Immobili
Veicoli

SVIZZERA«Chi l'ha detto che il successore di Maurer debba per forza essere zurighese?»

07.10.22 - 07:59
Per Christoph Blocher ci sono abbastanza persone competenti nell'UDC per prendere il posto di Maurer.
Keystone
Fonte ATS
«Chi l'ha detto che il successore di Maurer debba per forza essere zurighese?»
Per Christoph Blocher ci sono abbastanza persone competenti nell'UDC per prendere il posto di Maurer.
Marco Chiesa? Non va bene. Deve concentrarsi sulla guida del partito. «Non può avere il piede in due scarpe».

BERNA - Il canton Zurigo non deve necessariamente essere rappresentato in Consiglio federale. Lo afferma Christoph Blocher, secondo cui ci sono abbastanza persone competenti nell'UDC per succedere a Ueli Maurer.

I parlamentari democentristi spesso rifiutano di candidarsi perché dirigono un'impresa, afferma Blocher in un'intervista concessa a Keystone-ATS. Lo zurighese cita l'esempio di sua figlia, la consigliera nazionale Magdalena Martullo-Blocher, che non può semplicemente lasciare il suo lavoro a fine dicembre. «È responsabile di un'azienda con molti collaboratori».

Per Blocher il miglior candidato è l'ex presidente del partito Toni Brunner. «Ma ha rifiutato ancora una volta». A proposito dell'attuale presidente, Marco Chiesa, il "tribuno" democentrista indica che secondo quando convenuto questi deve concentrarsi sulla guida del partito. «Chiesa non può avere il piede in due scarpe».

A proposito del consigliere nazionale bernese Albert Rösti, uno dei favoriti, Blocher afferma di condividerne la stessa linea politica. «Il tempo in cui l'UDC era diviso tra bernesi e zurighesi è finito», ha detto l'ex consigliere federale. «Il partito ora è unito».

Le sezioni cantonali dell'UDC hanno tempo fino a venerdì 21 ottobre per presentare i propri candidati alla commissione "cerca". Quest'ultima farà le proprie proposte al gruppo parlamentare entro l'11 novembre, che dovrebbe decidere il 18 novembre. L'elezione è prevista per il 7 dicembre.
 
 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE