ULTIME NOTIZIE Svizzera
CANTONE / SVIZZERA
33 min
Le corse su richiesta tramite app potrebbero diventare realtà
Da settimana prossima AutoPostale utilizzerà un taxi londinese riconvertito per servire la Valle Verzasca
SVIZZERA
51 min
"No" alla deduzione fiscale per chi sceglie vacanze svizzere
Il Consiglio federale propone di respingere le mozioni presentate da Marco Chiesa e da Franz Ruppen.
SVITTO
1 ora
Quel che resta di un'auto
Uscito di strada nella notte, il conducente ha lasciato il veicolo sui binari senza chiamare i soccorsi.
GRIGIONI
2 ore
Operaio ferito sul lavoro
L'uomo stava effettuando lavori sul tetto utilizzando una pompa e un dispositivo di aspirazione
SVIZZERA
2 ore
Gli ebrei segnalano una maggiore discriminazione
«L'antisemitismo è un problema crescente», hanno dichiarato quasi tre quarti dei partecipanti a uno studio.
SVIZZERA
3 ore
I medici cantonali: «Mascherina obbligatoria anche negli spazi pubblici»
Indossarle solo sui trasporti collettivi, da un punto di vista epidemiologico, non basta.
VIDEO
VAUD
3 ore
Spunta un "metal detector" che spruzza disinfettante
Importato dal Portogallo, "PortCov" è appena apparso nella Svizzera romanda.
BASILEA CITTÀ
4 ore
Novartis paga 642 milioni dollari per chiudere le vertenze negli Usa
Le accuse nei confronti del gigante farmaceutico erano di corruzione
FOTO
SERBIA / SVIZZERA
14 ore
«Le condizioni negli ospedali sono drammatiche»
Il coronavirus si sta diffondendo rapidamente nella città serba di Novi Pazar.
SVIZZERA
17 ore
Mascherina sui mezzi pubblici: 13 cose da sapere
Da lunedì 6 luglio il loro uso sarà obbligatorio, le risposte dell'UFSP ai dubbi più frequenti
SVIZZERA
18 ore
Raiffeisen dice addio ai bonus individuali
Verrà premiata la performance dei team piuttosto che quelle dei singoli individui
SVIZZERA
02.02.2016 - 11:350

Accordo segreto Svizzera-OLP, «fare chiarezza in tempi brevi»

La settimana scorsa il Consiglio federale ha istituito un gruppo di lavoro interdipartimentale per far luce sulla vicenda

BERNA - Il Parlamento vuole che venga fatta rapidamente chiarezza sul presunto accordo segreto fra la Svizzera e l'Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP) deciso nel settembre del 1970, durante il sequestro di una aereo Swissair e altri due velivoli nel deserto Giordano. Lo indica una nota odierna delle Commissioni della gestione.

La settimana scorsa, per il tramite del suo portavoce André Simonazzi, il Consiglio federale aveva fatto sapere di aver istituito un gruppo di lavoro interdipartimentale - Dipartimenti di giustizia e polizia, della difesa (DDPS) e degli affari esteri (DFAE) - per far luce sulla vicenda.

Le Commissioni della gestione chiedono di venir informate sullo stato di avanzamento dei lavori entro la fine di aprile, sottolinea il comunicato.

L'esistenza dell'accordo segreto è stata ipotizzata da Marcel Gyr, un giornalista della NZZ, che in un libro appena pubblicato - "Schweizer Terrorjahre" - ricostruisce il periodo fra il febbraio 1969 e il settembre 1970, quando la Svizzera si trovò nel mirino del terrorismo palestinese.

L'accordo segreto sarebbe stato raggiunto dall'allora consigliere federale Pierre Graber (PS) - senza chiedere il parere dei colleghi di governo - in un incontro col responsabile degli affari esteri dell'OLP, Farouk Kaddoumi, organizzato a Ginevra dall'ex consigliere nazionale Jean Ziegler (PS).

Quella decisione portò alla liberazione di tre terroristi palestinesi che il 18 febbraio 1969 attaccarono un aereo della compagnia israeliana El-Al che stava decollando da Zurigo-Kloten. Nell'attacco morirono il pilota e un terrorista palestinese, ucciso da un agente della pubblica sicurezza israeliana che si trovava a bordo.

Gli altri tre attentatori furono arrestati e condannati a dodici anni di reclusione. Nel settembre 1970 la loro liberazione fu patteggiata con quella di 400 persone prese in ostaggio dal "Fronte popolare di liberazione della Palestina" (FPLP).

Il rilascio dei tre attentatori avvenne quando gli ostaggi che si trovavano sugli aerei della Swissair, della compagnia britannica BOAC e dell'americana TWA erano già stati liberati. I tre velivoli furono dirottati fra il 6 e il 9 settembre 1970 e fatti atterrare a Zerqa, nel deserto della Giordania, dove dopo tre settimane furono fatti saltare in aria davanti alle telecamere delle tv.

L'accordo segreto ebbe tuttavia conseguenze anche sull'inchiesta per quello che l'autore definisce «il più grave atto criminale della storia recente della Svizzera»: il 21 febbraio 1970, una bomba fece schiantare a terra un velivolo della Swissair a Würenlingen (AG), provocando la morte di tutte le 47 persone che si trovavano a bordo.

La deflagrazione fu provocata da una bomba esplosa nel bagagliaio grazie a un meccanismo collegato ad un altimetro. L'inchiesta stabilì che il pacco con la carica esplosiva fu spedito da Monaco, per un destinatario di Gerusalemme. I mittenti erano i cittadini giordani Sufian Radi Kaddoumi e Badawi Mousa Jahwer, che non sono però mai finiti davanti a un tribunale.

Non si è mai potuto chiarire se il terrorista Sufian Kaddoumi fosse imparentato con il rappresentante dell'OLP, Farouk Kaddoumi, incontrato a Ginevra da Pierre Graber.

Anche quell'attentato fu tuttavia rivendicato dal gruppo terroristico palestinese FPLP. Il pacco bomba in realtà era destinato a un aereo della compagnia israeliana El-Al, ma fu smistato sul Coronado della Swissair perché l'aereo israeliano era in ritardo.

Il giornalista si chiede come mai l'inchiesta su quei fatti fu archiviata senza che nessuno sia mai stato chiamato in giudizio. Marcel Gyr ritiene di aver raccolto molti indizi secondo cui l'archiviazione era legata all'accordo segreto. A distanza di 46 anni i documenti conservati nell'archivio federale sono ancora coperti da segreto, ma finiranno di esserlo dopo 50 anni. Possibile quindi che fra qualche anno se ne saprà di più.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-02 12:23:32 | 91.208.130.86