Keystone
SVIZZERA
09.05.2020 - 09:330

Svizzera Turismo teme un'ondata di fallimenti

Il direttore Martin Nydegger ha spiegato che la fase di risalita non sarà rapida come quella di discesa.

Il primo settore a riprendersi sarà quello del turismo di montagna. Molto di più ci impiegherà quello d'affari

ZURIGO - Il 2020 è un anno molto difficile per il settore turistico elvetico, afferma il direttore di Svizzera Turismo Martin Nydegger. Un'ondata di fallimenti dovuta al coronavirus è probabilmente inevitabile, ha stimato.

Secondo diversi sondaggi, circa il 23% dei 4000 stabilimenti turistici in Svizzera non usciranno dalla crisi, ha spiegato Nydegger in un'intervista diffusa dai giornali del gruppo CH Media.

Il rischio, è che il ritorno al livello di prenotazioni raggiunto nel 2019 non avvenga prima di cinque anni. In genere infatti, ha sottolineato, la discesa è sempre molto rapida, mentre la fase di risalita è lenta.

Il primo settore a ritrovare un po' di colore sarà quello del turismo di montagna, ha previsto Nydegger. Le città seguiranno. Mentre il turismo d'affari ci metterà molto a riprendersi.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-03 11:47:32 | 91.208.130.89