Cerca e trova immobili

WINTERTHURDelinquente a 9 anni: «Porta il coltello a scuola»

01.09.23 - 16:30
Sta seminando il panico in una scuola elementare di Winterthur. La direzione conferma: «Le indagini sono in corso».
Depositphotos (belchonock)
Delinquente a 9 anni: «Porta il coltello a scuola»
Sta seminando il panico in una scuola elementare di Winterthur. La direzione conferma: «Le indagini sono in corso».

WINTERTHUR - Un bambino di nove anni sta seminando il panico in una scuola elementare di Winterthur. Come riferito da diversi genitori a 20Minuten, l'alunno ha più volte intimidito i suoi compagni di classe nell'arco delle ultime due settimane. Lunedì ha persino portato un coltello a scuola, minacciandoli di morte: «Ha detto che avrebbe ucciso tutti i bambini della scuola con quel coltello», racconta un padre preoccupato. «Gli è stato permesso di tornare a scuola come se nulla fosse». Il fatto che l'istituto scolastico non abbia tratto alcuna conseguenza è preoccupante: «Deve prima accadere qualcosa di brutto perché si faccia qualcosa?».

La scuola conferma l'accaduto: «Le indagini sono in corso. Le misure necessarie sono state avviate immediatamente», afferma la vicepreside Anna Graf. «Per motivi di protezione dei dati e della privacy, l'amministrazione e la direzione scolastica non sono autorizzate a rilasciare dichiarazioni», aggiunge. 

Al corrente della faccenda anche la polizia municipale di Winterthur. Stando al responsabile della comunicazione Michael Wirz «la polizia ha parlato con il ragazzo, mostrandogli le conseguenze delle sue azioni e facendogli capire che si trattava di un chiaro caso di abuso». Si sono inoltre svolti dei colloqui con la famiglia e la direzione. Il fatto sarà preso in considerazione dalle forze dell'ordine. «Tuttavia - continua Wirz - non ci sarà alcun procedimento penale, poiché in Svizzera l'età della responsabilità penale inizia a partire dal decimo anno di età».

Numerosi i genitori preoccupati per i propri figli: «Da quando ho saputo dell'incidente porto mia figlia a scuola e la vado a riprendere tutti i giorni», racconta una madre di 35 anni. «Questa settimana è tornata a casa piangendo. Era molto spaventata», afferma, non riuscendo a capire perché la direzione ha permesso al bambino di tornare a scuola. 

Il fatto che sia tornato tra i banchi scolastici spaventa anche un'altra madre: «Io e mio marito abbiamo sentito dell'accaduto. Siamo piuttosto preoccupati». Poiché entrambi lavorano, però, non possono portare e andare a prendere il figlio a scuola: «Nostro figlio non ha paura, ma non credo capisca che si debba essere prudente», conclude.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Simo99 7 mesi fa su tio
io in quinta elementare sono stato.minacciato da un bambino con il coltellino svizzero..per nessun motivo.., lui sognava di fare il gangster, voleva fare il cattivo.. con genitori che gli lasciano fare tutto.., ma nessuno ha fatto niente..il tale ora è un caso sociale..mezzo alcolizzato drogato e mantenuto dalla Svizzera.. in questo caso sarebbe il caso di arrestare il bimbo.o i genitori.. e fargli capire bene sin da subito come funziona il mondo.. hanno delle responsabilità se non educano i figlii..se no ce lo troviamo in assistenza a 18 anni a spacciare e fare il bulletto..

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Simo99
Simo99: ahh il moccioso brandiva un coltellino svizzero ?! Inte g r a t ooo al top allora 😁

Ciulindo.47 7 mesi fa su tio
Risposta a Simo99
...Sarebbe il caso di arrestare chi diffonde attraverso i media certi stili di vita, mode e comportamenti violenti dei quali sono tutti vittime. Genitori e bimbi. Le tendenze al mondo funzionano proprio così. Non c’entra nulla essere svizzero o meno.

Daligar 7 mesi fa su tio
Winterthur - sicuramente non belle notizie Violenza - ah si, era ovvio 9 anni - ah, sarà il figlio allora Origine? -

Roccky 7 mesi fa su tio
Eh certo, chi sa da dove sono….

Ciulindo.47 7 mesi fa su tio
In televisione, su internet, sui social, vengono diffusi film, video o anche solo immagini di violenza con armi da fuoco o all’arma bianca. Non c’è film in cui non si spari, si minacci qualcuno o ci siano scene di bullismo. Ovvio che poi, bambini e ragazzi ma specialmente adulti psicologicamente deboli con problemi sociali o affettivi latenti o pregressi diano libero sfogo all’emulazione.

Suissefarmer 7 mesi fa su tio
magari è dico magari è stato un bambino discriminato, Bellinzago ecc.... e magari è stato un mezzo per potersi difendere no? mi puzza

Scherpa61 7 mesi fa su tio
Non esiste che porto il figlio e vado a riprenderlo.Non lo porto affatto fino a che la situazione non sarà sistemata definitivamente

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Scherpa61
Scherpa: esatto !

Rosa 7 mesi fa su tio
Risposta a Scherpa61
scherpa61farei anche io esattamente la stessa cosa. Fate andare a scuola un bambino così pericoloso? Tengo a casa mia figlia

PerTe 7 mesi fa su tio
Risposta a Rusky
.. situazione sistemata definitivamente.. 🤔 interessante .. Non portarlo più a scuola!

PerTe 7 mesi fa su tio
Non é buonismo. Ma buon senso. Le autorità si stanno occupando. I docenti sono formati per gestire situazioni difficili. Certamente non esiste la perfezione nella gestione di un caso simile, anche perché le valutazioni e i commenti vengono sempre dopo. Il titolo poi... „Delinquente terrorizza e metti in panico una scuola intera“ .. Non voglio sminuire il gesto perché grave lo é. Ma mediatizzarlo così e far crescere odio nel opinione pubblica.. (e lo si legge nei commenti sotto) .. Onestamente non so chi é più delinquente.. (mi riferisco alla redazione)

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a PerTe
PerTe: la gestione di tutta la questione é da buonisti dagli occhiali rosa offuscati 😁

rosi 7 mesi fa su tio
non si può fare un titolo simile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a rosi
rosi: perché non si può fare un titolo simile ?!? Meglio "moccioso disadattato incompreso porta un coltello a scuola da far vedere ai compagni"?

Roccky 7 mesi fa su tio
Risposta a Rusky
Si poi sicuramente possiamo immaginare di dove arriva 🫠

MrBlack 7 mesi fa su tio
Ma dai quindi non si può fare niente perché ha 9 anni? Quindi se accoltella un compagno poi può tornare perché ha solo 9 anni e non si può fare niente? Poi ne accoltella un altro e torna a scuola perché ha solo 9 anni e non si può fare niente? Poi ne accoltella un altro…e così via all’infinito? Davvero sicuri che non si può fare niente? Ma per favore…

APR-DRONE 7 mesi fa su tio
Risposta a MrBlack
Ma dove vivete in che mondo... Hanno massacrato di botte nostro figlio dalla 2 elementare ragazzini di 8 - 9 anni e la LEGGE non permette di fare nulla. Neppure di espellerlo dalla scuola dell'obbligo. I genitori non possono essere denunciati ecc. ecc... Abbiamo passato L?INFER...NO in quel periodo. I Bullizzanti oggi 16 - 17 anni sono dei bambela che non trovano cosa fare nella vita. Nostro figlio frequenta il liceo con OTTIMI RISULTATI.....

Roccky 7 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Da padre ti dico, sei tu che devi fare qualcosa in questo caso. E successo anche a mia figlia di 11 anni , io alle 22:00 di sera sono andato a prendere il padre , la madre il fratello di questo bambino e per poco non menavo uno dopo l’altro.. Da quel girono mai più nessuno si era permesso di dire A a mia figlia. La violenza e bullismo va combattuto con la stessa moneta perché non ti aiuta nessuno altrimenti.

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a APR-DRONE
ARP-DRONE: triste storia ! ma non si poteva denunciare i genitori per essere venuti meno al loro dovere educativo ? E fargli portare via il figlio dalle stv onze della Arp che spesso rovinano famiglie dove la situazione non giustifica di metterci il becco !

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a Roccky
Roccky: esatto perché il buonismo non porta a niente !

Rusky 7 mesi fa su tio
indagini in corso ?! quali indagini ?!? Il moccioso va allontanato dalla scuola e i genitori indagati per essere venuti meno al loro dovere educativo ! Basta con questo buonismo bastaaaa !

miba2206 7 mesi fa su tio
Risposta a Rusky
Breve e chiaro (e concordo al 200%)

Rusky 7 mesi fa su tio
Risposta a miba2206
miba2206: eh già qui ci vuole la linea dura basta con il buonismo !

Mgbc 7 mesi fa su tio
docenti non possono fare nulla genitori non fanno nulla bambini e ragazzi non hanno né esempi virtuosi di vita né paletti e regole da seguire in questo modo tutti NON fanno

sctaquet 7 mesi fa su tio
Sono io il papà ? gli do una legnata a scopo educativo , che se la ricorda fin che scampa .......... A no è vero , non si possono più toccare i bambini .

Axio 7 mesi fa su tio
Risposta a sctaquet
E meno male che c’è questa legge, i bambini a prescindere non si toccano, esistono altri modi per educarli e questo non sono le tue “legnate”

SFas 7 mesi fa su tio
Risposta a Axio
?????

SFas 7 mesi fa su tio
Risposta a Axio
sctaquet: hai pienamente ragione...

Voilà 7 mesi fa su tio
L'importante è che, se non l'hanno già fatto i genitori, gli abbiano sequestrato il coltello... Poi colloqui, servizi sociali, psicologo, ecc...

Roccky 7 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
Infatti vanno men ati i genitori, in modo di traumatizzare un bambino del genere

Tirasass 7 mesi fa su tio
C'è sicuramente da intervenire a più livelli, cominciando dalla sicurezza di tutti

Tirasass 7 mesi fa su tio
Che titolo di emme. è evidentemente un bambino con grossi problemi psicologici e relazionali, forse anche sociali visto che pare poco seguito.

Hellwetic 7 mesi fa su tio
Cavolo, ho scritto sicuramente autoctono e l’intelligenza artificiale mi ha bloccato.

Elisa_S 7 mesi fa su tio
...la polizia ha parlato con il ragazzo.... E no con il BAMBINO. Purtroppo negli ultimi anni noto con tristezza che ci sono sempre più bambini aggressivi che fanno gesti incomprensibili come spintonare, lanciare sassi contro altri bambini, minacciare e sputare. Ai nostri tempi non mi ricordo che c era questa violenza , ci si limitava a dispetti o liti da bambini.

Who knows 7 mesi fa su tio
Assurdo
NOTIZIE PIÙ LETTE