prevenire l'infezione da HIV. Questa decisione è vista come un passo importante verso l'obiettivo di sconfiggere l'HIV entro il 2030.

COMMENTI
 

littli 2 mesi fa su tio
A parte il fatto che non la si prende solo per quello ma anche da altri motivi. Stare zitto no?

erb 2 mesi fa su tio
Per quale motivo il cittadino deve finanziare, tramite le proprie tasse, gli assenteisti alle sessioni del Consiglio Nazionale?

Panoramix il Druido 2 mesi fa su tio
Risposta a erb
Perché una buona fetta di cittadini ha avuto la dabbenaggine di eleggerlo reiteratamente.

D.Estra Semore 2 mesi fa su tio
La Nazione in cui politici, poliziorti, avvocati, ecc hanno il vizietto dei puffy e delle sauce. Tutti nati il 1 novembre, eh?

D.Estra Semore 2 mesi fa su tio
Quindi, secondo il sig Bigotta, si fa S3ss0 alla mission, nessuno usa altre parti del corpo.

Kelt 2 mesi fa su tio
Ha perso un'altra occasione buona per stare zitto...la maggior parte dei contagi avvengono ormai tra coppie stabili di eterosessuali. Perché? Perchè il tradimento non viene confessato. Quindi caro Quadri, stiamo dicendo a queste persone o pagate o crepate? Lo diremo anche ai golosi sovrappeso? Lo diremo anche ai fumatori? e ai bevitori perché no? Perchè devo pagare io visite e cure per chi vuole bere? Mamma mia che tristezza e che livello infimo...

Gufo1 2 mesi fa su tio
Risposta a Kelt
Vedrai che ci arriveremo, come del resto è già realtà per quasi tutte le assicurazioni private: categorie o comportamenti a rischio generano più costi: a queste vanno applicate tariffe più alte od in alternative vanno ridotte le prestazioni. Te ne accorgeresti se provocassi un incidente stradale in gennaio avendo ancora montate le gomme estive.

Elisa_S 2 mesi fa su tio
Risposta a Kelt
Kelt hai ragione . La penso esattamente come te. Alcuni purtroppo non hanno una colpa diretta.

LadyMarion 2 mesi fa su tio
Risposta a Kelt
Ha ragione invece. È se c'è tradimento perché non usare comunque una protezione. Eh si, gli obesi dovrebbero poco alla volta perdere peso, i fumatori e gli alcolisti smettere di fumare e bere. Perché chi si sforza e si impegna deve sempre pagare per tutti gli altri che fanno come gli pare? Questa è la vera tristezza!

Kelt 2 mesi fa su tio
Risposta a LadyMarion
Lady Marion immagino debba essere lei, dall'altro della sua onniscienza, a stabilire chi fa qualcosa di sbagliato. Devo pagare per chi fa sport estremi? devo pagare per chi va in giro in maglietta in inverno? Devo pagare per chi scia e si rompe una gamba? Potrebbe stare a casa! Chi va in bici e fa un incidente. Potrebbe stare a casa anche lui. Dicono che la maggior spesa per le casse malati siano terapie post infortuni...Come la mettiamo? Io mi chiedo se ogni tanto ci pensate alle castronate che dite...ma certo, tanto voi vi autoassolvete sempre. quello che fate voi non ha mai impatto.

Gufo1 2 mesi fa su tio
Risposta a Gufo1
Si chiama presa di responsabilità

Gufo1 2 mesi fa su tio
Lo stesso discorso avrebbe dovuto valere anche per la vaccinazione contro il Vaiolo delle Scimmie, il quale colpisce quasi unicamente una determinata cerchia di persone (le quali sono andate nel panico più totale vedendo il rischio di dover rinunciare alle proprie abitudini) : il rimedio assolutamente sicuro ed oltretutto gratuito esiste: l’astinenza o la presa di provvedimenti vedi uso del preservativo. Stop. Per quale motivo la collettività deve prendersi carico delle conseguenze prodotte da pratiche irresponsabili di singoli? Ci stiamo avvicinando ad una tirannia delle minoranze. A prescindere dal fatto che si parli di pochi casi e di cifre trascurabili.

Gufo1 2 mesi fa su tio
Risposta a Gufo1
in realtà ci sarebbe ancora un altro rimedio: la morigeratézza che, in questo caso fa rima con buon senso.

D.Estra Semore 2 mesi fa su tio
Risposta a Gufo1
Il ragionamento che fa lui è pari alla faccia che porta. Mentre siamo qui a discuttere qualcosa favorevole alla nostra gente, inviamo.milliardi per sfamare certi popoli invece di inviare soltanto preservative, contraceptive oppure annodare tube e palline. Xk alla fine li troveremo sempre tra I.piedi.

Rosso Blu 2 mesi fa su tio
Molte cose pagano i cittadini che hanno un forte senso del Dovere e non è giusto. Dalla cura in questo caso e anche ai bravi morosi che non versano un centesimo. Non da ultimo a chi arriva non paga il premio o per poco tempo e se ne vanno. Troppe cose non sono corrette

Bandito976 2 mesi fa su tio
Quadri, il cittadino non deve pagare gli errori del consiglio federale.

curiuus 2 mesi fa su tio
Resta comunque che stavolta Quadri ha ragione... pillole varie e protettorini di plastica esistono da una vita, e tutti per una vita se li sono pagati di tasca propria... adesso li pagheranno le casse malattia, ossia alla fine tutti noi? Anche no ! 🤔🤔🤔

OrsoTI 2 mesi fa su tio
dico che non sono d'accordo. È vero che in quasi tutta europa lo paga sistema sanitario, ma se uno vuole se lo compra e se lo paga. Come non sono d’accordo che devo pagare per quelli che continuano ad andare dal Medico per massaggini e medicina naturale. Ve le dovete pagare voi. Poi è anche vero che sto farmaco incide nulla sulla cassa malati in confronto ai Milioni spesi di agopuntura, massaggini e altro. Se a uno gli piace zom pa relo deve fare con testa, indipendentemente da orientamento sessuale. Comunque Quadri, dovresti pensare a cose per cui ti hanno votato. Pensa a tagliare i premi di cassa malati e non un farmaco che userebbero 2 gatti

Panoramix il Druido 2 mesi fa su tio
Risposta a OrsoTI
L'agopuntura è coperta dalle complementari. Ma l'omeopatia è ancora riconosciuta dalla Lamal o l'hanno finalmente eliminata?

OrsoTI 2 mesi fa su tio
Risposta a Panoramix il Druido
Sbagliato:) agopuntura è pagato da lamal se fatto da medico fmh

Geremia 2 mesi fa su tio
Quadri è l’ultimo dei simpatici ma ha pienamente ragione. Pink cross vergogna. Mi rifiuto di pagare per degli irresponsabili

Panoramix il Druido 2 mesi fa su tio
Mi sa che se provo a fare una battuta mi bannano per l'eternità...😂😂😂

WhatwrongCH 2 mesi fa su tio
Quadri ma zio pino, ma con tutti i problemi che andrebbero affrontati a tutela del Ticino, mi vai a buttar via tempo per queste pillole? Non mi stupisco che la lega perde continuamente consenso.

OrsoTI 2 mesi fa su tio
Risposta a WhatwrongCH
Infatti:)

flame 2 mesi fa su tio
Risposta a WhatwrongCH
E la gente va anche a stimarlo per questo intervento assolutamente superflua.
NOTIZIE PIÙ LETTE