Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA / ITALIA
7 ore
I figli alla scuola privata di Zurigo, ma vogliono le norme italiane
Un gruppo di genitori si è rivolto a Repubblica per denunciare l'applicazione delle misure del Cantone anziché del Dpcm
FOTO
VALLESE
12 ore
Si stacca una valanga sopra Nendaz: un morto e un ferito
La grossa slavina ha travolto una guida alpina e uno dei suoi clienti. Stavano sciando fuori-pista.
SVIZZERA
13 ore
I Verdi approvano il piano climatico (da casa)
L'assemblea dei delegati ha pure deciso di dire «tre volte no» ai temi in votazione il prossimo 7 marzo.
FOTO
BERNA
14 ore
Corona-scettici scacciati dalla polizia
Un centinaio di persone si è ritrovato su Piazza federale per protestare contro le misure imposte dal Governo.
VIDEO
ZUGO
15 ore
Attorno alla polizia che balla "Jerusalema" scoppia la querelle
C'è chi ha accusato la Cantonale di non avere i diritti per la clip diventata virale
SAN GALLO
17 ore
Sei anni di carcere al rapinatore mascherato
Tra il 2016 e il 2019, il 27enne aveva colpito nove volte in banche e distributori di benzina della Svizzera orientale.
SVIZZERA
18 ore
Quei giovani rampanti diventati milionari vendendo FFP2 (inutilizzabili) all'esercito
E facendole pagare anche 9.90 l'una. Le ultime novità da un caso di cui si parla poco e che imbarazza Berna
ZURIGO
18 ore
Beccato con un chilo e mezzo di coca nello zaino
Un 23enne lettone, giunto in Svizzera con un volo dal Brasile, è stato fermato all'aeroporto di Zurigo-Kloten.
ZURIGO
19 ore
«Per sostenere l'economia più aperture domenicali dei negozi»
Da farsi a ridosso di Natale 2021, è la proposta di recuperare quelle "saltate" l'anno scorso di Carmen Walker Späh
SVIZZERA
19.10.2020 - 15:230

Tre milioni di persone utilizzano Twint

In Svizzera il 50% dei detentori di smartphone utilizza l'app

ZURIGO - Sono 3 milioni le persone che utilizzano Twint, la soluzione di pagamento tramite smartphone offerta dalle banche elvetiche. In un anno l'aumento è stato dell'80%.

La progressione della clientela, già forte in precedenza, si è ulteriormente accentuata grazie alla domanda crescente di metodi di pagamento igienici sulla scia dell'epidemia, afferma la società Twint in un comunicato odierno. «Ora si è capito che questa nuova tipologia di pagamento inciderà a lungo sulle abitudini della popolazione e che Twint è destinata a diventare la modalità di pagamento preferita dagli svizzeri».

Attualmente nella Confederazione il 50% dei detentori di smartphone utilizza l'app in questione, che è in concorrenza con altre soluzioni come Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay. L'accelerazione della diffusione è proseguita anche nei mesi estivi, si rallegrano i responsabili.

«Con questi ritmi di crescita già il prossimo anno Twint raggiungerà il tasso di diffusione dei pagamenti tramite carte di credito», afferma il Ceo dell'azienda, Markus Kilb, citato nella nota. I clienti si mandano soldi anche nella propria cerchia privata (person-to-person), ad esempio per dividere il conto al ristorante o per raccogliere i soldi per un regalo. Ma l'attività principale non è costituita dalle piccole somme spedite ad amici e famigliari, bensì dagli acquisti nei punti vendita fissi o nel commercio online.

Con il 60% delle transazioni, questi pagamenti commerciali (person-to-merchant) costituiscono già il grosso delle operazioni. Grazie a quest'evoluzione positiva Twint ha già superato gli obiettivi aziendali per il 2020 ed entro la fine dell'anno supererà la soglia dei 100 milioni di transazioni elaborate.

L'impresa è convinta di gestire un'applicazione «visionaria» che in futuro potrà fare molto più che semplici pagamenti. «Il nostro radicamento in Svizzera e la nostra conoscenza del mercato locale ci permetteranno di individuare i partner giusti per aggregare le funzioni e i servizi più disparati», sostiene Anton Stadelmann, responsabile commerciale e innovazione, pure lui citato nel comunicato.

Nel corrente mese di ottobre il totale dei punti di accettazione Twint di imprese e rivenditori ha raggiunto quota 150’000. Un operatore - il più grande in Svizzera - si è però ritirato dalla rete: Galaxus ha lasciato il tavolo avanzando l'argomento delle tasse a suo dire troppo elevate richieste da Twint. Entrambe le parti fanno comunque sapere che sono impegnate in colloqui.

Secondo alcuni osservatori la vera sfida del ramo è peraltro anche un'altra: convincere gli svizzeri a preferire i pagamenti col telefono a quelli con carte di debito o di credito, in assenza di vantaggi decisivi. Questo in un paese che comunque, al di là della situazione pandemia, rimane ancora molto attaccato al denaro contante. Stando a un sondaggio presentato appunto da Twint però fra i giovani - e in particolare gli studenti - il nuovo approccio con lo smartphone risulta essere molto gettonato.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-24 06:34:38 | 91.208.130.86