Keystone
SVIZZERA
26.10.2020 - 12:010

La seconda ondata probabilmente non porterà con sé una crisi del lavoro

Secondo Adecco, potrebbe addirittura portare delle nuove opportunità: «Dimostra che l'home office funziona»

BERNA - Il mercato del lavoro non dovrebbe incontrare una vera e propria crisi con la seconda ondata di Covid-19. Il tasso di disoccupazione ha raggiunto in Svizzera solo livelli considerati normali in altri Paesi, ha sottolineato la direttrice di Adecco Monica Dell'Anna.

«Non entreremo in una crisi sociale», ha spiegato in un'intervista all'agenzia finanziaria AWP la dirigente del gigante del lavoro ad interim, entrata in carica il primo giugno scorso. Dell'Anna percepisce addirittura segni di ripresa: «Ovviamente, tutto dipenderà da come sapremo tenere la pandemia sotto controllo», ha detto.

La penuria di personale qualificato rimane inoltre una realtà in Svizzera: «Ci sono strettoie nel settore della medicina, ad esempio, ma non a causa del coronavirus. Le competenze tecniche e digitali sono ancora rare», ha spiegato.

La pandemia di Covid-19 potrebbe poi portare paradossalmente a risvolti positivi, ha continuato la direttrice di Adecco. Il virus ha infatti permesso di dimostrare che il lavoro in Home Office funziona, una situazione che può portare vantaggi a tutte le parti in causa. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 19:28:32 | 91.208.130.86