Immobili
Veicoli

SVIZZERAL'iniziativa per una 13esima AVS «va respinta perché troppo cara»

30.08.22 - 18:35
È questo il parere della Commissione delle finanze del Consiglio degli Stati
Deposit
Fonte Ats
L'iniziativa per una 13esima AVS «va respinta perché troppo cara»
È questo il parere della Commissione delle finanze del Consiglio degli Stati

BERNA - Tenuto conto delle fosche prospettive finanziarie per gli anni a venire, dovute alle maggiori uscite per contrastare la pandemia di coronavirus ma anche agli effetti della guerra in Ucraina, la Commissione delle finanze del Consiglio degli Stati (CdF-S) raccomanda con 8 voti a 4 di respingere l’iniziativa popolare per una 13esima mensilità AVS.

Oltre a ciò, nel suo corapporto alla Commissione della sicurezza sociale e della sanità degli Stati, si legge in una nota odierna dei servizi parlamentari, la CdF-S invita a respingere l’iniziativa popolare "Al massimo il 10 per cento del reddito per i premi delle casse malati (Iniziativa per premi meno onerosi)" e il controprogetto indiretto del governo e quello modificato del Consiglio nazionale.

Considerazioni di bilancio, fra cui l’attuazione finanziariamente onerosa di questi progetti e le prospettive oltremodo incerte a livello finanziario, hanno determinato la decisione presa dalla CdF-S, spiega la nota.

Sempre per motivi finanziari, con 7 voti a 4 e 1 astensione, la CdF-S propone in un corapporto indirizzato alla Commissione dell’economia della sua stessa Camera di non entrare in materia sul progetto, previsto nell’ambito dell’imposta federale diretta, riguardante l’aumento delle deduzioni per i premi assicurativi e gli interessi dei capitali a risparmio.

In considerazione delle fosche prospettive di bilancio per i prossimi anni e del fatto che lo sgravio fiscale si concentrerebbe fortemente sulle fasce di reddito più elevato, la maggioranza crede che, allo stato attuale, un aumento delle deduzioni fiscali non sia né finanziariamente sostenibile né idoneo. Una minoranza è invece favorevole a che le deduzioni per i premi assicurativi vengano adeguate al forte aumento dei costi, ciò che permetterebbe di sgravare il ceto medio.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA